Inter: Podolski ad Appiano, mercato in fermento

Il tedesco si cala nella realtà nerazzurra, dopo la mattinata dedicata alle visite mediche. Shaqiri il nome caldo sul fronte entrate.

L'Inter scende in campo, prepara la sfida dello Stadium, assaporando dolci ricordi e possibili rivincite. Mancini studia il miglior schieramento per contrastare lo strapotere bianconero, si passa dal 4-3-1-2 al 4-2-3-1, "sognando" Podolski. Il tedesco supera brillantemente le visite mediche e nel pomeriggio approda ufficialmente nel pianeta Inter. Per ora palestra e attesa, a tener banco sono le questioni burocratiche che oggi tengono lontano l'attaccante dalla super sfida. Questione di ore, minuti contati, per l'Inter, per Podolski. 

Juve - Inter, ma prima ancora mercato. Cresce l'ottimismo intorno allo svizzero Shaqiri. Da Torino giunge la retromarcia e si prepara il carico da novanta per arrivare a Sneijder, simbolo del nerazzurro vincente, e Thohir medita l'assalto al giovane talento elvetico. L'incontro di ieri pone le basi per una trattativa vera e propria. Prestito oneroso, con obbligo di riscatto. Il Bayern riflette, sullo sfondo il Liverpool, ingigantito da una maggiore disponibilità economica. 

All'Inter manca la seconda freccia, per completare il reparto d'attacco. Podolski e Shaqiri per pensare nuovamente in grande, per poi chiudere con il tassello in mediana, probabilmente Diarra, per posizione e costo. 

Tempo di Juve, ma è sempre mercato.