Verso Inter - Sampdoria, le possibili scelte di Mancini

Il tecnico prepara un mini-turnover in Coppa, concedendo un turno riposo a giocatori ancora sofferenti.

L'Inter torna in campo, dopo il pari di Empoli, per gli ottavi di Coppa Italia. A San Siro, domani sera, sfida alla Sampdoria di Mihajlovic, rivelazione della stagione corrente e rivale accreditata per la terza piazza. L'entusiasmo di Ferrero alza l'asticella delle prospettive a Genova e gli acquisti di Muriel e Eto'o portano il pubblico a sognare traguardi assaporati oltre vent'anni fa, ai tempi appunto del Mancini giocatore. 

Il tecnico nerazzurro prepara qualche aggiustamento, studiando un preciso piano per preservare la condizione di alcuni giocatori reduci da problemi fisici. Turno di riposo per Palacio - caviglia malconcia - e Hernanes - impacciato al Castellani - occasione dal primo minuto per Shaqiri. Lo svizzero, in progresso, lanciato nella mischia sabato a partita in corso, scalpita per la prima maglia da titolare. In zona offensiva, Icardi rappresenta l'unica punta centrale, visto lo status attuale di Osvaldo, ancora ai margini, ma Mancini potrebbe scegliere di affidare l'attacco al giovanissimo Bonazzoli. 

Dopo la panchina a sorpresa di sabato, Kovacic riprende posto in campo. Da valutare la posizione del croato, sulla trequarti o in regia, come annunciato velatamente da Mancini. Possibile rientro anche per Kuzmanovic, soppiantato nelle uscite recenti dal nuovo Guarin, versione mediano. Il serbo potrebbe occupare uno dei due posti davanti alla difesa. 

Infine il reparto arretrato. Carrizo tra i pali, Ranocchia fuori per i problemi al ginocchio - infortunio di lieve entità, si punta al Sassuolo - Vidic rifiata. Al centro, Andreolli e Juan Jesus, costretto a scontare ancora due turni di squalifica in campionato. Sugli esterni, chance per Dodò, finito nel dimenticatoio dopo i problemi palesati in fase difensiva. Conferma probabile per D'Ambrosio, con Campagnaro risparmiato.