Verso Sassuolo - Inter, le scelte di Mancini

Possibile esclusione per Icardi, dietro Medel. Tante assenze nell'Inter che si appresta ad affrontare il Sassuolo.

Carenze in zona difensiva, abbondanza sul fronte d'attacco. Roberto Mancini osserva la rosa a disposizione per la seconda giornata di ritorno e scopre una disparità importante nelle varie zone di campo. A un'ampia gamma di scelta davanti fa da contraltare il risicato numero di pedine a disposizione dietro. Gli infortuni di Andreolli, D'Ambrosio, Nagatomo e Jonathan, sommati alla squalifica di Juan rendono la coperta estremamente corta, considerando le condizioni non ottimali di Campagnaro e Ranocchia. 

Con il Sassuolo si va verso una difesa sperimentale. A far coppia con Vidic, il cileno Medel, già utilizzato in questa porzione di campo in Nazionale, anche se spesso in uno schieramento a tre. Ai lati due scommesse, Dodò e Obi. Contro il Torino, il nigeriano si è preso la sinistra, qui dovrebbe essere invece impiegato a destra, con il brasiliano sul fronte opposto. All'apparenza due anelli deboli, vista la scarsa attitudine a ricoprire il ruolo. Fondamentale l'apporto della mediana, importanti le direttive di un giocatore d'esperienza come Vidic. 

Confermati davanti alla difesa Guarin e Kuzmanovic. Il serbo rimane in lista partenti, ma senza offerta congrua è pronto a restare e Mancini punta sulla consistenza del mediano, capace di garantire gioco e peso. Qualità e rapidità nei tre alle spalle dell'unica punta. Shaqiri trova la maglia da titolare anche in campionato, con lui Kovacic, a cui Mancini chiede un ulteriore salto di qualità, e Palacio. 

Sorpresa davanti. A due giorni dalla partita, il favorito è Podolski, mentre Icardi rischia la panchina. Il bomber argentino, colpito dalla frecciata di Mancini nei giorni scorsi, è accusato di scarsa partecipazione al gioco e aldilà delle doti da finalizzatore non convince per sacrificio e spirito. Icardi è il futuro dell'Inter, ma Mancini vuole un'inversione di rotta, ecco perché con il Sassuolo potrebbe arrivare una panchina indicativa.