Diretta Inter - Palermo, risultati live della Serie A

Diretta Inter - Palermo, risultati live della Serie A
Inter
3 0
Palermo
Inter: Handanovic; Santon, Ranocchia, Juan Jesus, Nagatomo (35° Dodò); Guarin, Medel, Brozovic; Shaqiri (83° Kovacic), Icardi, Palacio (82° Campagnaro). Panchina: Carrizo, Berni; Dodò; Obi, Hernanes, Kuzmanovic; Bonazzoli, Podolski, Puscas. Allenatore: Mancini.
Palermo: Sorrentino; Terzi, G.Gonzalez, Daprelà; Morganella (74° Rispoli), E.Barreto, Jajalo (65° Belotti), L.Rigoni, Lazaar (77° Emerson); Vazquez; Dybala. Panchina: Ujkani, Fulignati; Milanovic, Ortiz; Chochev, Bolzoni, Della Rocca, Quaison; Joao Silva. Allenatore: Iachini.
SCORE: 1-0, min.15 Guarin (I), 2-0, min.64, Icardi (I), 3-0, min.88, Icardi (I)
ARBITRO: M. Guida ammonisce Medel (I) all'11°, Morganella (P) al 20°, Juan Jesus (I) al 39°, G.Gonalez (P) al 78°
NOTE: Dallo Stadio Giuseppe Meazza di Milano, 22° giornata della Serie A Tim 2014/2015.

Da VAVEL Italia ed Antonello Angelillo è tutto. Arrivederci

L'Inter interrompe la striscia di tre sconfitte consecutive e di due sconfitte in Serie A e sale al 10° posto pareggiando i punti (29) dei cugini milanisti. La zona Europa dista 6 punti in attesa della Lazio. Per il Palermo prima sconfitta in quattro gare anche se in trasferta non si vince dal 29 Ottobre. I rosanero rimangono a quota 30 punti.

La migliore Inter di Mancini finora batte in maniera sonora il Palermo con il risultato di 3-0. Nerazzurri sempre padroni del gioco, capaci di mettere sotto una squadra che aveva perso una sola partita delle ultime 13. Sia nel primo che nel secondo tempo gli uomini di Mancini vanno più volte vicini al gol che arriva al 15° con Guarin. Il colombiano dà il via alla sua grande serata. Buono l'assist di Shaqiri, anche lui ben oltre la sufficienza. Nella seconda frazione il Palermo spreca tre ghiotte chance in una sola azione e poi vede l'Inter straripare: due pali (Icardi e Ranocchia) e due gol (doppietta di un Icardi impressionante). Brozovic, Shaqiri, Icardi e Guarin sugli scudi. Palermo non reperito: solo Dybala combina qualcosina.

94° - Finisce qui. L'Inter batte entusiasmando il Palermo per 3-0. 

90° - Saranno 4 i punti di recupero. Intanto crampi per Ranocchia

88° - GUESS WHAAAAAAAAT?!!!!! ICARDIIIIII HA SEGNATO ANCORA. INTER - PALERMO 3-0. GOL DI TESTA. MESSO DENTRO UN COLPO DI TESTA ANTICIPANDO GONZALEZ SUL PRIMO PALO. ASSIST DI UN  GUARIN FORSENNATO CHE AVEVA RICEVUTO UNA GRAN PALLA DA BROZOVIC.

83° - Ultimo cambio nell'Inter: dentro Kovacic e fuori Shaqiri. Avvicendamento sulla trequarti

82° - Arriva il secondo cambio per Palacio, oggi migliore rispetto alle altre volte. Più sacrificio ma comunque poco smalto. Dentro Campagnaro che va terzino destro e Dodò si alza ala confermando che Mancini il brasiliano terzino proprio non lo vede

81° - Buon break di Barreto che dal centro sinistra dell'area fa partire un cross. Dodò, onde evitare pericoli, spazza causando angolo per gli ospiti

80° - Mancano 10 minuti e l'Inter vuole il terzo: Brozovic mette in mezzo. Palacio cerca la gloria personale ma non la trova. Esce bene Sorrentino

78° - Ammonito G.Gonzalez che era diffidato e salterà la prossima . Atterrato Icardi, ancora a terra dolorante

77° - Mentre Palacio si mangia una buona occasione sul primo palo mandando alto un angolo terzo ed ultimo cambio nel Palermo con Emerson che entra per Lazaar 

75° - Secondo cambio nel Palermo: entra e debutta Rispoli sull'out di destra. Esce Morganella

Il 2-0 di Icardi

L'incredibile tripla chance sprecata dal Palermo al 50°

65° - Ecco il cambio che ci aspettavamo: dentro Belotti per Jajalo. Iachini passa al 3-4-1-2

64° - SEGNA LUI, SEGNA SEMPRE LUI. MAUROOOOOOOO ICARDIIIIIII. INTER - PALERMO 2-0. CROSS DI GUARIN, LA PALLA SFILA PER TUTTO LO SPECCHIO E GIUNGE AL LIBERISSIMO ATTACCANTE ARGENTINO CHE STOPPA TIENE BASSA LA PALLA E SPARA IN PORTA. 2-0. ICARDI NON ESULTA, SI PORTA A CENTROCAMPO E RIPARTE DETERMINATO A CERCARE LA PALLA APPENA RIBATTUTA DAL PALERMO

61° - Non era in fuorigioco Palacio sul cross di Dodò. Il Trenza non ci prova nemmeno e lascia indisturbato Daprelà, libero di stoppare e spazzare.

59° - Da rivedere il tiro a giro verso il secondo palo provato da Icardi. Poteva far meglio Maurito che aveva ricevuto palla da un indemoniato e generoso Shaqiri

58° - ALTRO LEGNO, ALTRA GRANDE OCCASIONE PER L'INTER. TRAVERSA DI RANOCCHIA ALLA RICERCA DI RISCATTO. ALTRO CROSS PERFETTO DALLA BANDIERINA DI SHAQIRI. SECONDO TEMPO SCOPPIETTANTE!

56° - ENORME COLPO DI TESTA DI ICARDI CHE COGLIE SORRENTINO FUORI DALLA PORTA E PROVA LO SCAVETTO POTENTE DA FUORI AREA ADDIRITTURA. PALO DELL'ARGENTINO E PERICOLO PALERMO. 

50° - SUCCEDE DI TUTTO. IL PALERMO HA SBAGLIATO TRE  GOL PRATICAMENTE FATTI. VERTICALZIZZAZIONE PERFETTA SULLA TREQUARTI, BARRETO INVECE DI TIRARE METTE IN MEZZO. TIRO RIMPALLATO SUL QUALE HANDANOVIC ESCE BENE SUI PIEDI DI UN ATTACCANTE DEL PALERMO. SU UN ALTRO RIMPALLO ALTRA CONCLUSIONE DI UN ALTRO PALERMITANO E PALO INTERNO. SI AVVENTA SULL PALLA DYBALA CHE A PORTA VUOTA ALZA INCREDIBILMENTE IL PALLONE. ERRORE CLAMOROSO DEL CAPOCANNONIERE DEL PALERMO.

49° - Non è perfetto il tempo del passaggio di Guarin per Icardi. Un difensore del Palermo ferma il blitz. Cattiva la decisione del colombiano che aveva anche l'opportunità di servire altri due giocatori liberi

21.53 - Le squadre sono rientrate in campo con largo posticipo. E' cominciato il secondo tempo

21.50 - Mancini catechizza Dodò nei pressi della panchina. Finora il Mancio ha faticato a dare fiducia al terzino brasiliano, evidentemente poco idoneo al suo sistema.

21.46 - Le statistiche dopo il primo tempo

L'1-0 di Guarin

La gioia nerazzurra dopo l'1-0

Un'Inter assolutamente positiva trema poco ed aggredisce la preda Palermo nel primo tempo del posticipo serale di Serie A. Dopo un avvio convincente in nerazzurri trovano il vantaggio al quarto d'ora, sul secondo piazzato pericoloso: va in gol Fredy Guarin su perfetto corner di Shaqiri. Il Palermo si sveglia e si rende pericoloso con un tiro di Rigoni in scivolata e con quale guizzo di Dybala. La squadra di Mancini va vicina al 2-0 con Palacio ma non ci arriva.

Guarin: "Questo gol serve a dare fiducia e gol. Mancini ci sta dando l'anima e per questo l'ho ringraziato festeggiando il gol".

46° - Finisce il primo tempo a San Siro. Inter in vantaggio per 1-0

45° - Uno solo il minuto di recupero. Mentre viene annunciato Dodò cavalca la fascia a prova a mettere in mezzo per Icardi. Palla messa fuori. Medel prova il tiro. Para comodo Sorrentino il tiro centrale.

39° - Secondo giallo per l'Inter che vede Juan Jesus finire sul taccuino dell'arbitro Guida: c'è il fallo che JJ compie per fermare un Dybala pronto a ripartire e fare male

38° - Dribbling poderoso di Dybala che danza sulla sfera entrando in area e si beve Medel. Raddoppia Brozovic che sopraggiunge e spazza. Il Palermo è vivo e guai a svegliarlo definitivamente

36° - Potente percussione di Morganella che arruvato in area e saltati Dodò e Juan si fa recuperare da quest'ultimo.

34° - Il giapponese va ad accomodarsi in panchina. L'Inter è momentaneamente in 10 mentre si aspetta che la palla esca per effettuare la sostituzione con Dodò

33° - Nagatomo accusa un problema muscolare e non si attiva sulla rimessa laterale di Juan Jesus. Va subito a scaldarsi Dodò

29° - BUONA OCCASIONE PER L'INTER CHE TROVA SGUARNITA LA PARTE SINISTRA DELLA DIFESA. E' LI' CHE SI INFILA PALACIO CHE PROVA A METTER DENTRO IL BUON CROSS DI BROZOVIC. PALLA FUORI MA CHE CHANCE!

27° - Un paio di cross interisti mettono sull'attenti la difesa del Palermo. Inter con atteggiamento molto positivo in campo ma nessuno dei traversoni risulta pericoloso

25° - Parte da posizione quasi esterna Dybala che si accentra puntando Nagatomo e cerca il tiro a giro sul palo lontano. Palermo in avanti per la seconda volta consecutiva dopo i balbettii iniziale. 

24° - GRANDE CHANCE PER IL PALERMO. LAZAARD SCAPPA A SANTON E METTE UN CROSS RADENTE VERSO IL PRIMO PALO. NESSUNO PRENDE LUCA RIGONI CHE SI AVVENTA SULLA TRAIETTORIA CON UNA SCIVOLATA, FUORI DI POCO. INTER AVVISATA.

23° - Si fa vivo Jajalo mentre l'Inter continua a farla da padrone: tiro del croato senza pretese

17° - Buonissima scivolata in recupero di Medel che anticipa l'appoggio sulla trequarti a Vazquez ed interrompe l'azione del Palermo. Palla di nuovo all'Inter. Intanto Iachini sbraita in panchina: i suoi non stanno giocando abbastanza la palla. Inoltre si chiede più iniziativa a Lazaar e Morganella

15° - GOOOOOOOOOOOOOOL, INTER IN VANTAGGIOOOOOOO. HA SEGNATO GUARIN CHE ANTICIPA RANOCCHIA PREPOTENTEMENTE SU GRANDISSIMO CORNER DI SHAQIRI. INTER - PALERMO 1-0. IMPETUOSO COLPO DI TESTA DEL COLOMBIANO AL TERZO GOL STAGIONALE.

15° - Ancora positivo Brozovic che ottiene un angolo dopo un bel tiro al volo dal limite. Corner per l'Inter

13° - Punizione insidiosa di Dybala che cerca la palla a giro ed a scendere sul secondo uomo in barriera. Fuori, alto sull'incrocio

12° - Prima ammonizione del match: è per Medel che Guida vede per sbaglio arpionare Vazquez dopo un duetto fra il Mudo e Dybala. In realtà era stato Ranocchia a commettere fallo. Ottimo dribbling di Vazquez.

10° - Dopo aver vinto di forza l'1 contro 1 contro Jajalo Shaqiri cerca un filtrante per Palacio ad aggirare il marcatore del Trenza. Esce, molto attentamente, Sorrentino e fa sua la sfera.

9° - Errore di misura di Medel che imprime troppa forza al passaggio di ritorno indirizzato a Shaqiri su azione da angolo: palla persa.

- Potente e preciso colpo di testa di Juan Jesus che all'altezza del secondo palo sovrasta Lazaar e costringe Sorrentino a mettere in angolo. Sullo stesso corner Palacio prolunga ma nessuna crea pericoli al portiere rosanero.

5° - Vive proteste interiste per un contatto appena fuori area di cui rimane vittima Brozovic, molto propositivo in questo avvio

3° - Partita molto spezzetata. Diversi i fischi dell'arbitro Guida finora. 

1° - Prima palla al Palermo. Pressing forsennato di un Inter assetata di sangue. Si capisce chiaramente come Shaqiri sia il 10 della situazione, dietro Icardi e Palacio. Il Palermo si guadagna un angolo

0' - Partiti. E' appena cominciata Inter - Palermo. Godetevi la sfida

20.48 - Strette di mano fra la terna arbitrale ed i ventidue appena entrati in campo. Barreto e Ranocchia i capitani

20.35 - In tribuna ci sarà Antonio Conte, pronto a tenere d'occhio quello che sembra il prossimo oriundo da convocare: Franco Vazquez

20.31 - Santon: "Io emozionato? Si, però non devo passare al passato. E' un momento difficile per la squadra e dobbiamo pensare a portare i punti a casa. Siamo giovani, stiamo facendo investimenti e siamo diversi da quelli del Triplete. Possiamo diventare un bel gruppo".

20.25 - Riscaldamento di squadra. Shaqiri, Guarin e Brozovic

20.24 - Shaqiri durante il riscaldamento

20.13 - Team sheets

20.09 - Per Guarin oggi 11° partita da titolaresu 11  in A dal ritorno di Mancini . Per il tecnico di Jesi rinunciare al colombiano non è facile

20.07 - Da valutare anche quella che sarà poi la reale posizione che assumerà Shaqiri: lo svizzero potrebbe essere sì la più classica della ali destre ma è anche vero che Mancini ha più volte fatto ricorso al'impiego di quest'ultimo in posizione di "10" dietro le punte. 

20.02 - Dopo quattro giornate di squalifica torna titolare nel cuore della difesa nerazzurra Juan Jesus

20.01 - Sfida frfa due attaccanti argentini agli antipodi ma entrambi prolifici. Chissà che non possano completare il prossimo reparto offensivo dell'Albiceleste con Vietto e Gio Simeone, recente vincitore e trascinatore della sua Argentina nel Sub20

20.00 - Podolski, Kuzmanovic e Kovacic parlottano in panchina

19.56 - La panchina degli ospiti: Ujkani, Fulignati; Milanovic, Ortiz; Rispoli, Chochev, Bolzoni, Della Rocca, Quaison, Emerson; Belotti, Joao Silva

19.52 - Formazione ufficiale anche per il Palermo. In porta Sorrentino. La difesa a tre è composta da Terzi a destra (out Vitiello, partito Munoz), il "Pipo" Giancarlo Gonzalez al centro e Daprelà a sinistra (preferito a Milanovic per sostituire lo squalificato Andelkovic). A centrocampo Morganella e Lazaar gli esterni scelti. Al centro Rigoni e Barreto insieme al nuovo acquisto Jajalo, che sostituisce Maresca per la seconda partita di fila. Davanti solita formula 1+1 con Vazquez dietro Dybala. Ecco la formazione completa: Sorrentino; Terzi, G.Gonzalez, Daprelà; Morganella, E.Barreto, Jajalo, L.Rigoni, Lazaar; Vazquez; Dybala.

19.49 - Lo vince quindi Medel il ballottaggio per il posto da mediano centrale, Kuzmanovic va in panchina. Era in odore di panchina invece Podolski, apparso poco brillante finora (fatta eccezione per l'assist a Shaqiri in Coppa Italia). 

19.48 - Questa invece la panchina interista: Carrizo, Berni; Dodò, Campagaro; Obi, Hernanes, Kovacic, Kuzmanovic; Bonazzoli, Podolski, Puscas.

19.42 - E' già stata ufficializzata la formazione ufficiale dell'Inter. Una sostanziale la sorpresa: Kovacic viene mandato in panchina con Guarin al suo posto nel ruolo di mezzala destra e Brozovic spostato sulla sinistra. 4-3-3 con davanti Icardi confermato: ai suoi lati Shaqiri come preventivato e Palacio. Niente Puscas, quindi. Lì dietro, in difesa terzini Nagatomo e Santon (panca per Dodò, Mancini proprio non lo vede). Al centro Ranocchia mantiene la titolarità nonostante la distrazione di Coppa. Il suo partner è Juan Jesus . Ecco l'undici nel dettaglio: Handanovic; Santon, Ranocchia, Juan Jesus, Nagatomo; Guarin, Medel, Brozovic; Shaqiri, Icardi, Palacio.

Buonasera a tutti e benvenuti alla diretta live ed della partita Inter - Palermo, posticipo domenicale della Serie A Tim 2014/15. Inter e Palermo arrivano alla sfida di questa sera con uno stato d'animo diametralmente opposto. Per i nerazzurri lo stato d'animo perponderante è la frustrazione, derivante soprattutto dalle 3 sconfitte arrivate nelle ultime 3 partite giocate, e per come è arrivata la rete di Higuain che ha fatto fuori la squadra di Mancini dalla Coppa Italia. Rosanero che invece volano sulle ali dell'entusiasmo derivante da una stagione che è a dir poco a di sopra delle aspettative (nelle ultime 13 partite giocate il Palermo ha perso una sola partita), con ben 30 punti conquistati e quarto posto a soli 4 punti.

Inter 

Dopo la buona prestazione del San Paolo contro il Napoli, Roberto Mancini è intenzionato a schierare nuovamente il 4-3-3. L'allenatore dell'Inter ha ricevuto ottime risposte dai nuovi innesti Santon e Brozovic, che con ogni probabilità verrano riproposti titolari. Nonostante il grossolano errore che ha portato alla vittoria del Napoli e alla prematura eliminazione dalla Coppa Italia, il capitano Ranocchia guiderà nuovamente la difesa con Juan Jesus, mentre la fascia sinistra sarà affidata a Nagatomo. A centrocampo il Mancio è ancora indeciso su schierare in cabina di regia; si giocano un posto Medel e Kuzmanovic, con il primo leggermente favorito, mentre cio saranno sicuramente Kovacic e Brozovic da interni. In avanti unico dubbio per l'allenatore nerazzurro: Icardi e Shaqiri sicuri di un posto da titolare, e ballottaggio Puscas-Palacio, con l'attaccante argentino in rimonta sul giovane attaccante della primavera.

(4-3-3): Handanovic; Santon, Ranocchia, Juan Jesus, Nagatomo; Brozovic, Kuzmanovic, Kovacic; Shaqiri, Icardi, Palacio.

Palermo

Ottimo momento di forma per i rosanero, che hanno raccolto ben 5 punti nelle ultime 3 sfide, pareggiando con Roma e Samp, e vincendo in casa con il Verona. Iachini, ormai solidale al suo 3-5-2, deve fare a meno di Andelkovic (squalificato) e Vitiello (infortunato), dovrà quindi adattare Daprela nella difesa a tre, difesa completata da Terzi e Gonzalez. In mediana spazio a Rigoni, Barreto e il neo-acquisto Jajalo, con Morganella e Lazaar sugli esterni. In avanti spazzio al duo delle meraviglie Dybala-Vazquez.

(3-5-2): Sorrentino; Terzi, Gonzalez, Daprelà; Morganella, Rigoni, Jajalo, Barreto, Lazaar; Vazquez, Dybala.

"Quella contro il Palermo è la gara perfetta per avere delle difficoltà". Parole di Roberto Mancini, che in conferenza stampa  cerca di rincuorare anche i tifosi nerazzurri, chiedendo il loro supporto: "I risultati arriveranno. In ogni gara ci sono stati aspetti molto positivi. Ai tifosi dico di avere fiducia in me e nella squadra, anche se il tifoso più ottimista sarebbe abbattuto dopo tre sconfitte consecutive "."I tifosi staranno vicini alla squadra. Poi se a fine partita vedranno che non c’è stato impegno o si è giocato male, fischieranno. Ma fa parte del calcio. E ci vuole equilibrio anche da parte nostra a gestire la situazione. A volte si è martello, a volte incudine. Noi ora siamo incudine e dobbiamo saper assorbire bene". Sul Palermo: "Sta facendo un ottimo campionato, ha attaccanti giovani e bravissimi. Loro giocheranno in tranquillità e noi dovremo essere perfetti come a Napoli". Sulla scelta del modulo: "Non è importante il 4-3-3 o il 4-2-3-1, l’importante è l’atteggiamento. Così si difende anche tutti meglio. Se l’attacco producesse di più, anche il reparto arretrato prenderebbe coraggio". La chiusura è sul fronte Nazionale, Mancini apre la porta a Conte: "Io ho già abbastanza problemi per occuparmi di quelli degli altri. Di sicuro il campionato in Italia dovrebbe iniziare prima: io non avrei problemi a dare i miei giocatori per gli stage della Nazionale".

Giuseppe Iachini, allenatore del Palermo, ieri è stato protagonista della conferenza stampa alla vigilia del match tra l'Inter ed i rosanero. Ecco le sue parole: "Quella di domani sarà una partita difficile, ci troveremo contro una grande squadra guidata da un grande allenatore, servirà un Palermo perfetto per fare risultato. Sono sicuro che chi scenderà in campo darà il massimo e spero i ragazzi possano togliersi questa soddisfazione. Icardi-Dybala simili? Icardi già quando l'ho allenato alla Samp faceva grandi cose, Dybala ha fatto un percorso completamente diverso, cambiando anche ruolo da quando sono arrivato qui. Se Maresca ci sarà? E' sulla via del recupero, ha questo edema sotto l'osso che da fastidio, serve tempo". Parla poi della mancata cessione di Terzi durante il mercato di gennaio: "Mi sono opposto io alla sua cessione, per due motivi: perchè in quel reparto eravamo in pochi e soprattutto perchè lo stimo molto, vedo quotidianamente quanta passione mette durante gli allenamenti. Con le cessioni di Munoz e Feddal servirà anche il suo aiuto in futuro. Rispoli e Ortiz? Il primo interpreta molto bene il ruolo di esterno destro, è un alter ego di Morganella e sostituisce Pisano; per il secondo invece puntiamo ad un inserimento graduale, perchè quando si inserisce un giocatore in difesa, che è una posizione in cui bisogna conoscere bene movimenti e tattiche, è ovvio che bisogna lavorare molto".

Termometro di questo momento interista è Mateo Kovacic, che dall'avvento di Mancini non riesce più ad esprimersi ad un livello a lui consono. Il centrocampista croato non riesce più ad incidere ed essere parte del gioco nerazzurro, sembra avulso dalla manovra e poco supportato dai compagni di squadra. La sua avventura all'Inter è alla svolta finale, o esplode o implode, e stasera vedremo cosa succederà!

Momento tutt'altro che negativo in casa Palermo. Fiore all'occhiello della squadra di Iachini è senza ombra di dubbio la coppia Dybala-Vazquez, pericolo numero 1 questa sera per i nerazzurri. Tanto Vazquez, quanto Dybala stanno giocando in questa stagione a livelli altissimi, trascinando letteralmente tutto il resto della squadra. La classe del rifinitore e la velocità della punta possono mettere in difficoltà chiunque. E ci sono i numeri a confermare il momento magico della coppia argentina: per El Mudo Vazquez ci sono ben 6 reti ed 8 assist a tabellino in 20 presenze, mentra per la Joya Dybala sono addirittura 11 le reti e 7 gli assist, sempre in 20 presenze.

Live Inter - Palermo

Si pensava che l'avvento di Mancini avesse portato una ventata di entusiasmo e di risultati, ma purtroppo per i tifosi nerazzurri non è stato così, anzi. Il tecnico di Jesi non solo non ha migliorato i risultati, ma ha anche une media punti inferiore al suo predecessore, quel Mazzarri che forse non aveva tutte le colpe del brutto gioco e dei risultati negativi dei nerazzurri. Con il Mancio l'Inter ha ottenuto appena due vittorie in Serie A (Genoa e Chievo) e due nelle competizioni periferiche (contro la Samp in Coppa Italia e contro il Dnipro in Europa League) che fanno 4 in 13 partite. Finora i nuovi acquisti non hanno inciso ed il dubbio diventa automatico: era davvero Mazzarri il problema? Probabilmente no. Fatto sta che i nerazzurri dopo la debacle casalinga col Torino arrivata all'ultimo minuto sono stati vittima della furia del bel Sassuolo di Di Francesco in quel del Mapei Stadium: 3-1 con amnesie difensive, grandi gol, due espulsioni, rigori, simulazioni e polemica Icardi-tifosi a fine gara nel calderone. Si salva, solo in parte, la prestazione del San Paolo, dove l'Inter è riuscita a tenere comunque testa al Napoli, che soltanto all'ultimo secondo, grazie ad una giocata di Higuain, ed un errore di Ranocchia, è riuscito a spuntarla. 

Inter

Portieri: 1 Handanovic, 30 Carrizo, 46 Berni;
Difensori: 5 Juan Jesus, 14 Campagnaro, 21 Santon, 22 Dodò, 23 Ranocchia, 55 Nagatomo;
Centrocampisti: 10 Kovacic, 13 Guarin, 17 Kuzmanovic, 18 Medel, 20 Obi, 77 Brozovic, 88 Hernanes;
Attaccanti: 8 Palacio, 9 Icardi, 11 Podolski, 28 Puscas, 91 Shaqiri, 97 Bonazzoli.

Palermo

Portieri: Fulignati, Sorrentino, Ujkani;
Difensori: Daprelà, Emerson, Gonzalez, Lazaar, Milanovic, Morganella, Ortiz, Rispoli, Terzi;
Centrocampisti: Barreto, Bolzoni, Chochev, Della Rocca, Jajalo, Quaison, Rigoni, Vazquez;
Attaccanti: Belotti, Dybala, Joao Silva.

Live Serie A

53 precedenti tra Inter e Palermo in Serie A, 27 vittorie nerazzurre contro le sei rosanero.
Il Palermo ha subito 108 reti dall’Inter nel massimo campionato, a nessun’altra squadra ne ha concesse di più.
Il Palermo non ha mai vinto a San Siro contro l’Inter nella massima serie.
Nelle ultime sei partite tra Inter e Palermo non si è ripetuto lo stesso risultato per due volte di fila – pareggio 1-1 nella sfida d’andata di questo campionato.
I nerazzurri hanno mancato l’appuntamento con il gol solo una volta nelle ultime 12 partite di campionato contro il Palermo.
Sette sconfitte per l’Inter nella stagione in corso, appena una in meno delle otto rimediate in tutto lo scorso campionato.
Palermo sconfitto solo una volta nelle ultime 13 giornate, contro la Fiorentina in trasferta 4-3.
I siciliani hanno segnato in tutte le ultime sei trasferte di campionato: 12 gol in totale in questo periodo.
Palermo in gol da 13 giornate consecutive di campionato, in cui i siciliani hanno realizzato 27 reti. Ultimo digiuno rosanero in Juventus-Palermo 3-0, lo scorso 26 ottobre.
I rosanero hanno segnato 22 reti nei primi tempi, primato in questo campionato. Mateo Kovacic ha trovato il suo secondo gol in Serie A nella gara d’andata di questo campionato contro il Palermo. Sette assist per Franco Vázquez finora: raggiunto Candreva in testa a questa speciale classifica.Mauro Icardi ha segnato, contro il Sassuolo, il suo 11° gol in questo campionato, stabilendo così il primato personale in una singola stagione di Serie A.