Diretta Hellas Verona-Inter in il risultato della partita di Serie A (0-3)

Diretta Hellas Verona-Inter in il risultato della partita di Serie A (0-3)
Hellas Verona
0 3
Inter
Hellas Verona: : 1 Rafael; 26 Sala, 2 Rodriguez, 18 Moras, 3 Pisano; 8 Obbadi, 77 Tachtsidis, 10 Hallfredsson; 21 Gomez, 9 Toni, 11 Jankovic. A disposizione: 22 Benussi, 4 Marquez, 7 Saviola, 17 Nico Lopez, 19 Greco, 20 Christodoulopoulos, 25 Marques, 27 Valoti, 30 Campanharo, 33 Agostini, 70 Pereira, 71 Matric. Allenatore: Andrea Mandorlini
Inter : 1 Handanovic; 33 D'Ambrosio, 23 Ranocchia, 15 Vidic, 5 Juan Jesus; 13 Guarin, 18 Medel, 77 Brozovic, 88 Hernanes; 8 Palacio, 9 Icardi. A disposizione: 30 Carrizo, 46 Berni, 6 Andreolli, 10 Kovacic, 11 Podolski, 20 Obi, 26 Felipe, 27 Gnoukouri, 28 Puscas, 55 Nagatomo, 91 Shaqiri, 97 Bonazzoli. Allenatore: Roberto Mancini
SCORE: 0-3 Icardi 10', Palacio 48, autorete Moras 91''
ARBITRO: Arbitro: Tagliavento (sez. arbitrale di Terni) Assistenti: Marrazzo e Pegorin IV Uomo: Schenone Assistenti addizionali: Cervellera e Manganiello

Finisce qui: l'inter ritrova la vittoria: 3-0 al Verona. Con un gol per tempo degli attaccanti argentini Icardi e Palacio e con l'autorete finale di Moras, l'Inter espugna il Bentegodi di Verona. La squadra di Mandorlini a lungo irriconoscibile per voglia e carattere, soprattutto si è svegliata troppo tardi, ( Handanovic sul 0-2 para il suo 21esimo calcio di rigore in Serie A,questa volta su Toni) . Per questa sera è tutto, radice arianna e la redazione di vavel italia vi augura una serena buona notte

91' GOOOL DEL'INTER, O MEGLIO AUTORETE DI MORAS..su un cross di dambrosio

90' tre minuti di recupero

88' Mancini si copre togliendo Hernanes ed inserendo Felipe.

88'  Greco tiro alto sopra la traversa

86' Spinge l'Hellas,

84' ALTRA OCCASIONE HELLAS: Sinistro  dalla distanza diTachtsidis, ancora Handanovic si rifugia in angol

83' , l'Inter ha arretrato molto il suo baricentro.

82'  mischia in area, Handanovic spazza coi pugni

81' Entra Valoti rileva uno sfiancato Obbadi.

80' Doppio cambio per l'Inter: esce Medel per far posto al giovane Gnoukouri. Esce Palacio, al suo posto entra Kovacic

79' Assedio del Verona

77' HANDANOVIC PARA IL RIGORE DI LUCA TONI

76' rigore per il Verona, fallo e cartellino Giallo a Nemanja Vidic

75'  OCCASIONE PER IL VERONA: di testa ma la palla sfiora il palo

74' cambio per il Verona: esce Gomez, al suo posto entra Saviola

73' esce l'infortunato Hallfredsson, al suo posto Greco

72'  PALO DI PALACIO: D'Ambrosio crossa rasoterra, l' argentino devia ma la palla si stampa sul legno.

68' , Gomez perde l'equilibrio per tirare, Handanovic in uscita blocca.

67' Obbadi di potenza  ma il tiro è alto di poco

66' Intervento in area con la mano di Vidic, giudicato involontario.

64' RANOCCHIa VICINO AL GOL: ma di testa non trova di poco la porta

62' OCCASIONE PER IL VERONA, DOPPIO INTERVENTO DI HANDANOVI:  Prima respinge il tiro di Obbadi e poi salva sulla deviazione di Gomez

61' Destro di Hernanes dai 25 metri, rasoterra fuori

58' Cross di D'Ambrosio, Moras anticipa Icardi e si rifugia in corner

56' Guarin prova la conclusione dai 25 metri, da dimenticare

54' Janito Gomez trova sul secondo palo il colpo di testa di Jankovic, Handanovic para

Rivediamo ilGoal di Rodrigo Palacio 

52' Icardi per un soffio non firma la doppietta.

50'Sala crossa Jankovic di sinistro svirgola la conclusione da ottima posizione.

48' GOOOOL DELL'INTER, RADDOPIO CON PALACIO: Ripartenza avviata da Hernanes, apre per Icardi serve l'argentino in scivolata infila Rafael sul primo palo.

46' Inizia il secondo tempo, batte la squadra di Mandorlini

21:46 lo stadio Bentegodi

21:42 I  tifosi del Verona

Termina il primo tempo: L'inter è in vantaggio per 1-0 grazie al go di Icardi  che insacca sottomisura sul cross rasoterra di Palacio

45' 1 minuto di recupero

42' Hernanes prova l'incursione ma viene fermato da Moras in scivolata.

39' Giallo per Guarin fallo di mano a metà campo. salterà anche lui il derby

38'  Jankovic ci prova con un colpo di testa che però non centra la porta

37' Brozovic viene ammonito che ha fermato Juanito Gomez, salterà il derby

36' giallo per Moras 

35' Contropiede Inter guidato da Palacio che serve  Brozovic: prova il destro che calcia fuori di pochissimo.

33' toni commette fallo

32'  Punizione dalla sinistra di Hallfredsson, Toni di testa colpisce alto.

29'  Brozovic prova d i 30 metri, destro strozzato, palla nettamente fuori

27' Guarin dal limite prova a tiare, ma la difesa del verona libera

rivediamo il gol dell' Inter

25' Palacio cerca ancora Icardi in area, Rafael para

22' Fallo di Ranocchia su Tachtsidis

20' Palacio prova l'incursione personale, si allunga troppo la palla e Rafael blocca in anticipo.

18' Calcio di punizione, va Toni di testa che sfiora il gol: palla che finisce sopra la traversa

16'  Giallo per Juan Jesus 

15' Cross di Pisano ma la palla è troppo profonda, fuori

13'  Mandorlini manda a scaldare Greco: 

Il gol: L'argentino serve Icardi,tutto solo e di piatto destro trafigge Rafael. Proteste da parte del Verona: i veronesi perché Tachtsidis era a terra infortunato, ma l’arbitro non aveva fermato il gioco, e dunque è 1-0 Inter.

10' GOOOOOOOOL DELL'INTER ICARDI CON ASSIST DI PALACIO

7' D'ambrosio va al cros dalla destra, Hernanes ci arriva ed è ancora corner. 

5' Fallo di Hernanes

5' Altro corner per la squadra di Mancini

4' Buon ritmo in questi primi minuti di gioco

4' Sala va al cross, la difesa copre

3' Primo corner dell' Inter

1' Contatto tra Guarin e Sala appena fuori dall'area, Tagliavento non fischia

1' Inizia il match, primo pallone giocato dall' Inter

20:41 Le squadre sono nel tunnel,manca poco al calcio d'inizio 

20:30 La maglia del bomber Luca Toni

20:22 riscaldamento pre partita in casa Inter

2017 Il Verona ha vinto solamente quattro dei 51 precedenti di Serie A contro l’Inter (19N, 28P). L’ultimo successo gialloblu è arrivato nel 1992 (1-0): da allora due pareggi e nove vittorie nerazzurre in 11 sfide in campionato. Tutte le quattro vittorie del Verona contro l’Inter in Serie A sono arrivate in casa: dall’ultimo successo però, per i veronesi sono arrivate quattro sconfitte e un pareggio al Bentegodi contro i nerazzurri.

20:15 Altre immagini

20:06 Direttamente dallo stadio Bentegodi 

20:00 Mancini rilancia Hernanes. Fuori Shaqiri  Ecco le formazioni ufficiali

HELLAS VERONA: 1 Rafael; 26 Sala, 2 Rodriguez, 18 Moras, 3 Pisano; 8 Obbadi, 77 Tachtsidis, 10 Hallfredsson; 21 Gomez, 9 Toni, 11 Jankovic.
A disposizione: 22 Benussi, 4 Marquez, 7 Saviola, 17 Nico Lopez, 19 Greco, 20 Christodoulopoulos, 25 Marques, 27 Valoti, 30 Campanharo, 33 Agostini, 70 Pereira, 71 Matric.
Allenatore: Andrea Mandorlini

INTER: 1 Handanovic; 33 D'Ambrosio, 23 Ranocchia, 15 Vidic, 5 Juan Jesus; 13 Guarin, 18 Medel, 77 Brozovic, 88 Hernanes; 8 Palacio, 9 Icardi. 
A disposizione: 30 Carrizo, 46 Berni, 6 Andreolli, 10 Kovacic, 11 Podolski, 20 Obi, 26 Felipe, 27 Gnoukouri, 28 Puscas, 55 Nagatomo, 91 Shaqiri, 97 Bonazzoli.
Allenatore: Roberto Mancini

Arbitro: Tagliavento (sez. arbitrale di Terni)
Assistenti: Marrazzo e Pegorin
IV Uomo: Schenone
Assistenti addizionali: Cervellera e Manganiello

19:51 Maglie, pantaloncini, scarpe: tutto pronto nel spogliatoio al "Bentegodi" dell'inter

19:45 Buonasera amici lettori di Vavel e benvenuti alla diretta testuale di Verona-Inter. Questa sera Arianna Radice e la redazione Calcio di Vavel Italia vi portano al Bentegodi: torna in campo l’Inter di Roberto Mancini che, dopo l’1 a 1 con il fanalino di coda Parma sarà chiamata ad affrontare questa sera  l’Hellas Verona di Andrea Mandorlini. I neroazzurri sono una delle squadre meno in forma del campionato, nelle ultime cinque partite ha messo insieme tre punti contro il Verona che ne ha totalizzati otto. Le posizioni che conducono in Europa sembrano allontanarsi sempre più e ci si attende dall'Inter una reazione d'orgoglio.  La formazione di Mandorlini viene dall'incredibile 3-3 della scorsa settimana con il Cesena e intende rifarsi della rimonta subita con i nerazzurri.  Nella classifica di serie A l'Inter ha 38 punti e il Verona 33

All’andata il 2-2 maturato nei minuti finali a San Siro costò la panchina a Mazzarri, rimpiazzato pochi giorni dopo da Mancini.  Molto probabilmente non fu tanto quel pareggio quanto la sconfitta con il Parma nel week-end precedente a sancire il destino del tecnico ex-Napoli, in quei frangenti della stagione vero e proprio bersaglio umano di tifosi e mass-media.  Non è cambiata poi molto la situazione, ora la squadra è stata aspramente criticata dalla tifoseria in diverse occasioni e sembra che la pazienza dei tifosi sia arrivata al limite.

 Mancini: “Addio? Sono in un grande club"- Roberto Mancini si presenta in conferenza stampa alla vigilia di Hellas Verona-Inter per rendere conto del momento delicato in cui versa tutto il mondo nerazzurro:“Contro il Verona mi aspetto che la squadra non faccia quello che ha fatto contro il Parma. Voglio una squadra che cerchi di aggredire, giocare e vincere. Queste partite mi serviranno per fare delle valutazioni: dal punto di vista tattico non fanno molta differenza, gli esperimenti si possono provare, ma conta soprattutto l’attitudine positiva. Una volta che c’è quella si può vincere con tutti i metodi. Thohir? Resta molto positivo anche se a caldo era arrabbiato: questa però è una cosa normale, chiunque abbia sangue nelle vene si arrabbia. Rivoluzione? Ho solo detto che a volte le rivoluzioni fanno bene, non solo nel calcio. Non intendevo dire che per forza dobbiamo cambiare 25 giocatori. Se resto la prossima stagione? Io sono in un grande club. Sono tornato qui perché credo nel progetto e se non giocheremo le coppe saranno 300 giorni senza coppe: non ci resterà che fare di tutto per giocarle l’anno dopo. Moratti porterebbe Ronaldo? Quale Ronaldo? Perché quello brasiliano è un po’ fuori forma… (ride,ndr). La società sta lavorando e noi anche, è l’unico modo per cambiare le cose. Il fatto che Thohir sia lontano non conta nulla, penso che questo sia solo un luogo comune. In Premier League ci sono tante squadre senza presidente eppure tutte giocano e si impegnano”.

Mandorlini, "Con l’Inter serve spirito da battaglia"- "Quelle che restano sono  partite importanti, e dobbiamo pensare a fare punti contro chiunque, in ogni campo, a cominciare dall'Inter - afferma - Speriamo di ripetere la gara contro il Napoli, ma ogni partita ha la sua storia. L'Inter ha altre caratteristiche e qualità rispetto agli azzurri, noi dovremo scendere in campo con grande intensità e spirito da battaglia. Dal punto di vista della qualità - continua il tecnico - c'è troppa differenza, ecco perché dovremo fare una partita di carattere. Dovremo avere coraggio e massima concentrazione nelle situazioni di gioco". Nonostante la stagione non proprio brillante dei nerazzurri, Mandorlini non abbassa la guardia: " Con il nuovo allenatore e gli acquisti di gennaio c'è stato un periodo di adattamento -  afferma il tecnico -  non è automatico trovare subito i giusti meccanismi. Poi c'è sempre il campo che parla. Non so se riusciranno a rimettersi in piedi. Mi auguro che questo accada, ma da domenica, non da sabato. Io comunque penso solo al Verona - continua -  dobbiamo fare bene, perchè loro saranno concentrati. Vengono da una settimana tosta e sappiamo che sarà una partita difficile. Nella gara di andata avremmo meritato di vincere - ammette -  eravamo molto contenti. Non so che partita sarà questa, i momenti sono cambiati e loro saranno carichi per fare una gara importante"

Hellas Verona Portieri: 1 Handanovic, 30 Carrizo, 46 Berni. Difensori: 5 Juan Jesus, 6 Andreolli, 15 Vidic, 23 Ranocchia, 26 Felipe, 33 D'Ambrosio, 55 Nagatomo. Centrocampisti: 10 Kovacic, 13 Guarin, 18 Medel, 20 Obi, 27 Gnoukouri, 77 Brozovic, 88 Hernanes.Attaccanti: 8 Palacio, 9 Icardi, 11 Podolski, 28 Puscas, 91 Shaqiri, 97 Bonazzoli. 

Inter Portieri: 1 Rafael, 22 Benussi, 95 Gollini. Difensori: 2 Rodriguez, 3 Pisano, 4 R. Marquez, 5 Sorensen, 18 Moras, 25 R. Marques, 28 Brivio, 33 Agostini, 71 Martic.Centrocampisti: 8 Obbadi, 10 Hallfredsson, 19 Greco, 26 Sala, 27 Valoti, 30 Campanharo, 77 Tachtsidis. Attaccanti: 7 Saviola, 9 Toni, 11 Jankovic, 17 Lopez, 20 Lazaros, 21 Gomez Taleb, 70 Fernandinho. 

Andrea Mandorlini non ha a disposizione Ionita, bloccato tutta settimana da fastidi fisici e nemmeno è stato convocato per la gara di stasera che sarà sostituito da Obbadi, in un centrocampo a tre completato, come al solito, da Tachtsidis e Hallfreðsson. I ballottaggi principali riguardano la difesa: Pisano potrebbe non essere al top e al suo posto potrebbe quindi giocare Brivio, mentre Marquez si gioca le sue carte con Rodriguez. Tra i pali ci sarà Benussi, con Moras e Rodriguez centrali. Mentre in avanti ci saranno Juanito Gomez e Bosko Jankovic a sostegno di un Luca Toni che si è dimostrato molto in forma nell’ultima giornata.

Santon e Campagnaro non figurano fra i convocati (guai muscolari per i due) e Nagatomo non è al meglio a causa di un attacco febbrile. Mauro Icardi  guiderà l’attacco dell’Inter insieme a Palacio. Nemanja Vidic torna arruolabile e potrebbe rubare il posto a un distratto Juan Jesus, mentre a centrocampo dovrebbe essere confermato Shaqiri per Kovacic. Le chiavi del centrocampo saranno affidate ancora una volta a Brozovic, con Guarin e Medel a guardargli le spalle; in difesa dovrebbe esserci un’altra chance per Felipe che affiancherà Ranocchia, con Juan Jesus dirottato in fascia.


   

Le due formazioni si sono scontrate per 25 volte nella loro storia, anche se solo quattro di queste gare si sono disputate negli anni 2000. Il bilancio vede gli ospiti in vantaggio con 13 vittorie, a fronte delle 4 ottenute dai gialloblu, mentre sono 8 i pareggi registrati. .La squadra di casa non vince sul proprio campo in campionato dal lontano 1992, quando fu Rossi a decidere il match firmando il decisivo 1-0. Le ultime due trasferte a Verona dell’Inter sono state vincenti: nel 2002, la squadra in quel periodo allenata da Hector Cuper vinse addirittura per 3-0 grazie alla rete di Cristiano Zanetti e alla doppietta di Vieri,  l’anno scorso invece, la squadra di Mazzarri espugnò Verona con il risultato di 2-0, marcatori di quella partita furono Palacio e Jonathan. Tra le due squadre il segno X è uscito ben 9 volte, il più recente è il 2-2 del 5 Novembre 2001, quando l’Inter rimontò per due volte il vantaggio del Verona; in questa partita andarono a segno in ordine Bonazzoli, Farinos, Italiano e Hakan Sukur. Nella passata stagione i nerazzurri vinsero per 2-0 al Bentegodi grazie alle reti di Jonathan e Palacio, mentre per trovare l'ultima vittoria scaligera occorre risalire alla stagione 1991-1992, quando Rossi firmò l'1-0 per l'Hellas. Il match di andata invece terminò in parità, con Nico Lopez che siglò il 2-2 allo scadere

L'arbitro sarà Paolo Tagliavento della sezione AIA di Terni, coadiuvato dagli assistenti Marrazzo e Pegorin. Il quarto uomo sarà Schenone e i due arbitri addizionali Manganiello e Cervellera.