Diretta Lazio - Inter in il risultato della partita di Serie A (1-2)

Diretta Lazio - Inter in il risultato della partita di Serie A (1-2)
Lazio
1 2
Inter
Lazio : (4-2-3-1) : Marchetti; Basta, Mauricio (27° Braafheid), Ciani, Radu; Parolo, Biglia; Candreva (Keita 76°), S.Mauri, Felipe Anderson; Klose (Berisha 63°). Panchina: Strakosha; Gentiletti, Cavanda, Pereirinha; Ledesma, Onazi, Cataldi; Djordjevic, Perea. Panchina: Pioli.
Inter : (4-3-1-2) : Handanovic; D'Ambrosio (Nagatomo 67°), Ranocchia, Vidic, Juan Jesus; Guarin (Podolski min.45), Medel, Kovacic, Hernanes; Palacio (Brozovic 91°), Icardi. Panchina: Carrizo; Andreolli, Felipe; Di Marco, Santon; Gnoukouri; Puscas, Bonazzoli, Shaqiri. Allenatore: Mancini.
SCORE: 1-0, min.7, Candreva (L), 1-1, min.27, Hernanes (I), 1-2 min.84 Hernanes
ARBITRO: Massa ammonisce D'Ambrosio (I) all'11°, S.Mauri (L) al 24°, Hernanes (I) 67°, Biglia (L) 70°, Nagatomo (I) 92°. Espelle Mauricio (L) al 23°, Marchetti (L) 61°.
NOTE: Stadio Olimpico, 35° giornata di Serie A.

Per questa sera è tutto. Johnathan Scaffardi e Vavel Italia vi ringraziano per aver seguito la partita in nostra compagnia.

22.44 - In attesa del posticipo di domani tra Genoa e Torino, col successo odierno, l'Inter risponde a Sampdoria e Fiorentina a tre turni dal termine. La Lazio non sfrutta la caduta della Roma e il pari del Napoli, anche per la Champions giochi aperti.

Ripresa elettrica, Lazio in nove per il rosso a Marchetti, Berisha para il rigore di Icardi, i biancocelesti capitolano nel finale, piegati, ancora, da Hernanes. Partita ricca di episodi da moviola. Espulsione giusta di Mauricio, ma sul primo gol di Hernanes Medel è in offside. Da rivedere anche diversi contatti in area Lazio, alla fine, però, conta il risultato. L'Inter fatica a imporre la superiorità, come già al Friuli, ma esce con l'intera posta e sogna l'Europa.

95' - Berisha ipnotizza Brozovic, arriva poi il triplice fischio di Massa, fischi dell'Olimpico, non basta l'orgoglio alla Lazio, Hernanes spinge l'Inter.

93' - Tutti dentro. Ultima occasione con ogni probabilità per la Lazio. Interessante piazzato sulla trequarti. Nulla di fatto, Biglia esagera in potenza.

91' - Palacio lascia il campo, manciata di minuti per Brozovic.

89' - Scontro tra Parolo e Vidic, ha la peggio il centrale nerazzurro, colpito al costato.

86' - Con sicurezza Handanovic in uscita, l'Inter torna a salire.

Ora serve un miracolo alla Lazio, 5 più recupero al termine.

84' - GOOOOOLLL!! Hernanes!!!! Palacio libera di tacco Hernanes, inserimento e sinistro a battere Berisha!! 1-2!!

83' - Magia di Kovacic, cross basso e teso di Juan, ma manca ancora la giusta concretezza all'Inter, Podolski impacciato.

81' - Hernanes si porta la palla sul sinistro  e calcia, ma non inquadra lo specchio.

78' - Recupera palla Kovacic, serve sul dischetto Podolski, ma la conclusione è ancora rivedibile.

76' - Keita per uno stremato Candreva.

75' - Liscio di Podolski!! L'unico ad avere i colpi nell'Inter sembra Kovacic, quando strappa la Lazio balla. 

70' - Possesso palla dell'Inter ma la Lazio non cade, troppa lenta la circolazione ospite. Cartellino per Biglia, fallo da dietro su Kovacic. Una furia Mancini, non soddisfatto. 

67' - Giallo per Hernanes, diffidato salterà la Juventus. Mancini si gioca Nagatomo per D'Ambrosio.

66' - Cuore Lazio, Candreva guadagna l'angolo.

63' - BERISHA!!!!! DICE NO A ICARDIIIIII!!! Calcia male l'argentino, si resta in parità!

Riviviamo l'azione. Medel cerca Icardi, uno-due con Hernanes, Icardi sposta la palla prima dell'arrivo di Marchetti e cade in area. Da valutare il contatto. Fuori Klose, in campo Berisha.

61' - Rigore per l'Inter, rosso a Marchetti!! Altra tegola per Pioli!!

59' - Handanovic!! Stupendo su Klose! perfetta la palla in verticale di Candreva, male Juan Jesus sul tedesco! Lazio vicina al vantaggio.

57' - Tiraccio di Podolski, prima grande azione dell'Inter, ma Palacio perde il tempo e Hernanes è ben contrato.

56' - Fuorigioco di Palacio millimetrico, grande combinazione con Icardi.

52' - Hernanes va in porta dalla sinistra, Marchetti smanaccia in angolo.

50' - Ranocchia anticipa Ciani, corner per la Lazio. I padroni di casa provano a sfruttare al meglio le palle inattive, ma il seguente colpo di testa di Klose si addormenta tra le braccia di Handanovic. 

48' - Partita di sacrificio per la Lazio, Candreva costretto agli straordinari su Palacio. Kovacic è ora nella posizione di regista, al fianco di Medel.

20.48 - Tocca a Podolski, ecco la risposta. Guarin lascia il campo e Mancini lancia il tedesco. In tre alle spalle di Icardi, a destra l'ex Bayern.

20.44 - Squadre pronte al rientro in campo. Mancini col dubbio Guarin, riscaldamento per Brozovic e Podolski. Il colombiano ce la fa?

21.41 - Questo invece l'1-0 di Candreva

Termina sull'1-1 la prima frazione di gara all'Olimpico. Grande pathos nel posticipo serale. La Lazio parte meglio e va in vantaggio con Candreva, su assist del solito imprendibile Felipe Anderson, magico nel mettersi tutti dietro cavalcando la fascia. L'Inter reagisce e si fa vedere davanti. A metà primo tempo l'episodio chiave: passaggio a pallonetto per Palacio dal limite. El Trenza è fermato in maniera irregolare da Mauricio. Nonostante la trattenuta sia minima Massa opta per il rosso. Sulla punizione dal limite Hernanes trova il pareggio, sfruttando anche la visuale nulla di Marchetti, che infatti si lamenterà per un fuorigioco parso evidente. L'ambiente si incattivisce e le squadre si allungano. L'Inter, in vantaggio di un uomo, si affaccia davanti ma rischia sulle ripartenze: Parolo e Felipe Anderson i più pericolosi

Massa fischia la fine del primo tempo. E' 1-1 fra Lazio ed Inter.

47° - Angolo per la Lazio dopo la buona punizione di Biglia alzata sulla traversa da Handanovic. Sul corner svetta Ciani senza rendersi pericoloso.

46° - Felipe Anderson parte ancora. E non si ferma, non si ferma mai. Davanti gli si para davanti, facendolo cadere. Sarà punizione. Tirerà Candreva, sul punto di battuta anche Biglia

44° - Gioco fermo: dopo la punizione calciata in maniera molto forte Guarin ha probabilmente subìto un risentimento muscolare. Il colombiano è fermo per terra. Si scaldano Brozovic e Podolski. Saranno due i minuti di recupero

43° - Punizione decentrata per l'Inter (atterrato Hernanes, fischiato dai suoi ex tifosi) : bello schema con Hernanes che di tacco appoggia per Icardi. Maurito appoggia a Guarin che fa partire il siluro: chiude la porta Marchetti. Sull'angolo conseguente buono stacco di testa di Vidic che quasi non trova la porta

21-29 - Il gol di Hernanes. Ancora più netta la posizione di fuorigioco da parte di alcuni giocatori dell'Inter:

21.26- Il momento della punizione dell'1-1 di Hernanes. Marchetti ha la visuale ostruita dalla muraglia di uomini nerazzurri e biancocelesti

35° - L'Inter prova a congelare i ritmi facendo leva sull'uomo in più. Con l'inferiorità numerica imperante la Lazio non pressa più di tanto, per evitare di scoprirsi, e l'Inter fa possesso. Ma occhio, la Lazio riparte e per poco Biglia non innesca Klose in area: fraintendimento fra i due e palla che torna da Handanovic

34° - Ritmi molto alti adesso, ed animi molto caldi. La Lazio si dispone con un 4-4-1 attualmente

31° - Altro episodio dubbio in area laziale: Icardi crolla mentre aspetta un cross da destra ma nessuno se ne accorge. Sullo stesso cross arriva al tiro Palacio dalla media distanza ma Marchetti para ancora

29° - La Lazio si rende pericolosa in area avversaria ma l'Inter ora può far malissimo con le ripartenze. Marchetti deve uscire per fermare Palacio, a cui era diretto un lancio dalla trequarti.

21.18 - Il momento del rosso a Mauricio

28° - Tiro da fuori potente ma poco preciso di Icardi che riceve da Hernanes e prova la conclusione

27° - Intanto Pioli mette mano alla sua formazione dopo l'espulsione di Mauricio: fuori S.Mauri e dentro Braafheid con Radu che si sposta da terzino sinistro a centrale di difesa. Gentiletti, unico centrale puro in panca, non è infatti al massimo. 

25° - PAREGGIA CON HERNANES L'INTER. PUNIZIONE CALCIATA SUL PALO DEL PORTIERE DALL'EX LAZIALE. E' 1-1 MA MARCHETTI SI LAMENTA: FUORIGIOCO ATTIVO DI PALACIO, CHE SI ERA STACCATO DALLA BARRIERA POCO PRIMA DEL CALCIO PIAZZATO. ESULTA HERNANES

25° - Punizione dal limite per l'Inter.

23° - ROSSO A MAURICIO. IL DIFENSORE EX SPORTING LISBONA FERMA IN MANIERA FALLOSA PALACIO, PRONTO AD AFFRONTARE IL SOLO MARCHETTI SULLA VIA DEL GOL. Palacio era diretto in porta ed era in posizione regolare. Decisiva la spinta di Mauricio. Lazio in 10, ammonito Mauri per protesta. Sarà punizione per l'Inter

19° - Forse troppo egoista Hernanes. Il brasiliano va via in contropiede ma è marcato da Mauricio che non gli concede lo specchio della porta. Hernanes ha a disposizione il passaggio per Icardi ma preferisce rientrare sul sinistro. Il Profeta finisce per perdere palla in area avversaria.

17° - Vicinissimo al 2-0 la Lazio. Ranocchia da solo a difendersi dal contropiede laziale: Klose mette in mezzo ma Mauri non ne approfitta. La palla schizza all'indietro per Parolo ma l'Inter salva ancora prima con Handanovic, super parata, e poi con Ranocchia, bravissimo nel colpo di testa a salvare tutto 

16° - Contatto dubbio sulla percussione di Palacio. El Trenza, palla al piede, prova il break ma rovina al suolo chiedendo un rigore

13°- Icardi si mangia un'occasione enorme. La difesa della Lazio sale all'unisono su Hernanes, padrone della sfera sulla trequarti. L'ex della gara allarga per Icardi che con molto specchio a disposizione spara troppo forte e quindi alto sulla traversa. Una grossa chance mandate alle ortiche per Maurito.

11° - Primo giallo della gara: ammonito D'Ambrosio che atterra Felipe Anderson involatosi in contropiede.

10° - Mancini stizzito in panchina: "Non possiamo prendere gol ad ogni minimo errore". L'allenatore se la prende coi centrali, secondo lui poco attenti

Candreva è al sesto gol nelle ultime sette partite giocate all'Olimpico

7° - LAZIO IN VANTAGGIO ALL'OLIMPICOOOOOO! HA SEGNATO CANDREVA. GRANDISSIMA PERCUSSIONE DI FELIPE ANDERSON CHE SCAPPA SUL BINARIO SINISTRO E METTE IN MEZZO. A RIMORCHIO CANDREVA NON PUO' FALLIRE. HANDANOVIC TOCCA MA NON QUANTO BASTA. 1-0.

- Primo tiro del match: Candreva converge da destra verso il centro e lascia partire un tiro secco e potente diretto sul primo palo. Handanovic respinge. Sulla ribattuta Basta prova anche'egli un tiro forte sul primo ma la traiettoria della sfera finisce fuori.

1° - Sta facendo buona guardia la Lazio quando l'Inter cerca di mettere il naso fuori in questi minuti iniziali. Due buone chiusure di Mauricio a metà campo ed un recupero di Candreva. Sono i padroni di casa ad imporre il ritmo

1° - E' cominciata Lazio - Inter. Calcio d'inizio biancoceleste

20.45 - Mauri e Ranocchia, al centro del campo, si scambiano i gagliardetti. Le squadre sono in campo e fra poco prenderà il via la sfida fra Lazio ed Inter

20.36 - Il riscaldamento dell'Inter




20.34 - Prima della gara di oggi la Primavera della Lazio, vincitrice della Coppa Italia di categoria, farà un giro di campo

20.14 - Guarin: "Abbiamo un'opportunità e vogliamo approfittarne. È una partita importante. Tutti dobbiamo metterci di più"

20.12 - La panchina della Lazio: Berisha, Strakosha; Gentiletti, Braafheid, Cavanda, Pereirinha; Ledesma, Onazi, Cataldi; Keita, Djordjevic, Perea.

20.07 - Ecco la formazione ufficiale della Lazio. Pioli si sbilancia come previsto: per i biancocelesti 4-2-3-1 con i tre tenori Felipe Anderson, Candreva e Stefano Mauri tutti in campo dietro Klose. A centrocampo giocano Parolo e Biglia, quest'ultimo alla prima da titolare dopo 3 giornate di stop per infortunio. Infine in difesa non si richia de Vrij, appena rientrato: al suo posto - con Mauricio - c'è Ciani.

La formazione nel dettaglio:
(4-2-3-1) : Marchetti; Basta, Mauricio, Ciani, Radu; Parolo, Biglia; Candreva, S.Mauri, Felipe Anderson; Klose.

20.02 - Due risultati importati per Lazio ed Inter. Grazie al pareggio del Napoli con una vittoria oggi la Lazio si porterebbe a +6 sul Napoli quarto a due giornate dalla fine. I tre punti oggi sarebbero una seria ipoteca sul posto in Champions League. 

La vittoria della Fiorentina allontana l'Europa dalle grinfie dell'Inter: l'EL non dista più 3 punti ma ben 5, vista anche la vittoria della Samp ad Udine oggi pomeriggio. Occhio però alla vicenda Genoa-licenza Uefa...

20.00 - Ricca di gol anche la sfida del Castellani fra Empoli e Fiorentina. A spuntarla nel derby toscano sono i Viola: è 2-3. Apre le danze un Ilicic sempre più in forma che si candida a titolare per il Siviglia. La pareggia il solito immarcabile Saponara. Nel secondo tempo la Fiorentina sprinta e trova il doppio vantaggio: Salah (subentrato) interrompe il digiuno con un grande assolo ed Ilicic raddoppia il suo conto personale con un tiro a giro. A rendere meno amaro il passivo Levan Mchedlidze con il 2-3 finale.

19.58 - In attesa dell'XI laziale ecco i finali delle gare delle 18. Il Napoli impatta 2-2 a Parma nell'ennesima eroica prestazione ducale in quel del Tardini: i partenopei devono sudare molto per riprendere la squadra di Donadoni, passata in vantaggio due volte, prima con Palladino e poi con Jorquera. Per il Napoli reti di Gabbiadini e Mertens.

19.56 - In panchina per l'Inter: Carrizo; Andreolli, Felipe; Di Marco, Nagatomo, Santon; Gnoukouri, Brozovic; Puscas, Bonazzoli, Shaqiri, Podolski.

19.51 - Ecco l'undici dell'Inter. Rese ufficiali le scelte di Mancini. La principale novità arriva dal centrocampo, dove Kovacic supera la concorrenza di Gnoukouri e Brozovic e va a prendersi la casella di mezzala sinistra. Il Mancio recupera poi Ranocchia e lo piazza al fianco di Vidic con Juan Jesus confermato terzino sinistro. Dietro le punte Icardi e Palacio, infine, il titolare è Hernanes: Shaqiri alla sesta panchina consecutiva in Serie A.

Ecco l'XI nel dettaglio:
(4-3-1-2) : Handanovic; D'Ambrosio, Ranocchia, Vidic, Juan Jesus; Guarin, Medel, Kovacic, Hernanes; Palacio, Icardi.

19.50 - L'Inter è all'Olimpico. Test del campo per Kovacic e compagni


19.45 - Alcune immagini dallo spogliatoio nerazzurro. Shaqiri contro Hernanes, chi il titolare oggi?



Palacio ritroverà la via del gol dopo 4 partite a secco in Serie A?

19.45 - Buonasera e benvenuti alla diretta scritta live e di Lazio - Inter (20.45), incontro valido per la 35° giornata della Serie A Tim. La voglia di Champions della Lazio, la rincorsa all'Europa League dell'Inter, una volata lunga quattro giornate, la prima fermata all'Olimpico di Roma.

Presentazione a cura di Johnatan Scaffardi

Il momento - La Lazio di Pioli vive un finale di stagione a fasi alterne, dopo aver corso a perdifiato per agganciare il treno Champions, una naturale flessione, causata da preoccupanti infortuni, ora la necessità di ritrovare la giusta quadratura per non gettare al vento un'occasione propizia. Nel turno da poco finito in soffitta, solo un pari con l'Atalanta, impegnata nella corsa salvezza. Il rientro di alcuni effettivi, da Parolo fino a Biglia, consente a Pioli di ritrovare la vera Lazio.

Mancini maledice invece i due punti gettati con il Chievo. L'Inter è in serie positiva, ma la parziale frenata contro l'undici di Maran complica i piani, perché il calendario propone, dopo la trasferta dell'Olimpico, l'incrocio con la Juventus. La speranza Europa League è appesa a una serie di buoni risultati e a qualche defaillance altrui. Il Genoa rischia di non ottenere la licenza Uefa, il Torino viene dalla clamorosa sconfitta con l'Empoli, la Sampdoria non vince più e la Fiorentina deve reagire alla debacle di Coppa, difficile identificare oggi una reale pretendente, ecco perché ogni giornata è buona per l'allungo.

I precedenti - In 77 partite giocate in casa (comprese le coppe), la Lazio vanta 27 vittorie e 20 sconfitte, con 102 gol all'attivo e 92 al passivo. I pareggi sono quindi 29 ma per il più recente dobbiamo risalire addirittura alla stagione 2007-2008, alla 31° giornata, quando davanti a circa 30.000 spettatori le due formazioni impattano con le marcature dell’ex Hernan Crespo e del futuro capitano Tommaso Rocchi.  L'ultima affermazione dell'Inter risale all'anno del Triplete, Mourinho espugna per 2-0 l'Olimpico. Da allora solo Lazio, quattro successi.

La gara d'andata - Roboante 2-2 nel primo atto di stagione. Lazio trascinata al doppio vantaggio da un incontenibile Felipe Anderson, Mancini sveglia l'Inter nell'intervallo e nei secondi 45 minuti arriva l'aggancio nerazzurro. Kovacic disegna una meraviglia dal limite, Palacio pareggia a dieci dal termine.

Le probabili formazioni  - Pioli recupera effettivi pesanti. A disposizione Biglia e Klose, non De Vrij. Il modulo è il consueto, 4-2-3-1, davanti a Marchetti, da destra a sinistra, Basta, Mauricio, Ciani e Radu. Con il rientro di Biglia in regia, Cataldi rischia la maglia da titolare, favorito è infatti Parolo, con Mauri alle spalle di Klose. Sugli esterni, Candreva e F.Anderson.

Unica assenza di rilievo, oltre a quella del centrale olandese, Senad Lulic. Diversi a rischio squalifica: Cataldi, De Vrij, Keita, Ledesma, e Radu.

I convocati. Portieri: Marchetti, Berisha, Strakosha. Difensori: Basta, Braafheid, Cavanda, Ciani, Mauricio, Gentiletti, Novaretti, Radu, Pereirinha. Centrocampisti: Felipe Anderson, Candreva, Cataldi, Ledesma, Biglia, Mauri, Parolo, Onazi. Attaccanti: Keita, Djordjevic, Klose, Perea.

Mancini ha un unico dubbio: Gnoukouri favorito su Kovacic nel ruolo di mezzala sinistra. Rientrato l'allarme Ranocchia. Il centrale, smaltito l'affaticamento, si candida per un posto al fianco di Vidic. Con il capitano in campo, Juan confermato a sinistra, D'Ambrosio più di Santon a destra. Medel e Guarin in mediana, Hernanes si posiziona sulla trequarti a danno di Shaqiri, davanti Palacio e Icardi.

Jonathan, Dodò, Campagnaro e Kuzmanovic tra gli indisponibili, in diffida Dodò, Campagnaro, Hernanes, Palacio e Shaqiri.

I convocati: Portieri: 1 Handanovic, 30 Carrizo, 46 Berni; Difensori: 5 Juan Jesus, 6 Andreolli, 15 Vidic, 21 Santon, 23 Ranocchia, 26 Felipe, 33 D'Ambrosio, 55 Nagatomo, 93 Dimarco; Centrocampisti: 10 Kovacic, 13 Guarin, 18 Medel, 27 Gnoukouri, 77 Brozovic, 88 Hernanes; Attaccanti: 8 Palacio, 9 Icardi, 11 Podolski, 28 Puscas, 91 Shaqiri, 97 Bonazzoli.

Le voci della vigilia - Mancini "Giocare a San Siro è la cosa più bella che c'è, certo ora dal punto di vista tattico un po' lo patiamo. In questo momento tutti possono dare qualcosa, anche chi non gioca dall'inizio. Devono essere tutti pronti anche per dieci minuti. In questo periodo Shaqiri è in panchina perché è calato fisicamente e perché Hernanes sta giocando meglio. Può dare molto di più e rimane uno dei nostri giocatori più importanti. Vidic invece sta facendo molto bene perché è cresciuto fisicamente. Esperienza e qualità ne ha". Obiettivo Europa "Questa competizione è così, abbiamo preso la peggior squadra nel peggior momento, cioè il Wolfsburg, mentre il Dnipro invece ha avuto avversari semplici, ma noi le qualità per arrivare in fondo le avevamo. Faremo l'impossibile per giocarci anche l'anno prossimo, ma anche se non ci arriviamo lotteremo per i massimi posti. Del resto noi siamo una squadra che deve giocare per il campionato e per entrare in Champions". Il mercato "Con Yaya Tourè non ho parlato, è un giocatore del Manchester City, normale che ci siano altre squadre su di lui perché è un campione. Quanto a Dybala non so perché debba preferire l'Inter alla Juventus, siamo tutti grandi club, capita di non giocare in Champions per qualche stagione. Non so con chi andrà a giocare e in base a quale motivazione. Thiago Motta con l'Inter ha vinto tanto, ma è del Psg in questo momento".

Pioli "Abbiamo le qualità per battere l'Inter, sarà una gara difficilissima, ma abbiamo grandi giocatori, l'entusiasmo del pubblico che ci darà una spinta e la voglia di stupire, ancora. Abbiamo  Recuperato Klose, Biglia è disponibile e nove su dieci giocherà.Il rinnovo del mio contratto? Non se ne parla, oggi penso solo alle partite che ci aspettano, anche perché il rinnovo è una pura formalità. Abbiamo raggiunto un obiettivo, ma puntiamo più in alto.  l'Inter è una squadra con un grande potenziale offensivo, e per batterla dovremo fare un passo in più a livello di continuità, di prestazione. Servono grandi prestazioni per arrivare in Champions League, per completare al meglio la stagione. Da quando alleno la Lazio ho commentato le prestazioni che i miei giocatori hanno durante la settimana. Tutti i giocatori, compreso Mauri, sono concentrati per finire al meglio il nostro campionato e il nostro lavoro. Altre cose non voglio commentarle.De Vrji non credo che giocherà. Spero possa giocare la prossima partita. Anderson? è  un ragazzo che lavora molto, che sta crescendo, non bisogna avere fretta e lui lo sa. Ha fatto cose splendide ed è importante anche quando non gioca".