Mancini: "Col Carpi sarà difficile. Icardi non giocherà"

Nel giorno dell'arrivo di Perisic, il tecnico nerazzurro sottolinea le insidie della sfida di Modena e fa il punto sugli uomini attualmente a sua disposizione.

Mancini: "Col Carpi sarà difficile. Icardi non giocherà"
Roberto Mancini, allenatore dell'Inter

Sabato di vigilia in casa Inter, con i nerazzurri che domani faranno visita alla neopromossa Carpi. Dopo i tre punti dell'esordio casalingo con l'Atalanta, l'obiettivo è trovare la continuità giusta ed arrivare alla sosta prima del derby a punteggio pieno. Con Perisic che sta effettuando le visite mediche ma non potrà essere disponibile a Modena, ora l'Inter tenterà di chiudere con Eder, prima di tuffarsi su un terzino sinistro (Siqueira) e di fare un ultimo tentativo con Felipe Melo. Poco fa il tecnico Roberto Mancini ha incontrato i giornalisti. Queste le sue parole in una conferenza stampa molto corta.

CARPI-INTER - "Non voglio parlare di Perisic, preferisco parlare del Carpi. Dobbiamo andare e giocare al 200%, è la prima partita in serie A della loro storia e loro daranno tutto. Mi preoccupa il fatto di giocare una partita che tutti pensano sia semplice, ma in Serie A partite semplici non ce ne sono. I ragazzi sono tutti a disposizione e sanno quello che devono fare. Icardi non sarà assolutamente rischiato".

MERCATO - "Voto alle operazioni dell'Inter? Il Carpi è una squadra pericolosa. Non voglio parlare né di Perisic né del mercato".

CAMPIONATO - "Le partite di inizio campionato sono tutte difficili, ci sarà da soffrire sempre. Ma dobbiamo avere la stessa mentalità dell'esordio. In Italia c'è troppa pressione, oggi addirittura sulle amichevoli".

SQUADRA - "Questa è una squadra che sta nascendo, ci vuole un po' di tempo per metterla insieme. Non siamo ancora superiori dal punto di vista fisico ma l punto su questo bisogna lavorarci. In centrocampo al momento abbiamo diversi giocatori non al massimo, ma se fanno come domenica va bene".