Mancini: "Dobbiamo chiudere prima le partite"

Il tecnico analizza la prestazione di Modena e replica ad alcune voci di mercato.

Mancini: "Dobbiamo chiudere prima le partite"
Mancini: "Dobbiamo chiudere prima le partite"

Il secondo successo in altrettante uscite, un abbrivio importante verso il derby, in programma dopo la sosta. Mancini chiude il cerchio con sei punti, dopo le uscite con Atalanta e Carpi e può lavorare ora con serenità sui limiti della sua squadra. La gara di Modena evidenzia le difficoltà dei nerazzurri, costretti agli straordinari per superare l'undici di Castori. Il tecnica esalta Jovetic - decisivo - e racconta il match.

"Se fosse finito oggi il campionato sarebbe ottimo, ma ne mancano trentasei... Jovetic? L'abbiamo preso per gli assist e per i gol. Stevan può migliorare ancora tantissimo, così come tutta la squadra. Il gol del Carpi è venuto fuori da un tiro che è arrivato in mezzo all’area trasformandosi in cross. Noi avremmo dovuto chiudere prima la partita e vivere un po' più tranquillamente il secondo tempo. Poi è chiaro, qualche occasione sullo 0-0 puoi anche concederla. In ogni caso siamo stati bravi a crearci le occasioni dopo avere preso gol".

Sul mercato, "rinvia" i saluti di Hernanes, nelle ultime ore in orbita Juve, dopo l'approdo di Draxler al Wolfsburg. Allegri insegue un trequartista e a 24 ore dalla chiusura della sessione estiva il brasiliano è obiettivo concreto.

In entrata, fari su Eder. Accordo vicino, ma la prestazione odierna rischia di stoppare la partenza del folletto blucerchiato, incontenibile al San Paolo.

"Hernanes alla Juve? Mi giunge nuova, è un giocatore molto forte e importante per noi, non ha giocato solo per problemi fisici e in quel ruolo ho inserito Brozovic"

"Sono felice per la Samp e per Walter Zenga, che è un amico".

Chiude Guarin. Il colombiano entra con forza nella partita, decisivo prima nell'assist a Jovetic per il vantaggio e poi in occasione del rigore. Nel mezzo diverse sbavature, a conferma di una continuità ancora latente.  

"Per noi era importante vincere, anche se lo abbiamo fatto con grande difficoltà grazie ad un Carpi più aggressivo nel secondo tempo. Noi però siamo stati concentrati fino in fondo. Per noi è importante la mentalità perché i giocatori li abbiamo. Ci vuole concentrazione".