Mancini tra Juve e Inghilterra: "Sono ancora i più forti. Premier? Vincerà il City..."

A due giorni dalla sfida di San Siro, il tecnico dell'Inter ha rilasciato dichiarazioni a BBC Radio.

Mancini tra Juve e Inghilterra: "Sono ancora i più forti. Premier? Vincerà il City..."
Mancini tra Juve e Inghilterra: "Sono ancora i più forti. Premier? Vincerà il City..."

Un momento delicato che si apre in maniera tutt'altro che banale. Per l'Inter comincia un ciclo di cinque gare che la porterà ad affrontare tre insidiose trasferte e le due casalinghe contro Juventus, domenica sera, e Roma. Lo ben sa Roberto Mancini, che è conscio dell'importanza che il prossimo mese avrà per la sua squadra, e lo ha spiegato oggi alla radio BBC World Service, nel programma World Football: "Le prossime partite saranno importanti per noi. La sfida di domenica è fondamentale sia per noi che per la Juventus. Se vinciamo, diamo un indirizzo ben preciso alla nostra stagione. L'obiettivo è quello di essere tra le prime tre. Lo Scudetto? CI speriamo. Siamo una buona squadra, tutto è possibile".

Puntare in alto, ma rimanere con i piedi per terra, anche perchè la favorita per Mancini veste ancora bianco e nero: "La Serie A è sempre molto difficile. Bisogna aspettare ancora un po' di tempo per capire i reali valori delle squadre. Credo comunque che la Juventus resti la squadra da battere. Hanno cambiato tanto, ma sono ancora i più forti". Con la Juve nel destino, un duello che si ripropone oggi come qualche anno fa, nella prima esperienza del tecnico a Milano: "Rispetto alla mia prima avventura qui, l'Inter è cambiata. Ma è sempre uno dei club più importanti al mondo e l'obiettivo deve essere sempre lo stesso: vincere. Con Moratti il club era come una grande famiglia. E' sempre più difficile, però, che una persona riesca a mettere tutti i soldi necessari per la gestione della squadra. Dunque affidarsi a proprietà straniere può essere la soluzione ideale".

Con la sua strada si è incrociata quella di Mario Balotelli: "Ci siamo parlati in occasione del derby. Ha grande talento, spero che possa tornare ad esprimersi a grandi livelli. Io gli ho detto di lavorare e soprattutto di comportarsi bene". E poi una parentesi dedicata alla Premier League: "Sono stato tre anni e mezzo al Manchester City, è stata una grande esperienza. Chelsea in crisi? Mourinho lo riporterà in alto, ha l'esperienza giusta. Ma penso che il campionato lo vincerà il City".