Verona-Inter, le ultime

Una delle gare più importanti della giornata calcistica di oggi è in programma allo stadio "Bentegodi" alle ore 12,30. Le sfidanti sono il Veona e l'Inter, reduci da una vittoria nel turno infrasettimanale (per l'Hellas si è trattato dei primi 3 punti in campionato). In questo lunch match cercano conferme per i rispettivi obietivi: i nerazzurri mirano al terzo posto, mentre gli scaligeri tentano la scalata verso un'insperata salvezza.

Verona-Inter, le ultime
(Getty images)
Verona
Inter
Verona: (4-4-2) Gollini; Gilberto, Helander, Moras, Pisano; Wszolek, Marrone, Ionita, Emanuelson; Toni, Juanito Gomez Panchina: Coppola, Marcone, Bianchetti, Samir, Albertazzi, Romulo, Jankovic, Greco, Furman, Fares, Pazzini Allenatore: Del Neri
Inter: (4-3-3) Handanovic; D'Ambrosio, Juan Jesus, Murillo, Telles; Brozovic, Felipe Melo, Kondogbia; Ljajic, Icardi, Eder Panchina: Carrizo, Berni, Santon, Nagatomo, Medel, Gnoukouri, Perisic, Biabiany, Manaj, Palacio Allenatore: Mancini
ARBITRO: Giacomelli (ITA)

Una cosa è certa: Inter e Verona venderanno cara la pelle e se la giocheranno fino all'ultimo respiro. Entrambe le squadre, specie i padroni di casa, hanno finora deluso le aspettative. Tuttavia, si sa che a volte basta un buon risultato per svoltare e cambiare in positivo anche le situazioni che sembrano irrimediabili. Da un lato Delneri inizia a intravedere i risultati dell'ottimo lavoro compiuto finora: dal suo arrivo il Verona è sempre stato in crescita e ora, a piccoli passi, stanno arrivando anche i risultati. Per la salvezza c'è davanti ancora una montagna, ma mai dire mai: la squadra ha dimostrato di saper lottare fino alla fine. Dall'altro lato c'è, invece, l'Inter che, dopo la batosta nel derby di sette giorni fa, è reduce dall'importante successo sul Chievo di mercoledì sera, il primo a San SIro del 2016. Dopo un periodo buio come quello dello scorso gennaio, Icardi e soci sanno che ormai non possono più sbagliare: la zona Champions non può sfuggire di mano.

Verona - Il nuovo acquisto Rebic è ancora indisponibile, così come è costretto a dare forfait l'ex nerazzurro Siligardi, a segno mercoledì sera contro l'Atalanta. Mentre sono ancora ai box Viviani e Souprayen. Per quanto riguarda l'undici titolare, Del Neri proporrà il 4-4-2, suo marchio di fabbrica, con Gollini tra i pali e difesa formata da Gilberto, arrivato in prestito dalla Fiorentina poche settimane fa e al debutto in maglia gialloblù, Moras, Helander e Pisano. Mentre a centrocampo gli esterni saranno Wszolek, ottimo tre giorni fa contro i bergamaschi, e l'ex milanista Emanuelson. In mediana spazio a Ionita e Marrone. In attacco, al fianco di Toni dovrebbe giocare Juanito Gomez, ma l'argentino è in ballottaggio con Pazzini.

Inter - Mancini deve fare i conti con la pesante assenza di Miranda, fermato dal giudice sportivo per questo turno. Al brasiliano si aggiubge anche Jovetic, indisponibile a causa di un guaio muscolare. Al posto dell'ex Atletico Mancini schiererà Juan Jesus al centro della difesa accanto a Murillo. Per il resto, 4-3-3 che vedrà Handanovic in porta e D'Ambrosio e Telles terzini, e centrocampo composto dalle mezzali Brozovic e Kondogbia e Felipe Melo in cabina di regia. Davanti, invece, spazio al tridente Ljajic-Icardi-Eder.

Probabili formazioni 

Hellas Verona (4-4-2): Gollini; Gilberto, Moras, Helander, Pisano; Wszolek, Ionita, Marrone, Emanuelson; Toni, Juanito Gomez. All: Delneri

Inter (4-3-3): Handanovic; D'Ambrosio, Murillo, Juan Jesus, Telles; Brozovic, Kondogbia, Felipe Melo; Ljajic, Icardi, Eder. All: Mancini