Inter - E' scontro con la Juve sul mercato. Juan Jesus saluta

Tanti gli intrighi e gli intrecci di mercato che vedono Inter e Juve sugli stessi obiettivi

Inter - E' scontro con la Juve sul mercato. Juan Jesus saluta
Witsel con la maglia del Belgio

L'Inter ha già messo a segno tre acquisti: Ansaldi, Banega e Erkin. La Juventus due, Dani Alves e Pjanic, e sta finalizzando Pjaca e Benatia. Eppure le due squadre hanno più di un obiettivo comune. 

Il primo di questi è Witsel, vicino al Napoli nelle scorse settimane, prima dello stop alla trattativa imposto da Maurizio Sarri. L'Inter è piombata sul giocatore incontrando il padre-agente e offrendo 22 milioni allo Zenit, la Juventus per adesso osserva da lontano. Con l'arrivo di Pjaca, la pista Cuadrado alla Juventus si è fortemente raffreddata e l'Inter si è prontamente inserita. Ausilio sarà nelle prossime ore o giorni a Londra per parlare con Conte di Cuadrado e probabilmente con il Tottenham di Erik Lamela, pallino interista già da qualche anno. Altro scontro-incontro di mercato fra le due società italiane è quello riguardante Keita della Lazio. Il giocatore ha fatto chiaramente capire a Lotito di voler andare via da Roma, la sua valutazione è sui 20 milioni di euro e data la giovane età, ma le già affermate qualità, sarebbe un ottimo acquisto sia per il momento che per il futuro. L'Inter sembra essere in vantaggio sulla Juve, ma le richieste di Lotito sono alte come sempre, non meno di 30 milioni ha dichiarato il patron biancoceleste.

Inter, il punto in entrata e in uscita - L'operazione Joao Mario si sta complicando in maniera irreversibile, il valore del giocatore, dopo la finale, è rimbalzato di 20 milioni verso l'alto, da 25 a 45, cifra che anche per Suning sembra essere esagerata per un giocatore che ha comunque tutto ancora da dimostrare. La soluzione preferita per la società cinese sarebbe il prestito di Alex Teixeira ai nerazzurri, ma il suo arrivo o quello di un altro extracomunitario chiuderebbe le porte all'arrivo a Gennaio di Gabriel Jesus, giovane crack del calcio brasiliano che l'Inter sta marcando stretto da tempo. In Cina, invece, potrebbe finire Eder, che, nonostante il buon europeo disputato con l'Italia, non è considerato uno degli incedibili. Nel frattempo Roger Martinez, al momento al Jiangsu, attaccante colombiano che ha giocato con la sua nazionale l'ultima Copa America, è stato promesso all'Inter, ma prima verrà valutato quest'anno con la maglia dei cinesi. Praticamente ufficiali poi gli acquisti dei due giovani Julian Illanes (classe 1997) dall'Instituto de Cordoba e Maj Roric (classe 2000) dall'NK Domzale. Mentre i nerazzurri si defilano quasi definitivamente dalla corsa a Candreva, sia per l'età del giocatore, non proprio un giovanotto, sia per il prezzo altissimo sparato da Lotito. 

In uscita, dopo il fallimento della trattativa col Sunderland, Santon sembra essere diretto a Torino, difatti la squadra di Cairo ha recentemente fatto un sondaggio per il terzino italiano. Murillo continua a dichiarare di non sapere nulla riguardo alla sua situazione di mercato, fra una settimana sarà in ritiro con la squadra, ma è chiaro che è uno dei sacrificabili e uno dei giocatori con più mercato nella rosa. Idem per quanto riguarda Brozovic, Medel e Eder. Il primo ha richieste sia dall'Inghilterra che dalla Spagna, stessa cosa per Medel con l'aggiunta della Russia. Il croato è valutato circa 25 milioni, 15 Medel così come Eder, il quale oltre alla Cina, ha richieste anche dall'Inghilterra. Infine Longo ha rifiutato la destinazione Trapani e su di lui è piombato il Pisa di Gattuso.