Candreva-Inter, si chiude. Si cerca un uomo a centrocampo

Antonio Candreva vede sempre più neroazzurro, con Ausilio  pronto ad ultimare l’affare. Si valutano idee per la mediana.

Candreva-Inter, si chiude. Si cerca un uomo a centrocampo
Candreva-Inter, la scelta sarà l'87. Si cerca un uomo a centrocampo

Vicina ai titoli di coda l’acquisizione di Antonio Candreva da parte dell’Inter. Mancini sarà accontentato, con l’esterno della Lazio che non vede l’ora di approdare alla Pinetina. Come riporta la Gazzetta dello Sport,  il d.s. Piero Ausilio, di concerto con l’agente Federico Pastorello, sarebbe vicino alla chiusura dell’affare per una cifra intorno ai 25 milioni di euro (22 più 3 di bonus legati alla qualificazione in zona Champions).

Tra oggi e domani dovrebbe avvenire lo scambio di documenti tra le due società, con il giocatore atteso, in questi giorni o al più tardi nella giornata di giovedì, per le visite mediche. Voci fanno trapelare come Candreva avrebbe optato per il numero 87, senza escludere il 6 che porta in Nazionale. L’esterno si sta allenando a parte a Formello con la Lazio in attesa del buon esito della trattativa. Il giocatore andrebbe a percepire uno stipendio poco inferiore ai 3 milioni di euro.

Ancora la rosea riporta l’interessamento dell’Inter nei confronti di Diarra, ma non sarebbe propriamente così. Infatti, il nome del centrocampista del Marsiglia non sarebbe un’idea della proprietà, l’età “avanzata” di 31 anni non rientrerebbe nel “target” di Suning, bensì del mister Mancini che vorrebbe un innesto d’esperienza per la sua mediana. Però per l’ingresso di un nuovo centrocampista occorre una cessione. Esclusa quella di Gnoukouri (partenza in prestito per incrementare il minutaggio), l’indiziato numero 1 dovrebbe essere Felipe Melo (visto l’ingaggio pesante), che però ad ora non ha offerte. Chiusura sulla difesa, con Ranocchia che potrebbe salutare (interessa al Sassuolo, ma non c’è ancora niente di ufficiale), al suo posto si valuta l’alternativa Ferrari del Crotone, ma c’è da battere la concorrenza proprio dei neroverdi.