Inter-Palermo: le probabili formazioni

L'Inter di de Boer alla sfida contro i rosanero, per provare che non si lavora bene solo fuori dal campo. Dal canto suo il Palermo deve dare prova di poter combattere per restare in Serie A

Inter-Palermo: le probabili formazioni
Inter-Palermo: le probabili formazioni

Prima giornata che non ha portato punti a nessuna delle due squadre. Chiaramente la sconfitta dell'Inter a Verona contro il Chievo per 2-0 ha fatto molto più rumore di quella casalinga del Palermo per 0-1 contro il Sassuolo, una delle squadre più in forma, se non la più in forma del campionato. I nerazzurri sono chiamati ad una reazione e ad una risposta, quella dal mercato è già arrivata col doppio colpo Gabigol-Joao Mario, venuto a costare 70 milioni di euro e più. Il Palermo non ha nulla da perdere nella sfida a San Siro, ma è chiaro che anche un solo punto sarebbe fondamentale in chiave salvezza, visto che i rosanero sono dati dai bookmakers come sicura retrocedente, dopo aver venduto i propri gioielli e aver fatto un mercato pieno di nomi sconosciuti e giovani speranze. 

QUI INTER- de Boer ritrova in difesa Jeison Murillo, di più sicura affidabilità rispetto a Ranocchia, che, sia nel precampionato che nella sfida contro il Chievo Verona, ha mostrato nuovamente i suoi tanti limiti difensivi. Con Ansaldi e Nagatomo k.o, la difesa sarà composta da Santon, il quale ha convinto molto in settimana l'allenatore olandese, e D'Ambrosio che stringerà i denti dopo il lieve affaticamente accusato giovedì. Miranda chiaramente chiuderà le fila. A centrocampo Banega verrà retrocesso a fare il regista davanti alla difesa, ruolo che probabilmente non piace molto all'argentino, ma che potrebbe giovare e non poco al gioco dell'Inter. Kondogbia e Medel interni di centrocampo. L'attacco dovrebbe essere confermato: Eder, Perisic e Icardi. In porta Samir Handanovic, ancora dalla panchina Candreva.

QUI PALERMO- Ballardini decide di cambiare qualcosa nel Palermo dopo la sconfitta nella gara interna contro il Sassuolo e schiera un più difensivo 3-5-1-1 con Quaison dietro l'unica punta che dovrebbe essere Nestorovski, in ballotaggio con Balogh. In difesa confermato solo Vitiello: Goldaniga, che tanto bene ha fatto l'anno scorso, dovrebbe prendere il posto, e forse non solo per questa partita, dello squalificato Rajkovic, Andelkovic è favorito sul polacco Cionek. Nel centrocampo a cinque spazio a Chochev assieme a Gazzi ed Hiljemark, esterni Rispoli ed Aleesami. Fuori dai titolari quindi Embalo, prima convocazione per Buoy, ancora ai box Morganella e Trajkovski. Posavec confermato in porta.