De Boer: "Vogliamo i 3 punti, questa è la cosa più importante per domani"

Frank De Boer parla alla vigilia del match tra Pescara e Inter

De Boer: "Vogliamo i 3 punti, questa è la cosa più importante per domani"
De Boer

Giorno di conferenza per De Boer alla vigilia di Pescara-Inter. Queste le prime impressioni del tecnico:

"Ovviamente non siamo contenti di questo avvio e delle prime due partite. Oggi è il primo giorno in cui potremo lavorare al completo in vista della partita di domani. Sono fiducioso, penso che potremo raccogliere dei punti. Siamo felici di poter giocare tre partite, anche se non è positivo che abbia dovuto rinunciare a parecchi giocatori per gli impegni con le Nazionali. Ma alcuni di loro hanno giocato 90', questo è buono per noi. Vogliamo migliorare e lo abbiamo già fatto. Vogliamo i tre punti, questa è la cosa più importante per domani. Siamo già migliorati, sia a livello tecnico che mentale. I punti arriveranno, ma non dobbiamo guardare solo al punteggio. Occorre anche il gioco. Contro il Palermo abbiamo fatto bene, vogliamo proseguire anche domani".

Spazio poi ai quesiti sul possibile undici: "Di Banega non voglio parlarne, tutti possono giocare. Joao Mario è pronto, sarà con noi. Penso sia un centrocampista completo. Possiamo utilizzarlo in varie posizioni, può giocare sia come mezzala che come esterno, questo è un vantaggio per tutti. Brozovic e Joao Mario? Sono due calciatori dalle grande qualità che aiuteranno la squadra. Certo, possono giocare insieme e potranno farlo anche nel breve termine".

Un commento sulle critiche ricevute: "Credo sia normale, soprattutto quando arriva un allenatore nuovo e straniero come me. Bisognerebbe però valutare tutti gli aspetti prima di giudicare, come per esempio il poco tempo a disposizione per preparare la prima partita. C'è fiducia, ma ci vuole pazienza e lavoro per migliorare".

De Boer risponde poi anche alle domande riguardo un possibile addio in caso di risultati negativi: "Quando in un grande club come l'Inter non ci sono i risultati è normale che ci sia pressione. Per me non è un problema, sono convinto che raccoglieremo il nostro successo in futuro. Ci sono state delle difficoltà nelle ultime stagioni, ma sono convinto che si possa creare qualcosa di importante e che possa durare nel tempo".

No comment invece sulle dichiarazioni di Erkin: "Non voglio replicare, non mi interessa rispondere".