Inter, De Boer spalle al muro. Le scelte per la gara con il Southampton

Pochi ritocchi, sfida da dentro-fuori, De Boer va con la formazione tipo.

Inter, De Boer spalle al muro. Le scelte per la gara con il Southampton
Foto: Inter.it

Spalle al muro. Il capitombolo interno con il Cagliari pone sulla graticola Frank De Boer. Per la prima volta anche la nuova dirigenza si interroga sull'operato del tecnico olandese. Le colpe sono evidenti, quanto attese. Il progetto è ancora in divenire, serve tempo per assimilare dettami ed idee. La stagione dell'Inter è però a un bivio. In ritardo in campionato, a secco in Europa, la squadra intravede un baratro pericoloso. Trend negativo, in campo e fuori, dove infuria la polemica Icardi - Curva Nord, una tossina che rischia di contaminare ambiente e gruppo. Occorre far quadrato, dimenticare il passato recente e ripartire con convinzione e fiducia. 

Il cammino extra-nazionale è appeso a un filo sottile. La doppia sfida con il Southampton è senza appello, dopo le prestazioni raccapriccianti con Hapoel e Sparta Praga. Solo un risultato positivo a Milano - domani sera, fischio d'inizio ore 19 - e poi in Inghilterra può ri-attivare l'Inter formato Europa. Ecco perché De Boer pensa a un turnover minimo, ritocchi essenziali che non mutino l'assetto di squadra. In Europa League, complici le restrizioni del Fair Play Finanziario, il tecnico non può disporre di alcuni effettivi, specie in mediana. Senza Joao Mario e Kondogbia, scocca l'ora di Brozovic, già tra i convocati per il match di San Siro con il Cagliari. 

Il croato deve risalire la china, riconquistare - dopo le diatribe d'estate - un ruolo chiave nel contesto nerazzurro. Nella mediana a due, Brozo - positivo con la Croazia - affianca Medel, l'intoccabile di De Boer. Cerniera di sostanza e corsa per supportare una batteria offensiva a quattro interpreti. Icardi è il terminale d'attacco, Banega il regista avanzato. Conferma a destra per Candreva, mentre a sinistra possibile occasione per Eder, con Perisic in panchina a tirare il fiato. 

Pochi dubbi anche nel settore di difesa. Handanovic difende i pali, coppia centrale formata da Murillo e Miranda, sull'esterno qualche interrogativo. Salgono le quotazioni di Nagatomo, Ansaldi - ieri a parte - potrebbe riposare. 

L'undici di Coppa: