Inter, suggestione Layun già per gennaio

Il terzino messicano vuole cambiare aria: ESPN è sicura, la concorrenza è dei cinesi e del Napoli. Il Porto lo potrebbe mollare, ma difficilmente lo farà a gennaio...

Inter, suggestione Layun già per gennaio
Miguel Layun, terzino sinistro del Porto. | calcionapoli1926

L'Inter cerca nuovi rinforzi per Pioli. Il tecnico ex Bologna e Lazio, nonostante abbia ottenuto 5 vittorie consecutive in campionato e il passaggio del turno in Coppa Italia, avrebbe evidenziato delle mancanze nella rosa attualmente a disposizione e i neo-dirigenti targati Suning sono già al lavoro per colmare le lacune. Dato il clima "teso" con la UEFA a causa della situazione riguardante il Fair Play Finanziario, la politica dei nerazzurri è sempre la solita: prima vendere, poi comprare. Una delle priorità è quella di alzare la qualità degli esterni bassi, con la situazione che potrebbe portare alla partenza di uno fra Nagatomo e Santon per liberare un prezioso slot da sfruttare con attenzione.

E' in questo contesto che si piazza perfettamente l'indiscrezione lanciata da ESPN nella giornata di ieri, che vorrebbe Miguel Layun, terzino oramai 29enne del Porto (prossimo avversario della Juventus in Champions League), come possibile opzione in corsia. Tre le possibili strade per il ragazzo: la prima porterebbe in Cina ma è la meno quotata attualmente poichè il sudamericano vuole ancora competere in Europa. Ne rimangono due: la prima, più difficile, al Napoli; la seconda invece è quella che lo condurrebbe a Milano sponda Inter. Sicuramente difficile per gennaio, poichè i portoghesi a quel punto si troverebbero con un buco importante sulla fascia, ma possibilissimo in proiezione estiva. Si parla di contatti avvenuti tra l'entourage del giocatore e la dirigenza nerazzurra. 

Esperienza internazionale, capacità di giocare su ambo le fasce e capacità di spinta (certificata dal suo gol alla Roma nella gara di ritorno dei preliminari della Champions di quest'anno, terminata 0-3): l'innesto di Layun darebbe di certo queste 3 caratteristiche alla difesa milanese. Il costo non sarebbe così elevato: il Porto rimane bottega costosa di giovani ma non di veterani, specie se già partenti e con un contratto non dalla lunga durata.