Inter, testa al Palermo

Pioli lavora, da oggi, alla gara domenicale. Trasferta insidiosa al Barbera.

Inter, testa al Palermo
Inter, testa al Palermo - Foto: Inter.it

Ieri una seduta di scarico per i giocatori impegnati in Coppa, quest'oggi si riparte, in campo, a ranghi completi. Nel pomeriggio è in programma una seduta d'allenamento, la prima in ottica Palermo. L'Inter si ritrova alla Pinetina per cancellare le tossine infrasettimanali, 120 minuti per domare il Bologna e approdare ai quarti, i supplementari per dare nuova linfa al periodo positivo. Occasione propizia per rilanciare alcuni giocatori, per dare respiro ad altri, vedi Miranda. 

La partita con il Palermo presenta diverse insidie. I rosanero vivono un periodo di forte instabilità. Il baratro della B, la fiducia a tempo a Corini, una piazza calda pronta ad accogliere un'Inter in fiducia. Pioli sa che passa da un rendimento ai limiti della perfezione la rincorsa alla prossima Champions. Serve l'intero bottino nelle prossime uscite, prima di alzare il tiro allo Stadium. L'organico è al completo, la margherita di scelta interessante, specie in mediana. Se non ci sono infatti dubbi dietro e davanti, nel mezzo le opzioni sono molteplici. 

Il rientro di Miranda nella batteria di difesa è pressoché certo, plausibile un impiego al fianco del ritrovato Murillo, con Medel, in campo in Tim Cup, inizialmente in panchina. Fondamentale evitare pericolose ricadute. Nel settore offensivo, Icardi è pronto a vestire, nuovamente, casacca da titolare, con Candreva - a segno martedì - e Perisic a supporto. In mediana, come detto, svariati interrogativi. Brozovic è a disposizione dopo il turno di squalifica, il tecnico ha quindi nelle mani una scala reale da cui estrarre tre profili. 

Nelle ultime uscite, un'impronta chiara. Cerniera Kondogbia - Gagliardini a reggere una trequarti di passo e qualità. Difficile, però, rinunciare ancora una volta a Brozo, il giocatore più in forma dell'Inter negli ultimi due mesi. Sulla graticola è così Joao Mario, titolare con il Bologna e a "rischio" con il Palermo. Possibile, quindi, l'ennesima conferma per Kondogbia e Gagliardini - da subito perno del reparto nerazzurro - con Brozovic un passo più avanti, a ridosso di Candreva e Perisic. Joao Mario e Banega come possibili alternative da sfruttare a partita in corso. Nel pomeriggio maggiori indicazioni a riguardo.