Inter, ultimi dubbi per Pioli in vista del Cagliari

Inter in campo domenica pomeriggio contro il Cagliari, per rialzarsi dopo la sconfitta contro la Roma. Pioli non ha ancora sciolto tutti i dubbi di formazione

Inter, ultimi dubbi per Pioli in vista del Cagliari
Ultimi dubbi in vista del Cagliari. | Foto: inter.it

La sconfitta contro la Roma è stata considerata da Pioli come uno scontro perso dall'Inter in una guerra per raggiungere il terzo posto. Domani pomeriggio alle 15, al Sant'Elia contro il Cagliari, i nerazzurri vogliono e devono ripartire a pieni ritmi per sognare ancora il terzo posto che, in caso di sconfitta, potrebbe sfumare definitivamente.

Foto: inter.it

Contro i giallorossi l'errore più grande del tecnico emiliano è stato sicuramente il sistema difensivo: la retroguardia a 3, con Miranda al rientro dopo la squalifica che ha costretto il brasiliano a saltare la sfida Champions, potrebbe non essere riproposta. Si pensa ad un 4-2-3-1 con Murillo e Miranda centrali, anche se Medel potrebbe dare più garanzie. In caso di difesa a 4 i due terzini saranno Ansaldi D'Ambrosio

I dubbi principali sono a centrocampo. Pioli non ha convocato Brozovic, mentre Joao Mario (colpito da un problema muscolare) si è allenato con il gruppo, ma non è al meglio. Scelte obbligate quindi, con il duo Gagliardini-Kondogbia che agirà davanti alla difesa.

Foto: inter.it

Con il 4-2-3-1 Candreva Perisic torneranno a giocare nella loro zona di campo preferita, la trequarti: in questo modo i due avranno più compiti in zona offensiva, dove l'Inter ha molti problemi essendo la penultima squadra per occasioni sfruttate, nonostante ne crei più della Juve (dietro solo a Roma e Napoli). Potrebbe tornare dal 1' anche l'argentino Banega, lasciato fuori contro la Roma nonostante avesse dato inizio all'azione che ha portato al gol vittoria nel match contro il Bologna. L'ex Siviglia con la partita di domani dovrà dimostrare di essere un profilo su cui puntare per l'assalto alla Champions. I dubbi però ci sono anche qui: Eder potrebbe essere della partita, essendo un giocatore in grado di dare una gran mano ad Icardi che anche contro la Roma è rimasto troppo isolato.