Inter: via alle cessioni minori, tre calciatori con la valigia in mano

Gabigol al Las Palmas, Carrizo ufficiale al Monterrey. Ancora in stallo la trattativa tra Biabiany e Sparta Praga, che dovrebbe però concludersi a breve positivamente. Il punto sulle cessioni "minori" in casa Inter.

Inter: via alle cessioni minori, tre calciatori con la valigia in mano
Source photo: tuttosport.com

Reduce da una stagione fallimentare, continua senza sosta la rifondazione della nuova Inter di Suning, pronto a far ritornare grande il club nerazzurro. Con Perisic ormai destinato al Manchester United, cessione obbligata che non renderà felicissimo il neo tecnico Luciano Spalletti, tanti altri giocatori stanno preparando le valige, atleti poco impiegati in questa stagione e dunque pronti a dire ancora la loro in altri club. 

Il primo nome sulla lista dei partenti è Gabriel Barbosa Almeida, in arte Gabigol, accolto a Milano come una specie di nuovo Ronaldo ma scivolato, lentamente, nel dimenticatoio nonostante i buoni colpi visti in allenamento. Per il ventenne brasiliano, sembra essere già pronta una nuova esperienza alle Canarie, con il Las Palmas pronto ad accogliere il talento brasiliano. Sotto la guida di De Zerbi, promesso sposo dei canari, il ventenne ex Santos potrà crescere sfruttando al meglio le proprie caratteristiche tecniche. 

Nuova vita calcistica in Messico, invece, per Juan Pablo Carrizo, che ripartirà vestendo la maglia del Monterrey. L'esperto estremo difensore argentino, per anni a metà tra Lazio e River Plate, ha giocato davvero poco negli ultimi anni in nerazzurro, disputando solo nove sfide e subendo quindici reti complessive. Con i messicani, il trentatreenne di Santa Fe potrà scrivere una nuova pagina della sua carriera sportiva, portando esperienza e voglia di rifarsi al suo nuovo club.

Su Jonathan Biabiany, altro giocatore epurato, forte la pressione dello Sparta Praga, che dovrà ora convincere il calciatore ex Parma. Prelevato nel 2015 a parametro zero e dopo una buonissima parentesi con il club allora allenato da Donadoni, l'esterno francese ha pagato il lungo stop per un problema cardiaco, non riuscendo più a riprendersi la maglia da titolare. I cechi sono pronti a pagare il cartellino del giocatore, mettendo sul piatto una cifra intorno ai 5 milioni. Ora la palla passa al ventinovenne, che potrebbe dire ancora la sua in un campionato di secondo livello.