Inter, si avvicina Skriniar della Samp: Caprari e Ranocchia chiavi della trattativa?

Richiesta shock dei genovesi da 35 milioni, ma si accetta anche l'inserimento di contropartite: la situazione.

Inter, si avvicina Skriniar della Samp: Caprari e Ranocchia chiavi della trattativa?
Milan Skriniar, centrale della Sampdoria. | juvenews.eu

L'Inter, dopo una stagione deludente, sta iniziando il proprio calciomercato in seguito all'annuncio dell'arrivo in panchina di Luciano Spalletti come nuovo tecnico. La dirigenza è ovviamente al lavoro per garantire all'allenatore dei rinforzi di primo livello ed uno dei reparti dove si sta lavorando di più è quello difensivo, con il forte interesse per Rudiger che era già vivo da qualche settimana: più di recente sta venendo fuori però un'interessante alternativa.

L'identikit è quello di Milan Skriniar, difensore centrale classe 1995 della Sampdoria, reduce da una stagione in cui si è messo in ottima luce. E infatti i blucerchiati, ricevuta la richiesta di informazione dai nerazzurri, hanno subito messo in chiaro la loro posizione: va bene l'inserimento di contropartite all'interno della trattativa, ma il valore totale dell'offerta dev'essere non inferiore ai 35 milioni di euro. Una richiesta che inizialmente ha spaventato Ausilio e Sabatini, che però hanno iniziato a lavorare per convincere il club sotto la Lanterna inserendo dei propri esuberi con l'obiettivo di abbassare questa clamorosa cifra. La prima idea riguardava l'introduzione del cartellino di Gianluca Caprari, che piace ai liguri ed è uno dei sacrificabili nell'ottica dei lombardi: la valutazione sarebbe di circa 15 milioni di euro, e dunque con altri 10-13 si sperava di chiudere. Osti ha però rigettato questa proposta, chiedendo almeno 20 milioni insieme all'ex Pescara, una somma che non verrà spesa dal Biscione per lo slovacco.

Si sono valutati perciò altri nomi ed in particolare proprio dall'allenatore doriano Marco Giampaolo sembra poter essere arrivata una soluzione. Il tecnico avrebbe infatti chiesto a Ferrero, come sostituto dell'eventuale difensore partente, l'interista Andrea Ranocchia, anche lui in uscita da Milano. Ed ecco che con due contropartite la situazione cambierebbe: Ausilio riuscirebbe a non spendere più di 15-18 milioni, Osti otterrebbe una plusvalenza, un centrale sostitutivo ed un rinforzo non da poco in attacco. Adesso si tratta: Caprari dovrebbe arrivare a Genova soltanto in prestito, mentre il centrale a titolo definitivo, con un conguaglio non definito. Sembra dunque sia una mera questione di tempo: l'accordo sembra in dirittura d'arrivo, ma la situazione è delicata. Seguiremo gli sviluppi nelle prossime ore.