Inter-Dalbert: siamo alle strette finali

L'Inter è alle prese con la chiusura dell'affare per il terzino sinistro del Nizza. 48 ore decisive?

Spalletti potrebbe avere il suo terzo rinforzo stagionale dopo gli arrivi di Skriniar (rafforzerà la coppia centrale) e Borja Valero (innesto di qualità in mediana) e questa volta riguarderebbe un settore in cui i neroazzurri hanno faticato nelle ultime stagioni, ovvero la fascia sinistra. 

Reparto quello dei terzini sinistri composto da Nagatomo (all'occorrenza anche utilizzabile sulla destra) e Santon, senza dimenticare la possibilità di vedere dirottato Murillo (l'interesse dello Zenit c'è, ma non ci sono ancora novità a riguardo), come sperimentato nella Capitale proprio dal mister di Certaldo con Antonio Rüdiger.

Il nome che lo andrebbe a rafforzare è quello di Dalbert Henrique Chagas Estevão, classe '93 in forza al Nizza dove nell'ultima stagione ha collezionato 38 presenze (Ligue 1 ed Europa League) sfornando 4 assist. Arrivato in Francia la scorsa estate per soli 2 milioni dal             Vt. Guimarães, ora il club dopo l'ottima stagione dell'intera squadra e l'esplosione del terzino (agile e molto veloce) chiede 30 milioni (valore della sua clausola rescissoria).

La trattativa è iniziata qualche mese fa, con il Nizza che non voleva muoversi dalla richiesta di 30 milioni fino a che ha abbassato le pretese a 25 milioni. L'Inter comunque continua a ritenerla troppo alta, offrendo inizialmente 15 milioni più bonus legati alle prestazioni future.

Il club d'oltralpe riteneva troppo bassa l'offerta e per un paio di giorni c'è stato il "gelo" sull'asse con Milano, ma poi ecco che arriva la probabile svolta rappresentata dalla volontà del terzino brasiliano. Infatti il giovane di Barra Mansa ha trovato già da tempo un accordo con la Beneamata per un contratto quinquennale a cifre vicine a 1-1,5 milioni a stagione e spinge per far parte del progetto di Suning, rendendo noto al proprio club di volere approdare a Milano, rifiutando destinazioni (economicamente rilevanti) come Liverpool e PSG.

Nelle ultime ore, con il lavoro del d.s. Ausilio le parti sarebbero davvero molto vicine intorno ad una cifra di 18 milioni più bonus, a fronte della richiesta che non si smuove dai 25 milioni. Sembrano mancare gli ultimi dettagli ed in 48 ore ci potrebbe essere la chiusura, vista anche la volontà del club di metterlo a disposizione di mister Spalletti già per la tournée asiatica