Spalletti espugna la "sua" Roma. E' 1-3 all'Olimpico fra Roma e Inter

E' al miele il ritorno di Spalletti a Roma da avversario, con l'Inter che supera i giallorossi per tre reti ad una. Sfortunata la squadra di Di Francesco che colpisce tre pali e si vede negare un rigore

Spalletti espugna la "sua" Roma. E' 1-3 all'Olimpico fra Roma e Inter
Icardi esulta con Dalbert dopo il suo secondo gol | Sportal.it
Roma
1 3
Inter
Roma: Alisson; Juan Jesus, Fazio, Manolas, Kolarov; Nainggolan, De Rossi (Under, min.83), Strootman; Perotti (Tumminiello, min.90+1), Dzeko, Defrel (El Shaarawy, min.62(
Inter: Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, Miranda, Nagatomo (Dalbert, min.56); Vecino, Gagliardini (J.Mario, min.46); Candreva (J.Cancelo, min.84), B.Valero, Perisic; Icardi
SCORE: 1-0, min.15, Dzeko. 1-1, min.67, Icardi. 1-2, min.77, Icardi. 1-3, min.87, Vecino.
ARBITRO: Massimiliano Irrati di Firenze. AMMONISCE : Candreva (min.19), Juan Jesus (min.22)
NOTE: Gara valida per la seconda giornata di Serie A Tim 2017/2018 Stadio Olimpico di Roma. Incontro fra Roma e Inter

Sei punti su sei per la nuova Inter di Spalletti, tre soli invece per la Roma di Di Francesco. I nerazzurri espugnano l'Olimpico con un 1-3 molto divertente. Partita che sin dai primi minuti di gioco sostiene dei ritmi molto alti, grazie al grande approccio alla gara da parte dell'Inter, che nei primi 15 minuti domina il campo, questo prima del gol molto bello del vantaggio da parte di Dzeko. Nel secondo tempo stessa trama, ma a parte inverse, la Roma gioca e l'Inter pareggia con Icardi. Poi è lo stesso argentino a raddoppiare. Infine ci pensa Vecino a chiudere la partita, entrambi gli ultimi gol assistiti in modo eccellente da Perisic, che mette molto in difficoltà un Juan Jesus fuori ruolo, utilizzato da terzino destro. Non baciata dalla dea bendata stasera la Roma, che colpisce ben tre pali, si vede negare un rigore su Perotti e "subisce" un salvataggio sulla linea da parte di Dalbert su tiro di El Shaaarawy. Esordiscono nella stessa serata i due nuovi terzini dell'Inter Cancelo e Dalbert, per la Roma invece si vede in campo Cengiz Under. 

Il gol del pareggio di Icardi | Forzaroma.info

PRIMO TEMPO

Ottima partenza dell'Inter con un atteggiamento aggressivo. E' però la Roma ad avere la prima occasione della partita con Fazio, che su di un corner prende il tempo a Gagliardini e svetta più alto di tutti, sfiorando il gol di testa. Continua l'Inter ad avere il pallino del gioco, ma è ancora la Roma ad andare vicinissima al gol, con Kolarov che da fuori area colpisce il palo alla destra di Handanovic con una grande botta di sinistro. Passa in vantaggio la Roma al quindicesimo con Edin Dzeko, che controlla una gran palla data da Nainggolan e con il collo batte Handanovic sul primo palo.

Sempre la Roma dieci minuti dopo ancora con Dzeko, gran destro a giro da fuori area, Handanovic in due tempi la fa sua. Risponde finalmente l'Inter con un destro potente di Candreva dalla media distanza, il tiro però è centrale e finisce fra le mani di Alisson. Ancora un palo clamoroso della Roma, sponda di Defrel e missile di destro di Nainggolan, poi angolo per i giallorossi. L'ultima azione della partita è dell'Inter, che prova a concretizzare il bel gioco espresso: destro di capitan Icardi da dentro l'area, con Alisson che vola e prende la palla. Un primo tempo molto intenso e bello, con un buon numero di palle gol per entrambe le squadre, la Roma legittima il vantaggio più con le occasioni che con il gioco, l'Inter è sotto ma assolutamente ancora in partita. 

Il gol del vantaggio della Roma | Forzaroma.info

SECONDO TEMPO

Ricomincia così come ha finito la Roma, ovvero attaccando, in particolare grazie a Kolarov e Dzeko, ispiratissimi oggi. E' proprio il bosniaco ad avere la prima occasione della seconda frazione, palla però deviata. Episodio clamoroso al minuto 56, quando Perotti entra in area e viene atterrato nettamente da Skriniar, il rigore sembra palese, ma non viene chiamata il VAR e l'arbitro dà solo calcio d'angolo alla Roma. Lo stesso Perotti ancora sfortunato, tiro bellissimo che si va a stampare sull'incrocio dei pali, terzo palo per la Roma in questa partita. Due minuti dopo, come se non bastasse, l'Inter trova anche il pareggio con il solito Mauro Icardi: imbeccato da Candreva il capitano dell'Inter si gira e batte sul primo palo Alisson. Ma è una partita che non dà tregua, non ha pause e nell'azione successiva della Roma, Dalbert fa un salvataggio miracoloso sulla linea dopo il tocco sotto di El Shaarawy a superare Handanovic. Minuto 73, Perotti fa di nuovo scorribande sulla fascia sinistra, cambiando passo ai danni di D'Ambrosio, poi di esterno serve Nainggolan, che in un primo tempo non ci arriva, poi va alla conclusione troppo defilata e rende la vita facile ad Handanovic.

Passano quattro minuti e l'Inter trova il colpo del sorpasso, ancora con il suo capitano Icardi, stavolta trovato in area da Perisic, protegge la palla e si gira velocissimo per tirare e pescare ancora l'angolino basso, impotente Alisson sulla sua conclusione. Rischia la tripletta l'argentino solo un minuto dopo, va a spallate con Manolas e riesce a concludere impegnando seriamente Alisson. Partita a ritmi altissimi e sull'azione successiva della Roma Dalbert deve fare un altro salvataggio in respinta, sul tiro potente di Nainggolan, che calcia nuovamente, ma mette troppa forza e spara alto. L'Inter invece è molto più cinica e mette una grande ipoteca sulla partita facendo il 3-1 con il primo gol nerazzurro di Matias Vecino, assistito alla perfezione da Perisic, deve solo appoggiare il pallone in rete. Partita che sembra chiusa a quattro minuti più recupero dalla fine. Nel secondo dei tre minuti di recupero l'Inter sfiora addiriturra il quarto gol con Joao Mario lanciato con un filtrante da Perisic, Alisson però si oppone alla conclusione del portoghese. 

Questa è l'ultima azione della partita. Roma sfortunata con tre pali e un salvataggio sulla linea, oltre al rigore non dato su Perotti, piuttosto evidente. Cinica invece l'Inter, che sfrutta bene le ripartenze e soprattutto la debolezza sulla fascia destra della Roma, dove Juan Jesus non riesce a contenere a dovere Perisic. Sei punti su sei per Spalletti contro Fiorentina e Roma, meno piacevole l'inizio di Di Francesco che alla prima all'Olimpico perde 1-3.