L'Inter sbatte sul Torino e frena in campionato: 1-1 in rimonta a San Siro

Gli uomini di Spalletti vanno sotto grazie alla rete di Iago Falque (59'), paregiando al 79' grazie alla rete di Eder. Pochi minuti prima del triplice fischio, Vecino colpisce la traversa da fuori

L'Inter sbatte sul Torino e frena in campionato: 1-1 in rimonta a San Siro
Twitter Inter
Inter
1 1
Torino
Inter: Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, Miranda, Nagatomo (Brozovic, min.77); Gagliardini (Eder, min.69), Vecino; Candreva, Borja Valero, Perisic; Icardi.
Torino: Sirigu; De Silvestri, N'Koulou, Burdisso, Ansaldi; Obi (Acquah, min.73), Rincon, Baselli; Iago Falque (Niang, min.82), Belotti, Ljajic (Berenguer, min.90).
SCORE: 0-1, min. 59, Iago Falque 1-1, min. 79, Eder
ARBITRO: DANIELE ORSATO, SEZ. DI SCHIO. ammonisce Vecino, Burdisso, Rincon, Sirigu, Obi, Skriniar, Brozovic, Acquah.
NOTE: Dodicesima giornata Serie A 2017/2018. Stadio San Siro (Milano).

L'Inter frena la sua corsa pareggiando 1-1 a San Siro contro il Torino di Mihajilovic. Una partita intensa, combattuta, giocata con grande equilibrio. Occasioni da ambo le parti e un pareggio che accontenta più il Torino che gli uomini di Spalletti. Un primo tempo chiuso a reti inviolate con Icardi che non riesce ad incidere sotto porta, decisamente in giornata no l'argentino. Nella ripresa è Iago Falque a portare in vantaggio i granata, ma Eder trova al 79' la rete del pareggio. I nerazzurri avrebbero la possibilità di conquistare i tre punti, ma la conclusione di Vecino a pochi minuti dal termine si infange sulla traversa.

Un match equilibrato, giocato sopratutto a centrocampo con grande determinazione. Mihajlovic cambia due pedine rispetto alle previsioni. Burdisso per Moretti ad affiancare N'Koulou al centro della difesa. Obi al posto di Acquah a completare il terzetto di centrocampo con Rincon e Baselli. Spalletti invece conferma gli undici titolari. 

Non arriva la decima vittoria in campionato per i nerazzurri che, come nel match contro il Verona, è risultato poco incisivo. Il Torino conquista un punto fondamentale per dare una sferzata al suo campionato,finora sotto le aspettative. Adesso, occhio alle gare delle 15, con il Napoli che potrebbe allungare e Juventus e Lazio insidiare il secondo posto degli uomini di Spalletti. 

PRIMO TEMPO Nerazzurri subito pericolosi in avvio ma Icardi manca di un soffio il cross basso e teso di Candreva su sponda di D’Ambrosio. Gli uomini di Spalletti, partiti con il piede giusto, rischiano però al 9’: disimpegno errato della difesa con Baselli che ne approfitta per impensierire la retroguardia nerazzurra raccogliendo al limite e scaricando un destro potente che finisce alto. Al quarto d’ora è ancora una volta il centrocampista granata ad impegnare Handanovic che, in due tempi, sventa un insidioso tiro dal limite. L’Inter prova a scuotersi due minuti più tardi, ma D’Ambrosio sbaglia il traversone facendo sfumare la bella azione orchestrata dalla banda nerazzurra. Al 18’ però Vecino, da solo, salta Rincon e si invola in porta: Sirigu è attento e sventa il pericolo. Insiste l’Inter al 22’: Candreva dal fondo scarica per Icardi sul dischetto, ma l’argentino non riesce a dare forza alla conclusione e calcia male. Ancora l’ex Lazio per Icardi che non arriva sul pallone, poi raccoglie Gagliardini  che scarica sopra la traversa. Il Torino ora accusa il ritorno dei nerazzurri, ma Icardi, fermato da Baselli al 27’, è impreciso in fase di finalizzazione. I granata in realtà non mollano un centimetro con Rincon e Ansaldi in grande spolvero. La gara si fa intensa soprattutto a centrocampo. Al 36’ Sirigu anticipa Icardi e un minuto più tardi l’argentino toglie palla a De Silvestri e va al tiro, ma lo stesso terzino riesce a ripiegare e chiudere in angolo. I nerazzurri insistono. Al 38’, Skriniar stacca di testa da posizione ravvicinata, ma Sirigu si distende e toglie il pallone dalla porta. Ultimi minuti concitati. Prima Candreva al 43’ lavora un gran pallone e prova la conclusione murata da Burdisso poi, due minuti più tardi, Baselli colpisce di testa su cross di Ansaldi, ma Handanovic con un tocco provvidenziale devia in angolo, non dato da Orsato. Finisce in equilibrio un primo tempo intenso, con occasioni da entrambe le parti.

SECONDO TEMPO Nessun cambio per Inter e Torino al rientro dagli spogliatoi e match che riprende con la stessa intensità dei primi 45 minuti. Subito Vecino al 49’: il colpo di testa dell’uruguaiano sul cross di Nagatomo però è annientato dal perfetto intervento di Sirigu. Non ci sono pause. I nerazzurri spingono alla ricerca del vantaggio, ma il Toro non molla e riparte in contropiede. Al 53’ De Silvestri serve Belotti, l’attaccante ci prova di testa impegnando Handanovic. Sul capovolgimento di fronte, al 58’, bella azione Perisic-Borja Valero-Icardi, ma Obi si immola e il pallone esce di un soffio. È un botta e risposta continuo tanto che, un minuto più tardi, è il Torino a trovare il gol del vantaggio. Iago Falque, fino ad ora in ombra, salta Miranda e fa partire un sinistro dal limite che si insacca dritto all’angolino. Ora è tutto da ricostruire per i nerazzurri. Icardi non sembra in giornata. Al 62’ servito da Candreva, prova a liberarsi ma calcia ancora una volta male. I granata insistono forti del vantaggio. Al 67’ il colpo di testa di Obi su punizione pennellata di Lijaic esce di pochissimo. Altro lato del campo, altro colpo di testa sfortunato: Skriniar infatti manda a lato di un soffio su corner di Candreva. L’Inter prova ad insistere ma manca di lucidità. Eder e Perisic calciano malamente mentre al 77’ è il sinistro di Belotti a non avere fortuna. Minuto 79’, l’Inter trova finalmente la rete del pareggio. Pallone perfetto di Perisic per Icardi, l’argentino confeziona un assist al millimetro per Eder che da posizione ravvicinata non sbaglia. 1-1 a San Siro e palla al centro. I nerazzurri adesso ci credono. E all’88’ Vecino ha l’occasionissima per chiudere il match ma il tiro da fuori colpisce la traversa piena. È l’ultimo squillo di una partita bellissima. Finisce 1-1, Mihajilovic gongola.