Inter-Atalanta 2-0, Spalletti: "Icardi fantastico ma la vittoria è merito della squadra"

Il tecnico toscano ha analizzato la vittoria nel posticipo contro l'Atalanta che permette all'Inter di rimanere a -2 dal Napoli

Inter-Atalanta 2-0, Spalletti: "Icardi fantastico ma la vittoria è merito della squadra"
spalletti inter

Il Napoli chiama e l'Inter risponde. In un fine settimana ricco di grandi match, i nerazzurri fanno loro una partita difficile contro la spumeggiante Atalanta del grande ex Gian Piero Gasperini che sognava il grande colpo. L'Inter vince 2-0 trascinata ancora una volta dal suo capitano Mauro Icardi che sigla una doppietta decisiva. Ora i nerazzurri sono a -2 dalla vetta e il discorso scudetto non è più utopia.

In cuor suo lo sa anche Luciano Spalletti che però, ai microfoni di Premium Sport, ha enfatizzato la prova della squadra questa sera glissando sulla lotta scudetto:

"L'Inter stasera ha giocato da squadra matura, che sa aspettare il momento importante, che sa dove andare e che sa portare la gara dove ha deciso".

Gasperini pensa che la differenza l'abbia fatta Icardi ma Spalletti la pensa in maniera diversa: "Mauro è forte, ma io penso sempre che le vittorie sono merito della squadra. Abbiamo concesso pochissimo e siamo stati addosso alle loro ripartenze. Siamo stati corti e capaci di creare quelle trame offensive che permettono a Icardi di fare gol".

Pochi i cambi di formazione per l'Inter e Spalletti spiega: "Noi stiamo attenti a cambiarli, bisogna fare gol ma anche fare delle rincorse come ha fatto Mauro Icardi. Riconquistare palloni a dieci metri dalla nostra area, perché ci sono dei numeri da mettere a disposizione, se qualcuno non lo fa un altro deve farlo. Abbiamo cambiato poco perché la squadra sta in equilibrio e la cosa andava forzata per creare personalità importanti in squadra".

Maturità della squadra che si è vista nelle tre fasi: "Bisogna essere tutti pronti a prendere il pallone addosso. La squadra ha giocato bene, magari in alcuni momenti non manteniamo l'idea di calcio che vorremmo fare, ma di scalature ne abbiamo fatte tante. Nella metà del primo tempo ci siamo messi con due mezzali perché loro palleggiavano e creavano superiorità in mezzo facendoci fare fatica. Miranda e Skriniar sono rimasti alti creando la distanza corretta per arrivare da tutte le parti, se la linea difensiva va un po' indietro quando si pressa diventa difficile arrivare sulle mezze misure. Lo abbiamo fatto nelle altre gare, ancora non si riesce a farlo per 90 minuti ma siamo sulla strada giusta. Poi ci sono pure gli avversari, l'Atalanta ha giocatori importanti e va data considerazione a tutto".

Dopo questo weekend si può dire che l'Inter è l'anti Napoli, ma Spalletti pensa ad altro: "Quando vinco mi va bene tutto, mi stanno bene tutti i titoli. Un titolo può essere quel rapace d'area che sa avventarsi su tutte le prende. Se poi questo è il primo gol preso dall'Atalanta su palla inattiva vuol dire che è bravo davvero". [Fonte Tuttomercatoweb]