Juventus, un'occasione persa. Allegri: "Buon punto, ma dovevamo vincere"

Roma-Juventus il giorno dopo. Allegri voleva vincere e lo ribadisce anche in conferenza stampa, soprattutto dopo che i giallorossi erano rimasti in inferiorità numerica. Dello stesso parere anche Tevez, rammaricato per l'occasione persa, e "muy incazzato". Ma una cosa è certa, i 9 punti di vantaggio fanno stare più che tranquilli i bianconeri, che da adesso alla fine avranno anche la possibilità di amministrare questo ricco vantaggio.

Juventus, un'occasione persa. Allegri: "Buon punto, ma dovevamo vincere"
Juventus, un'occasione persa. Allegri: "Buon punto, ma dovevamo vincere"

Roma-Juventus il giorno dopo. Allegri voleva vincerla e lo ribadisce sia in conferenza stampa che nei vari interventi alle tv, soprattutto dopo che i giallorossi erano rimasti in inferiorità numerica. Dello stesso parere anche Tevez, rammaricato per l'occasione persa, e "muy incazzato", per non essere riuscito a portare a casa i 3 punti, che avrebbero cucito di fatto lo scudetto sul petto dei bianconeri. Ma una cosa è certa, i 9 punti di vantaggio fanno stare più che tranquilli Buffon & Co., che da adesso alla fine avranno anche la possibilità di amministrare questo ricco vantaggio, avendo dalla loro anche lo scontro diretto. 

"Questo pareggio ci fa uscire dal campo molto arrabbiati, il campionato è ancora lungo dobbiamo vincere altre partite soprattutto in trasferta". E' un Allegri che, nonostante il buon punto conquistato, non vuole assolumantente che la sua squadra abbassi la guardia, soprattutto in vista del match di ritorno contro il Borussia. Il tecnico della Juve poi analizza attentamente la partita,  "Sono contento per quanto fatto fino al 70', secondo tempo eravamo cresciuti molto, siamo andati in vantaggio e  dopo siamo andati bene per altri 7-8 minuti, poi però abbiamo smesso di giocare. Bisognava concluderla in modo diverso, la Roma ha fatto venti minuti buoni, noi abbiamo fatto settanta minuti bene, gestendo la partita bene, purtroppo ci sono state queste tre punizioni in cui abbiamo perso la lucidità, loro hanno pareggiato. Dispiace perché abbiamo perso lo scudetto in tasca, dobbiamo pedalare molto anche se abbiamo lo scontro diretto a favore. Ci dispiace non aver vinto e ci serve per non affrontare con sufficienza le prossime partite, abbiamo forzato situazioni in cui non dovevamo, bisognava giocare con serenità e le azioni offensive venivano da sole"Allegri si rammarica soprattutto per l'atteggiamento avuto dopo il gol del vantaggio: "Abbiamo sbagliato nella lettura della partita, spesso ai ragazzi glielo dico e sono rompiscatole, la giocata in quelle situazioni non va forzata, nella prima palla persa abbiamo subito la punizione e poi abbiamo rischiato. Dobbiamo migliorare nella gestione della palla, metterci tutti a giocare meglio in quelle situazioni".

Queste invece le parole di Tevez: "Abbiamo fatto 70 minuti bene ma poi in 20 minuti abbiamo regalato una partita e non si può quindi sono arrabbiato". Hai ricevuto i complimenti di Pirlo per la punizione? "Credo che l’importante è sempre copiarlo". Quando torna Pirlo chi batte le punizioni? "La precedenza ce l’ha Andrea. Devo rispettare la sua posizione". A chi ti sei ispirato per le punizioni? "Penso Andrea. Ho ammirato lui perché lo fa sempre in allenamento".Cosa ti è piaciuto? "La squadra ha fatto un’ottima partita e ha giocato bene però poi con la Roma in dieci non si possono regalare punti così. Siamo forti e non mi sono piaciuti gli ultimi venti minuti". Hai arretrato apposta la posizione per la punizione? "No no. Non parlo adesso perché poi magari annullano il gol (ride, ndr)".

Infine le parole di Claudio Marchisio, che come Tevez ed Allegri, appare alquanto rammaricato per l'occasione persa: "C’è arrabbiatura e rammarico perché una squadra con la maturità come la nostra non può permettersi di regalare una partita così in superiorità numerica". Il ruolo di vice-Pirlo? "Sono paragoni che non sono da fare. Andrea è tra i migliori al mondo. Quando capita che gioco lì cerco di dare un contributo importante".