Parma - Juve: bianconeri alla ricerca della vittoria prima del Monaco

Al Tardini si gioca l'anticipo della trentesima giornata di Serie A. Il Parma, reduce dalla vittoria contro l'Udinese nel recupero, vuole finire il campionato a testa alta e l'occasione contro una Juve rimaneggiata, che pensa al quarto d'andata di Champions, può arrivare al momento giusto. Allegri procede col massiccio turnover.

Parma - Juve: bianconeri alla ricerca della vittoria prima del Monaco
Parma-Juve: Bianconeri alla ricerca della vittoria prima del Monaco

Con il campionato quasi chiuso per entrambe (a meno di grandi ribaltoni in questo finale di stagione), la sfida tra Parma e Juventus si appresta ad essere un ultimo banco di prova per “la Vecchia Signora” prima dell’importantissima sfida contro il Monaco, valevole per i quarti di finale di Champions League.

QUI PARMA- Nonostante la situazione ormai in caduta libera da parecchi mesi, la formazione crociata di mister Donadoni ha dimostrato di voler onorare il proprio impegno sino al termine di questa stagione. Infatti, nelle ultime due uscite, la selezione emiliana è riuscita a strappare ben quattro punti dei sei disponibili, dimostrando di avere ancora qualcosa da dire in questo campionato. La vittima più illustre è stata l’Inter, bloccata a San Siro sul 1-1 da un gol del giovanissimo Lila, mentre nel recupero di Mercoledì è stata l’Udinese a cedere il passo alla truppa di Lucarelli & Co, che grazie ad una rete di Varela è riuscita a portare a casa tre punti d’oro. Insomma un Parma versione guastafeste, che cercherà in tutti i modi di intralciare il cammino della Vecchia Signora, a cui di certo non verranno riservati tappeti rossi per questa occasione.

QUI JUVE- La formazione di mister Massimiliano Allegri arriva all’appuntamento del Tardini in grande forma e con alle spalla la grandissima impresa dell’Artemio Franchi, grazie alla quale si è guadagnata un posto in prima fila per la finalissima di Coppa Italia. Anche se nell’aria c’è odore di turnover, la truppa bianconera non ha assolutamente intenzione di lasciare punti per strada e interrompere la propria striscia vincente, che ha avuto come apici le due vittorie esterne in casa del Borussia e della Viola. Una Juve famelica, che vuole continuare a dominate dovunque, dimostrando non solo la sua voracità di vittorie ma anche la sua grande maturità, in vista dell’importante impegno contro il Monaco, gara crocevia di una stagione che potrebbe avere dei risvolti interessanti.

PRECEDENTI- La partita del girone d’andata non sorride decisamente agli emiliani, che subirono una vera e propria umiliazione perdendo per 7-0, sotterrati da un Tevez stratosferico e da una Juve al limite della perfezione. Al Tardini sono ben 23 i precedenti tra le due squadre, con il segno X che la fa da padrone (10 volte); nella scorsa stagione, la Juventus la spuntò grazie ad un acuto del solito Pogba, mentre i Ducali non sconfiggono gli avversari dalla stagione 2010/11, quando una rete di Giovinco decise il match e regalò i tre punti al Parma.

PROBABILI FORMAZIONI- Donadoni probabilmente schiererà i suoi con il solito 3-5-2, dove tra squalificati ed infortunati, ci sarà un pò di spazio per qualche giovane. Pesante l’assenza di capitan Lucarelli (ultimo turno di squalifica per lui), la difesa sarà composta da Feddal, Mendes e Cassani; stesso discorso vale per la mediana, dove le indisponibilità di Lila (autore del gol del pari con l’Inter), Galloppa e Mariga, obbliga Donadoni ha schierare Varela, Nocerino, Jorquera, Jose Mauri e Gobbi. In avanti Confermata la coppia Belfodil-Coda.

Nella Juventus, ovviamente, mister Allegri opterà per un folto turnover in vista della delicata sfida contro il Monaco. Dopo la grande impresa contro la Fiorentina, a Parma ci sarà spazio per chi ha giocato meno nel corso di questa stagione: perciò largo ai vari Matri, Llorente, Sturaro e anche all’ex De Ceglie (uomo partita nel match d’andata contro l’Inter). Gli unici titolari presenti potrebbero essere Marchisio e Vidal sulla mediana, mentre sarà Bonucci a guidare la difesa.

Parma (3-5-2): Mirante; Feddal, Mendes, Cassani; Varela, Nocerino, Jorquera, Mauri, Gobbi; Belfodil, Coda. All.: Donadoni

Juventus (4-3-3): Storari; Padoin, Ogbonna, Bonucci, De Ceglie; Vidal, Marchisio, Sturaro; Pepe Llorente, Coman. All.: Matri