Juventus, Allegri festeggia lo Scudetto: "Che emozione"

Nonostante Juventus-Cagliari sia finita in pareggio, Massimiliano Allegri appare davvero felice per la vittoria del suo secondo Scudetto personale. Dopo la lieta novella Pogba, ora testa al Real

Juventus, Allegri festeggia lo Scudetto: "Che emozione"
Juventus, Allegri festeggia lo Scudetto: "Che emozione"

Dopo il pareggio con il Cagliari, Massimiliano Allegri è intervenuto ai microfoni della varie emittenti televisive, senza nascondere l'emozione per la vittoria dello Scudetto. La Juventus, che aveva vinto il campionato la settimana scorsa a Genova, ha festaggiato davanti ai suoi tifosi, senza però perdere di vista il reale obiettivo di questo finale di stagione: la semifinale di ritorno della Champions League contro il Real Madrid.

Max Allegri si è soffermato inizialmente sul rientro Pogba e sul areggio ottenuto contro i sardi:  "Ha fatto bene, era importante che riprendesse distanze e geometrie nel campo. Lo valuterò da qui a mercoledì. E' giovane e ha grande struttura fisica, il suo rientro non era un problema. Dispiace non aver vinto questa partita - dice il tecnico bianconero - soprattutto per aver preso un gol su una punizione difesa male. Avevamo giocatori che non giocavano da parecchio tempo. Sarebbe stato bello vincere, ma aver mantenuto l'imbattibilità è comunque importante".

Inevitabilmente il pensiero vola alla semifinale di ritorno della Champions, che vedrà i bianconeri scendere in campo mercoledì sera al Santiago Bernabeu: "Basare le scelte in base a ciò che fa Ancelotti? Sarebbe troppo tardi perché le formazioni le conosciamo a pochi minuti dal calcio d'inizio, ma sappiamo che sarà comunque molto difficile. Noi dobbiamo fare una partita offensiva, dovremo fare gol perché senza gol è difficile passare il turno. Dubbi? Più che dubbi c'è da fare valutazioni in base alla partita: si può andare anche ai supplementari e sarà importante avere una bella gamba nella seconda fase della partita".

Infine Allegri non ha nascosto l'emozione provata a fine partita per la vittoria del suo secondo Scudetto personale: "Credo che sia stata una bella giornata, non sono di ferro e c'è stata un po' di emozione. Ho vinto il mio secondo scudetto con due squadre diverse e credo che sia una vittoria particolare, per cui ringrazio tutti dai tifosi allo staff".