Buffon: "Non saremo le vittime sacrificali del Barcellona domani"

Gigi Buffon ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della finale di Champions League. I blaugrana, per il portiere, sono favoriti, ma la Juventus è pronta a giocarsela.

Buffon: "Non saremo le vittime sacrificali del Barcellona domani"
Buffon, uno dei leader della Juventus di Massimiliano Allegri

Gianluigi Buffon si è presentato ai microfoni in conferenza stampa alla vigilia della sfida al Barcellona. Ecco le sue dichiarazioni:

"Ho un figlio molto tifoso di Messi e un altro di Neymar. Per cui saranno un po’ combattuti, secondo me; ma alla fine, prima che partissi, mi han detto che se dovesse andare male, sarebbero molto dispiaciuti, perché comunque sono tifosi della Juve. Ma speravano che la finale fosse non contro il Barcellona, ma contro lo United o il Real Madrid. Il fatto che la Juve sia sempre stata rappresentata da grandi campioni... e la storia lo conferma con i trofei che il club ha vinto... ci dà grande una consapevolezza. Siamo qua non per caso. Ma sempre la storia dice che la Juve dovrebbe arrivare quasi sempre almeno in semifinale di Champions, e tutto ciò ci dà una grande responsabilità. Se le cose dovessero andare bene, l’esito sarebbe grandioso. E quasi inaspettato, quest’anno. Sarei felicissimo, ma non mi strapperei i capelli, comunque sia sarebbe abbastanza normale per la storia della Juve. E poi si ripartirebbe immediatamente alla caccia di nuovi trionfi.

Questo deve essere il modo di affrontare queste gare. Giochiamo nella Juve, rappresentiamo il meglio delle squadre italiane, sarebbe un gran risultato vincere, qualcosa che ci starebbe. Loro partono avvantaggiati, con merito; hanno grandi qualità individuali, chi ha quei tre là davanti e Iniesta alle spalle non può non essere favorito. Ma penso anche che una squadra che ha giocatori come Tevez, Bonucci, Pirlo, Pogba e tutti noialtrinon potrà mai essere una vittima sacrificale. Ne sono perfettamente convinto. E con la nostra ferocia, il nostro spirito di gruppo, con la nostra determinazione possiamo giocarcela."