Live Juventus - Udinese, risultato della partita di Serie A 2015/16 (0-1)

Live Juventus - Udinese, risultato della partita di Serie A 2015/16  (0-1)
Juventus
1 1
Udinese
Juventus: (3-5-2) Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (81' Isla), Pereyra (80' Llorente), Padoin, Pogba, Evra; Mandzukic, Coman (64' Dybala). A DISPOSIZIONE: Neto, Rubinho, Caceres, Rugani, Alex Sandro, Sturaro, Vitale, Zaza. All.: M. Allegri.
Udinese: (3-5-2) Karnezis; Heurtaux, Danilo, Piris; Edenilson, Badu (53' Kone), Iturra, Bruno Fernandes, Ali Adnan (86' Widmer); Thereau, Di Natale (66' Zapata). A DISPOSIZIONE: Meret, Perisan, Neuton, Pasquale, Domizzi, Merkel, Pinzi, Aguirre, Perica. All.: S. Colantuono.
SCORE: 79' Thereau
ARBITRO: P. Mazzoleni. AMMONITI: 14' Piris, 35' Heurtaux, 39' Padoin, 80' Adnan.
NOTE: Gara valida per la prima giornata di Serie A, si gioca allo Juventus Stadium di Torino. Calcio d'inizio ore 18.

20.01 - Eccolo qui il gol che decide la sfida!! Thereau regala la vittoria all'Udinese. Un grazie per l'attenzione da Giorgio Dusi e da Vavel Italia, il grande calcio continua!!

20.00 - CHE SORPRESA A TORINO!!! Una grandissima Udinese vince 1-0 sul campo più difficile della Serie A, contro una Juve nella quale si sono viste le assenze e soprattutto le lacune. Il 3-5-2 non sembra rendere più di tanto, anche se va detto che le migliori occasioni le ha avute proprio la squadra di Allegri, che poi ha letteralmente regalato un gol con Lichtsteiner che ha deciso di lasciar segnare Thereau, abbandonandolo.

90+6' - FINISCE QUI!!!! FINISCE QUI!!!!!!!! L'UDINESE VINCE 1-0 A TORINO, ESPUGNA LO JUVENTUS STADIUM!!!!!!

90+5' - Dybala si guadagna una grande punizione, ai 30 metri. Vediamo la soluzione. Potrebbe esser l'ultima occasione.

90+4' - Infortunio a... Mazzoleni. Si prolunga dunque il recupero, dolori alla caviglia per l'arbitro.

90+3' - Contropiede buttato via da Zapata e da Edenilson, la Juve è stanchissima!

90+2' - WIDMERRRR!!!! La vuol chiudere col destro da posizione defilata, Buffon ci mette una pezza!!!

90+1' - Dybala prova un dribbling difficilissimo in mezzo all'area di rigore, non gli riesce il secondo!!!

CINQUE MINUTI DI RECUPERO!!!

90' - Zapata ha troppa fretta di concludere e la mette fuori. Poteva gestirla molto meglio.

89' - Pogba prova un cambio di gioco complicatissimo, troppo lungo per Isla: finisce sul fondo. 

87' - Cross molto complicato di Dybala per Mandzukic, il croato prende anche questa, ma metterla in porta è difficile.

86' - Entra anche Widmer nell'Udinese, lascia il campo Adnan con Edenilson che scala a sinistra e lo svizzero a destra!!

84' - Isla va sul fondo e crossa molto bene, Bonucci svirgola il tiro!!

83' - Cross pericolosissimo al centro, ancora una volta la difesa chiude! Porta maledetta quella difesa da Karnezis oggi!

82' - Zapata prova a partire in progressione, Barzagli lo chiude alla grande tenendolo e poi ribattendogli il tiro!

81' - Esce Lichtsteiner, che sul gol ha tutte le colpe, dentro Isla al suo posto, altro ex.

80' - Brutto fallo di Adnan su Lichtsteiner, giallo per lui!

80' - Allegri prova il tutto per tutto, dentro anche Llorente per il finale!! Fuori Pereyra.

79' - CYRIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIILLLLLLLLLLLLLLLLL THEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEREAUUUUUUU!!!!!!!!!!! UDINESE CLAMOROSAMENTE IN VANTAGGIO, ALLA PRIMA VERA OCCASIONE!!!!!!!!! EDENILSON CROSSA DI PRIMA DA DESTRA, LICHTSTEINER IN MEZZO ALL'AREA DIMENTICA TOTALMENTE THEREAU CHE DA DUE PASSI REALIZZA TENENDOLA BASSA!!!! CHE INGENUO LICHTSTEINER!!!

78' - Destro un po' velleitario di Barzagli da lontano, sfera controllata da Karnezis mentre va alta sopra la traversa.

77' - Fallo in attacco di Mandzukic su Karnezis. Continua a premere la Juve.   

74' - CHE BOTTA DI EVRA!! ESTERNO COLLO CENTRALE DAL LIMITE, KARNEZIS LA TIENE!!!

73' - E infatti rientra Bonucci.

72' - Rimane a terra Bonucci, ha preso una botta involontaria al volto da Thereau. Dovrebbe comunque farcela senza problemi a continuare.

70' -  HEURTAUX CHIUDE SU UN POGBA TROPPO BAROCCO!!! Dybala lo manda in porta, il 10 bianconero lo prova un dribbling di troppo e si fa chiudere, ma ottimo l'ex Caen a non cadere fino all'ultimo ed entrare in scivolata!!

69' - MANDZUKIC LA METTE ALTA!!!! UNO-DUE EVRA-POGBA SPLENDIDO, CROSS DEL TERZINO DIFFICILE, IL CROATO DI TESTA NON TROVA LA PORTA COI PIEDI PER TERRA!!!

68' -  BONUCCI. BONUCCI!!! Zapata lo punta, prima lo ferma e poi gli ruba palla. Intervento perfetto per fermare il contropiede del colombiano.

66' - Esce Di Natale nell'Udinese, abbastanza evanescente la sua prova: entra Zapata! 

64' - Destro dal limite di Pogba, deviato in corner. Tocca a DYBALA! Esce Coman, prova più che sufficiente. 

62' - SI SALVA CON UN MEZZO MIRACOLO L'UDINESE!!! NON SI SA COME, DANILO E KARNEZIS SU MANDZUKIC A CENTRO AREA SERVITO DA PEREYRA EVITANO CHE LA PALLA ENTRI!!!! Ancora una bella azione della Juve che poi evita anche il contropiede.

60' - Buona azione offensiva dell'Udinese ora, Barzagli è super in chiusura. Poi Mandzukic non favorisce il contropiede dei suoi sbagliando un passaggio non difficile.

59' - Coraggioso Padoin a calciare e prendersi un brutto pestone da Kone!!! In mezzo all'area arriva sul passaggio dietro di Coman, destro non difficile per Karnezis.

57' - BRUNO FERNANDES SALVA TUTTO!!!! Coman riparte benissimo in contropiede e crossa per la sponda di Mandzukic, sulla quale sta per arrivare Pereyra: allunga la gamba il portoghese, quasi nell'area piccola, e la mette in corner!!! VALE UN GOL!!!

56' - Torna per un attimo in apnea l'Udinese sul corner, alla fine riesce a cavarsela però! 

54' - AVANZA LA JUVE!!! Coman crossa per Mandzukic che fa la torre ma Danilo la ferma, poi altro cross deviato di Padoin che va verso la porta, mette in corner Karnezis!

53' - Badu non ce la fa, deve entrare Kone al suo posto.

52' - POGBA!! Coordinazione eccellente per un destro difficilissimo da fuori, palla alta di poco sopra la traversa.

51' - Altro cross buono di Pogba, basso ma troppo su Karnezis, che in presa bassa fa sua la palla.

50' - A terra Badu che sembra avere appoggiato male il piede, dalla dinamica sembrerebbe una distorsione al ginocchio. Sembra costretto al cambio Colantuono.

49' - Meglio questa Udinese rispetto a quella del primo tempo: ora ci provano di più i ragazzi di Colantuono, col baricentro più alto. 

47' - Thereau prova a lanciare Badu di prima in profondità, Chiellini chiude perfettamente e guadagna rimessa dal fondo. 

19.03 -  E SI RIPARTE CON LA RIPRESA!!!!! TOCCA ALL'UDINESE FAR GIRARE LA PRIMA PALLA DEL SECONDO TEMPO.

19.01 - RIENTRANO IN CAMPO LE SQUADRE!!!! Non dovrebbero esserci cambi, la sfida ricomincia con gli stessi 22.

18.55 - Nell'Udinese buona la prova del centrocampo, in particolar modo di Bruno Fernandes e Iturra, ma anche Badu: i tre hanno fatto tanto lavoro sporco e hanno aiutato tanto la difesa, reparto un po' in difficoltà in certi momenti, specialmente nei posizionamenti. Non giudicabile l'attacco: Di Natale non l'ha mai vista, e non per demeriti suoi, mentre Thereau sta dando una grossa mano in copertura. Nella Juve da rivedere Padoin, fuori posizione ma tutto sommato ordinato, se escludiamo una sbavatura che gli è costata il giallo. Il vero regista bianconero è Bonucci, che viene avanti a giocare palloni e a provare a lanciare.

18.51 - Un primo tempo senza enormi occasioni da gol per una Juve che ha trovato di fronte a se una difesa decisamente ben organizzata e in grado di limitarla per quanto possibile, ma che ha concesso qualcosa. Le occasioni migliori sono state quelle generate dai tagli di Pereyra, sempre pericolosissimo nelle sue percussioni. Coman bene ma non benissimo, più positivo Mandzukic che pressa e va a dar fastidio a chiunque veda nella sua zona.

18.46 - SENZA RECUPERO, FINISCE IL PRIMO TEMPO! 0-0 A TORINO TRA JUVE E UDINESE!!!

45' - L'Udinese prova a chiudere il primo tempo in attacco con un corner che voleva essere un'apertura per la botta di Adnan, Padoin sventa la minaccia deviando la traiettoria del cross.  

41' - Thereau le sta prendendo un po' da tutti, Chiellini nel duello aereo lo abbatte. Comunque contrasto onesto. In precedenza buon cross basso e arretrato di Evra, non l'ha capito nessuno però. 

39' - Giallo per Padoin, ha provato a fermare Thereau a centrocampo in sciovolata ma non ha trovato la palla. Fallo onesto, non cattivo ma duro.

38' - Pogba la fa filtrare per il taglio di Pereyra, di un amen non ci arriva l'argentino!

36' -  MANDZUKIC LA METTE ALTA!!! Lichtsteiner salta Adnan e crossa sul secondo palo molto bene, non facile per il croato, disturbato da Heurtaux, trovare la porta di testa!!

35' - Giallo anche per Heurtaux che stende Coman.

34' - Bonucci chiude tutto!!! Thereau di tacco prova ad accelerare l'azione e prova a metter Di Natale davanti al portiere. Il 19 bianconero c'è. 

33' - Karnezis!!!! Sul destro secco di Lichtsteiner!!! Scarico di Pereyra dopo un po' di confusione nella difesa Udinese, tiro centrale da posizione defilata che il greco respinge!!

32' - Un buon pallone veleggia per un po' al centro della difesa Udinese, alla fine spazza il reparto arretrato friulano!  

28' - Progressione sulla sinsitra di Ali Adnan! Cerca un sinistro complicato da posizione defilata, palla larga. Primo spunto dell'Iracheno.

27' - Colpisce MALISSIMO Pogba, tiro non da lui. Ha provato il tiro alla Pirlo, risultati da rivedere.

26' - Piris sale ancora a prendere alto Coman, lo stende e concede una punizione da oltre 25 metri. Pogba l'ha messa giù come per tirare...

25' - Prova un buon sinistro da fuori Padoin, salta Iturra in velocità ma non trova la porta. Non era il suo piede, ma buona idea. 

24' - Cross basso intelligentissimo di Evra! Coman ci mette la punta ma, disturbato, non trova la porta!  

20' - KARNEZIS CI METTE UNA PEZZA!!! Coman prova a passare in mezzo a tre, non ce la fa ma la zona centrale è scoperta, la palla va lì e Pereyra ci va: calcia troppo piano, in tuffo ci arriva il portiere greco!

19' - LICHTSTEINER!!!! TIRO DEVIATO!!! Splendida palla lunga e ancora miglior spizzata per il taglio dello svizzero, azione tutta in verticale chiusa da Danilo in corner! 

16' - Ottimo giro di Bonucci, morbido ma ben piazzato: la barriera la mette in corner.

14' - Pereyra steso al limite!! Punizione pericolosissima e giallo per Piris. Era andato via ancora una volta benissimo in mezzo al campo. 

12' - Prova a uscire l'Udinese dalla sua metà campo dopo un inizio quasi sempre in apnea. 

10' - Chiellini vede spazio e va, prenendo il fondo e crossando: Karnezis senza problemi la fa sua. Era giustissima però l'idea del numero tre bianconero! 

8' - Cross di Barzagli per Mandzukic, gli esce un controllo difficilissimo girandosi, Danilo è pronto a metterci il piede e fermare tutto!! Gran giocata difensiva. 

7' - Ottima idea di Bonucci, filtrante per un taglio di Lichtsteiner, palla di poco lunga!!

6' - Troppo lento il destro di Coman!!!! Mandzukic pressa ancora, palla per Coman che dal limite prova il destro, troppo morbido, Karnezis para a terra!!

5' - BUONISSIMA TRAMA!! Pereyra spezza in due l'Udinese con una gran percussione, allarga per Mandzukic che prova a chiudere il triangolo: palla pericolosissima su cui ne l'argentino ne Coman arrivano!!

4' - Primo cross di Evra in direzione di Mandzukic, buona la sponda ma nessuno la raccoglie: spazza Iturra. 

1' - Subito pressing da entrambe le parti, Mandzukic va fortissimo su Heurtaux! Alla fine commette fallo, ma ha rischiato l'ex Caen.

18.00 - E SI COMINCIA, SI COMINCIA!!!!! PARTE IL CAMPIONATO DI JUVENTUS E UDINESE!!!! PRIMO PALLONE CHE SARA' MOSSO DAI PADRONI DI CASA!!!!

17.59 - Il saluto tra Buffon e Di Natale, i due capitani storici, in mezzo al campo. Le squadre prendono posizione in campo, ci siamo davvero...

17.57 - SQUADRE IN CAMPO!!! BOATO DEL PUBBLICO!!!

17.56 - Juventus e udinese sono nel tunnel, padroni di casa in bianco e nero, ospiti in blu.

17.50 - E intanto i bianconeri portano a spasso la Supercoppa Italiana per lo stadio, l'ultimo trofeo conquistato.

17.48 - Le parole di Lichtsteiner nel pre-gara: "È sempre difficile giocare la prima. L'Udinese è pericolosa da affrontare. L'importante è vincere".

17.43 - Anche gli indisponibili Khedira e Morata allo stadio per supportare la Juventus.

17.40 - Le riserve bianconere: Zaza osserva la sua nuova casa, Rubinho e Neto scambiano a bordocampo.

17.35 - La Juventus si riscalda in campo. E intanto, è arrivata la pioggia...

17.30 - Intanto allo Stadium arrivano i nuovi vessilli dei tre trofei conquistati.

17.26 - Si vedono in campo le squadre per il riscaldamento! E si fanno sentire i tifosi della Juventus.

17.23 - Tra le varie scelte di Allegri, va sottolineato il centrocampo: Padoin è in posizione di regista, come già annunciato e come ha già fatto lo scorso anno con l'Empoli. Pogba non è in discussione, occhi puntati su Pereyra, preferito a Sturaro: la sua capacità di inserimento sarà una delle chiavi per scardinare la difesa dell'Udinese. Scelta che va anche in direzione di Mandzukic: spesso il Tucuman si allarga a destra mettendo ottimi palloni al centro che possono favorire il croato.

17.20 - Giornata abbastanza uggiosa a Torino, il cielo non promette sicuramente bene, potrebbe anche arrivare la pioggia. Lo Stadium qui appare deserto, ma si sta riempiendo. E sarà, ovviamente, tutto esaurito.

17.15 - Arriva anche l'undici dell'Udinese!! Confermate anche in questo caso le scelte annunciate, con Iturra che ha la meglio su Pinzi in mezzo al campo.

(3-5-2) Karnezis; Heurtaux, Danilo, Piris; Edenilson, Badu, Iturra, Bruno Fernandes, Ali Adnan; Thereau, Di Natale. A DISPOSIZIONE: Meret, Perisan, Neuton, Pasquale, Piris, Widmer, Merkel, Pinzi, Aguirre, Perica, Zapata. All.: S. Colantuono.

17.10 - ARRIVATA LA FORMAZIONE UFFICIALE DELLA PRIMA JUVENTUS DELLA SERIE A 2015/16. Per 10/11 è confermato l'undici della vigilia, ma in avanti c'è una novità: non c'è Paulo Dybala dal primo minuto in avanti, bensì Kingsley Coman. Come in Supercoppa, Allegri opta per il francese classe 1996.

(3-5-2) Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pereyra, Padoin, Pogba, Evra; Mandzukic, Coman. A DISPOSIZIONE: Neto, Rubinho, Isla, Caceres, Rugani, Alex Sandro, Sturaro, Vitale, Dybala, Zaza, Llorente. All.: M. Allegri.

17.05 - E intanto Stephan Lichtsteiner prova il campo.

17.00 - L'arrivo dei giocatori della Juventus allo Stadium, pronti per l'esordio casalingo stagionale dopo la Supercoppa vinta a Shangai:

Buon pomeriggio o buona sera, un po' come preferite, a tutti voi appassionati di calcio, da parte di Giorgio Dusi e tutta la redazione di Vavel Italia, e benvenuti a questa diretta scritta live e di Serie A! Ieri hanno giocato la seconda e la terza classificata dello scorso anno, oggi tocca ai campioni in carica, tocca alla Juventus di Massimiliano Allegri, fresca di Supercoppa Italiana. A Torino arriva l'Udinese, che vuole ben figurare in questa primissima di campionato. Seguiremo insieme la partita, con tutti gli aggiornamenti del caso.

Ci siamo! Dopo la lunga pausa estiva, la serie A è pronta a ricominciare. Alle 18, lo Juventus Stadium di Torino vedrà l’esordio dei campioni d’Italia in carica della Juventus, impegnati contro l’Udinese del neo allenatore Stefano Colantuono. Arbitra Mazzoleni della sezione di Bergamo. I bianconeri di Torino arrivano alla sfida con tanti infortuni e la squadra ancora non pienamente definita dal calciomercato estivo, che promette ancora un acquisto eclatante. Pronti ad iniziare con l’undici migliore invece i friulani, che dovranno ripartire quest’anno dopo una stagione decisamente sottotono, ma con la targa di squadra più virtuosa del massimo campionato, bilanci e nuovo stadio di proprietà alla mano.

La sfida apre il programma domenicale, all'indomani degli impegni delle due romane, con esiti diversi: una buona Lazio che ha battuto il Bologna per 2-1, soffrendo un po' troppo nel finale, e una Roma bloccata sul campo dell'Hellas.

Qui Juventus

Senza avere ancora quel trequartista che è in cima alla lista del mercato estivo, Max Allegri sceglie un modulo che i giocatori conoscono a memoria: 3-5-2 collaudatissimo, utilizzato in maniera vincente anche nella partita di Supercoppa vinta per due reti a zero contro la Lazio. L’allenatore, in conferenza stampa prepartita, scioglie i principali dubbi di formazione. In difesa, avanti all’eterno Buffon, dovrebbe partire il trio titolare Bonucci-Barzagli-Chiellini, con quest’ultimo pienamente recuperato e a disposizione del tecnico livornese.

La linea mediana, quanto mai inedita, vedrà lungo le fasce Lichtsteiner ed Evra, in attesa che a sinistra sia disponibile il grande acquisto Alex Sandro, ex Porto; al centro, gli out di Marchisio, Asamoah e Khedira costringeranno Allegri a schierare Pogba, Sturaro (favorito nel ballottaggio con Pereyra) e Padoin, chiamato, davanti alla difesa, a svolgere un ruolo da regista. In attacco, Mandzukic è ancora in dubbio dopo la contusione al ginocchio rimediata a Villar Perosa, ma dovrebbe partire dal primo minuto a fianco di Dybala. Se non dovesse farcela, è pronto Llorente per quella che potrebbe essere la sua ultima in bianconero.

Quanto al mercato, Allegri non parla delle indiscrezioni in entrata, complimentandosi però con l’operato della società, ma si concentra sui giocatori in uscita, blindando Isla e mantenendo anche una cauta riserva sulla permanenza di Llorente. Soddisfatto per l’acquisto di Alex Sandro, glissa laconico sul nuovo modulo: "Devo cercare di mettere i giocatori in condizione di dare il meglio a seconda delle loro caratteristiche".

Il tecnico ieri ha parlato anche della corsa scudetto, stilando la sua griglia: "L'Inter, il Milan, la Roma, sono le squadre che hanno fatto un ottimo mercato, che si sono maggiormente rinforzate e credo che insieme alla Juventus siano le favorite per lo Scudetto. Poi non dobbiamo scordarci del Napoli. Il nuovo allenatore ha portato stimoli nuovi, hanno mantenuto l'intera rosa, aggiungendo qualche acquisto. Anche la Fiorentina sta facendo bene. Penso che sarà un campionato molto più equilibrato rispetto a quello dell'anno scorso e quindi bisognerà essere bravi a mantenere l'equilibrio durante tutta la stagione. Dobbiamo fare un passettino alla volta e arrivare al 16 maggio in testa al campionato. Il calcio è fatto di numeri e per vincere il campionato la statistica più importante è che devi fare tra i 75 e gli 80 gol e devi subirne da 20 a 25. Se riesci a fare questi due numeri, vinci il campionato".

Bianconeri che però devono pensare a una partita per volta, e l'inizio non è facile, sia per l'avversario che per le condizioni fisiche: "Dispiace per questi infortuni che ci sono capitati, soprattutto per quello di Khedira, che è quello più lungo. Però Morata da martedì è di nuovo con la squadra, Chiellini è rientrato in gruppo. Riguardo Mandzukic valuteremo oggi se potrà essere a disposizione per domani, visto che ha fatto lavoro differenziato, perchè questo colpo che ha ricevuto sulla coscia nella partitella di mercoledì gli crea fastidio. E se non sta bene preferisco non rischiarlo, anche perchè con Llorente, Zaza, Dybala e Coman siamo coperti".

E così, Allegri ricorre al suo jolly: "Padoin giocherà davanti alla difesa. Ci ha giocato l'anno scorso. Tra l'altro è un ragazzo che sa giocare in tutti i ruoli, quindi credo che per me sia un vantaggio. Chiellini è a completa disposizione, ha lavorato anche abbastanza e credo abbia bisogno di giocare le partite. Tutti i campionati sono stimolanti, altrimenti non sarei qui a fare l'allenatore. Inoltre abbiamo condiviso questo cambiamento con la società".

"Noi dovremo cercare di giocare una partita tecnicamente molto buona e valida - Prosegue il mister riguardo al piano partita bianconero, sponda torinese - L'Udinese è una squadra che fa giocare molto male gli avversari, quindi dovremo essere bravi a calarci nella partita e a capire velocemente come adattarsi alla partita, così come i ragazzi sono stati bravi in Cina ad adattarsi a quel campo non buono. L'importante per noi domani è vincere per cercare di portare a casa i primi tre punti del campionato, sapendo che andremo incontro ad una partita difficile. Non credo che sarà una bellissima partita sul piano tecnico, quindi sapendo questo bisognerà cercare di sfruttare al meglio le occasioni che ci capiteranno e tutte le occasioni, anche sui calci piazzati, che avremo la possibilità di sfruttare".

Il mister aveva parlato, dopo la partita con il Lechia, di un'aria negativa che circondava l'ambiente della Juventus. Oggi, dopo aver conquistato il primo trofeo stagionale, le idee sono cambiate: "Per quanto riguarda l'aria attorno alla Juventus, credo che per noi la vittoria della Supercoppa ci abbia dato una spinta importante. E' normale che quando inizi una nuova stagione con tanti giocatori nuovi ci sono sempre dei punti interrogativi, così come domani si andrà in campo con un punto interrogativo: si inizia il campionato e quindi non sai mai come andrà la prima partita. Poi dopo, piano piano, partita dopo partita, è normale che acquistisci certezze, migliorano i singoli e la squadra. Ma questo è normale. Per quanto riguarda i cambi, penso siano stati importanti anche lo scorso anno. Anche chi ha giocato meno, come Simone Pepe, nelle poche partite in cui ha giocato è risultato determinante. Nel calcio di oggi dico sempre che sono molto più importanti i cambi di quelli che vanno in campo all'inizio e quest'anno certamente la panchina è più lunga".

Qui Udinese

Un esordio difficile che più difficile non si può, quello di Stefano Colantuono sulla panchina friulana. Per cercare di rovesciare il pronostico non certo favorevole, l’ex tecnico atalantino decide di rispondere a specchio alle mosse di Allegri, schierando anch’egli un 3-5-2. La filosofia del tecnico è chiara: «Se difendi hai perso in partenza. Contro la Juventus non si può avere un atteggiamento remissivo». Sicuramente in campo non scenderà Guilherme: il regista brasiliano ha riportato dei problemi muscolari venerdì in allenamento, tanto da non essere nemmeno nei convocati, quindi adesso caccia al sostituto: Pinzi, Iturra o Merkel? La difesa non dovrebbe avere sorprese, invece: Danilo, Hertaux e Domizzi per fermare le incursioni dei torinesi, il cui schema potrebbe oscillare tra il 4-3-1-2 e lo stesso 3-5-2. Comunque sia, là davanti ci saranno Dybala e Mandzukic, coppia inedita ma sicuramente temibile, contro cui i difensori dovranno sapere far reparto. In porta ovviamente Karnezis, ma in panchina ci saranno anche i “baby” Meret e Perisan.

In attacco, invece, ci sarà il solito Di Natale con il francese Thereau: per il capitano è una sfida che come sempre vale doppio, essendo stato vicinissimo qualche anno fa al trasferimento alla corte degli Agnelli. Zapata, invece, o non giocherà proprio o solo in extremis: la forma è ancora da migliorare, come si è visto con il Novara. “L'unico suo problema è la condizione, perché con il Napoli in preparazione ha fatto pochissime partite” ha dichiarato Colantuono riguardo all’attaccante, per poi aggiungere: “Non appena sarà pienamente in forma si candiderà anche a un posto da titolare”. I veri assi nelle maniche del Cola saranno però gli esterni, come si è già visto: Adnan ed Edenilson ci saranno, insieme allo svizzero Widmer che in questi giorni è tornato al centro delle voci di mercato. La concorrenza con il compagno brasiliano lo avrebbe fatto retrocedere nei piani del mister, ma un suo addio è in dubbio, poiché l'alternativa, Faraoni, non può certo vantare lo stesso tasso tecnico.

Carico anche Bruno Fernandes, che ha dichiarato nei giorni scorsi di voler andare a Torino per fare una buona partita. Ma le aspettative dovranno fare i conti con il club che l'anno scorso è arrivata seconda in Champions, anche se adesso la rosa è drasticamente cambiata. In più, ci sono i precedenti a favore della Vecchia Signora: all'esordio in campionato, non ha mai perso in casa in tutte le 40 partite disputate, tra cui le due proprio con i friulani, dove non ha nemmeno subito gol. La mente dell'Udinese dovrà essere lucida e pronta a dar battaglia, per iniziare al meglio la stagione e interrompere il digiuno di vittorie con la Juve, che dura ormai da gennaio 2011. E nelle ultime quattro trasferte allo Juventus Stadium, Di Natale e compagni ne sono sempre usciti sconfitti. In più, Totò non ha mai segnato alla squadra di Allegri nelle ultime 10 sfide in campionato.

Colantuono sa quello che dice e lo fa capire a tutti. Il mister ha le idee ben chiare e di fronte alle solite domande scontate dei giornalisti presenti, risponde a tono sapendo del fatto suo.Non accetta la frase di rito "Andiamo a giocarcela, tanto non abbiamo nulla da perdere" perchè perdere, appunto, non piace a nessuno anche se davanti hai la squadra più forte degli ultimi anni in Italia. L'atteggiamento sarà fondamentale ma anche se prepari la partita nei migliore dei modi, l'avversario può avere un valore tale da impedirti di farti giocare.

E questo è quello che Colantuono si aspetta da Allegri, aggressione fin dai primi minuti, pressando e cercando di recuperare palla vicino alla porta dell'Udinese: "Pare sia orientato a schierare il 3-5-2 con Padoin? Ragazzo eccezionale, ho un bellissimo ricordo di lui a Bergamo, dove lo metti, gioca. E' la fortuna di ogni allenatore, infatti la Juve non se ne è privata e alle prime difficoltà viene scelto lui".

"Ci vorrà coraggio", gli suggeriscono,  ancora una volta sorride, come se lui non lo sapesse : "Lo so benissimo, ho detto che se vai a Torino per difenderti perdi sicuro, a volte però non riesci a giocare, gli altri non te lo permettono. Domani vorrei fare una bella prestazione, altrimenti, comunque il punticino non te lo porti a casa".

L'assenza di Guilherme per un problema muscolare gli da l'occasione per fare pretattica, anche se lui smentisce, sempre sorridendo: "Pinzi e Iturra hanno caratteristiche simili e possono sostituire Guilherme, però anche Merkel potrebbe giocare in quel ruolo anche se con caratteristiche diverse. Giuro non sto bluffando, lo abbiamo provato in pre campionato".

Su Thereau e Zapata: "Il francese aveva un affaticamento ai flessori e lo abbiamo cautelato visto quanto successo a Guilherme, mentre il colombiano ha solo un problema di condizione, a Napoli ha giocato poco durante la fase di preparazione. Può giocare, ma vedremo come".

Alla domanda se la Juve si è indebolita risponde: "No, la carica e la voglia di vincere che ha tutto l'ambiente si trasferisce rapidamente anche ai nuovi arrivati. Mandukic e Dybala sono una coppia forte e ben assortita, rimpiazzeranno bene Llorente e Tevez".

Attenti a…

Per la Juventus, tutta la linea verde degli under 25 è una fucina di talenti che merita particolare attenzione. In questa partita, segnaliamo i fantastici 3: Sturaro, Pogba e Dybala. Rispettivamente la scommessa, la consacrazione e il talento. Il primo dovrà giocare come ha fatto in Supercoppa, sfruttando il periodo delle tante assenza, per ritagliarsi un posto da titolare. Il secondo, affermarsi definitivamente con il numero 10, leader assoluto della squadra. Il terzo, presentarsi davanti al nuovo pubblico senza far rimpiangere il connazionale Tevez e, soprattutto, dimostrando di valere il suo cartellino da quasi 40 milioni. Per l’Udinese, vista la partita molto impegnativa, potrebbero essere necessari per il portiere Orestis Karnezis gli straordinari: l’estremo difensore greco, uno dei migliori della scorsa stagione, sarà chiamato ad abbassare la saracinesca rendendo la vita impegnativa alle punte. E chiaramente, occhio a Di Natale: la difesa della Juve è rocciosa, ma il bomber napoletano ha dimostrato in più di un’occasione di avere i colpi giusti per trovare il guizzo decisivo.

I precedenti

Precedenti della sfida decisamente favorevoli alla Vecchia Signora, la cui ultima sconfitta contro i friulani risale al 30 gennaio 2011: 2-1 per l’Udinese allo stadio Olimpico di Torino. Da quel momento in poi, la Juve ha collezionato 6 vittorie e 2 pareggi, subendo soltanto due gol. Nella scorsa stagione, la partita si è giocata il 14 settembre, ed ha visto la Juventus trionfare per 2 reti a 0: in gol, Tevez e Marchisio. Negli ultimi cinque incontri giocati a Torino, tutti validi per il campionato di serie A, la Juventus conduce per 4 vittorie a 1, con 10 gol fatti; 3 sono invece quelle dei friulani.