Morata, allarme rientrato: ci sarà contro il Chievo

Sarà schierato nel 4-3-1-2 al fianco di Dybala. Esordio per Hernanes e Sandro, torna Marchisio

Morata, allarme rientrato: ci sarà contro il Chievo
Morata, allarme rientrato: ci sarà contro il Chievo

Allarme rientrato. Nonostante Alvaro Morata abbia interrotto l’allenamento di ieri per un attacco influenzale, la notizia che trapela dall’ambiente bianconero è che sarà comunque disponibile per la partita casalinga di sabato sera contro il Chievo. Inizio di stagione non particolarmente fortunato per l’ex Real  Madrid, che ha già dovuto fare i conti con un infortunio muscolare che lo ha costretto ai box per la gara di Supercoppa Italiana e per la prima di campionato persa in casa contro l’Udinese.

Un altro “fiuuuuu” per Max Allegri, che potrà aprire le danze con i valzer delle punte in vista dell’importante debutto in Champions League contro il Manchester City. Dopo le infelici esperienze con il 3-5-2, il mister toscano ritorna al suo fido 4-3-1-2, complice i rientri dagli infortuni e gli interventi sul mercato. Tra i pali come di consueto ci sarà Buffon, a destra agirà Lichtsteiner, non particolarmente brillante nelle ultime uscite, come centrali difensivi Bonucci e Chiellini dovrebbero allontanare le minacce di Paloschi&Co, anche se Barzagli potrebbe accaparrarsi un posto da titolare. A sinistra debutto per “mister 26 milioni” Alex Sandro, dal quale tutti si aspettano grandi prestazioni e magari cross più calibrati di quelli offerti dai suoi colleghi. A centrocampo Marchisio è rientrato dall’infortunio muscolare che lo ha costretto a saltare l’inizio di stagione ed è pronto a riprendersi le redini del gioco in cabina di regia. Pogba dovrà recuperare la brillantezza di un tempo e soprattutto, facilitato dal rientro del principino, essere più decisivo sia in fase di impostazione, lasciando da parte gli arzigogolati e inutili giochetti, che in fase realizzativa.  Il terzo posto a centrocampo sarà occupato da uno tra Sturaro, una delle poche note positive del match contro la Roma, e Pereyra, che in nazionale ha spinto l’Argentina al pareggio contro il Messico sfoderando una prestazione da vero fuoriclasse.

Sulla trequarti ci sarà l’esordio del “profeta” Hernanes, che avrà il compito di non far rimpiangere Julian Draxler e di essere quel collante tra centrocampo e attacco che è mancato nelle ultime uscite. In attacco al fianco di Morata ci sarà Dybala, reduce dai gol in Supercoppa e contro i giallorossi e da prestazioni di alto livello,  con Mandzukic che dovrebbe essere preservato per giocare invece contro i citizens.