Juventus - Borussia Monchengladbach: le parole dei bianconeri

La Juventus pareggia 0-0 in casa con il Borussia Monchengladbach, ecco le parole dei protagonisti bianconeri, ai microfoni di Mediaset Premium, al termine della gara.

Juventus - Borussia Monchengladbach: le parole dei bianconeri
Juventus - Borussia Monchengladbach: le parole dei bianconeri

Massimiliano Allegri: "Abbiamo creato poche occasioni pulite. Gli errori sono arrivati  per scelte affrettate e un po' di egoismo. La mancata espulsione poteva cambiare la gara, ma dovevamo essere in grado cambiarla noi. Gara molto simile a domenica scorsa contro l'Inter, e infatti sono due partite che non segniamo. Cuadrado ha giocato molto ma era poco brillante per questo ho preferito sostituirlo con Pereyra. Sono molto arrabbiato stasera, dovevamo essere più incisivi negli ultimi 30 metri. Potevamo andare in porta palla al piede in alcune situazioni. Quando ci sono compagni messi meglio è giusto consegnargli la palla. Dybala ha fatto cose buone, ma deve crescere. Diventerà un grande giocatore giocando in un ruolo diverso da quello di prima punta".

Gigi Buffon: "Non hanno rubato nulla perché nemmeno noi abbiamo avuto delle palle gol clamorose va detto. 
Record presenze? Fa un grande piacere ma le vittorie più belle sono quelle che si possono condividere con i compagni".

Paul Pogba: "Cerco di fare sempre bene. Le cose che dice l'allenatore le ascolto, non il resto. Il numero 10 pesa? E' un numero. Se avessi segnato oggi nessuno ne avrebbe parlato, sono solo parole.
Ero arrabbiato con Morata nel primo tempo, ma si è scusato per non avermi passato il pallone.
Spero che la prossima volta lo faccia. Non ho più la cresta? Aspettate che ne arriva un'altra... Devo sempre fare il mio calcio, devo essere paziente. Spero che il gol arrivi presto".

Claudio Marchisio: "In Serie A creiamo molto come la Roma. Ora stiamo concedendo di meno dietro, ma davanti manca sempre lucidità - poi il mediano bianconero aggiunge - Non credo che potesse essere utile la rotazione stasera.

Sappiamo che è ancora presto perchè siamo a ottobre, ma in campionato sappiamo che più tempo passa più sarà difficile. Iniziare la stagione perdendo la prima in casa non ha aiutato il gruppo, poi è arrivata la partita con la Roma e la sosta. Non è stato facile per i nuovi. Le difficoltà sono entrate nella testa dei nuovi. Mancano i risultati".

Andrea Barzagli: "Abbiamo fatto fatica a creare qualche palla gol. Loro sono una squadra tosta, ma lo sapevamo. non è stata la miglior partita sul piano offensivo, ma riguarda tutta la squadra. L'ultimo quarto d'ora ci siamo allungati troppo e abbiamo rischiato. Siamo abituati a giocare 2-3 partite consecutive. Oggi era importante fare risultato, invece è ancora tutto aperto e dobbiamo ancora battagliare".