Live Juventus - Fiorentina (3-1) in Serie A 2015/16

Live Juventus - Fiorentina (3-1) in Serie A 2015/16
Juventus
3 1
Fiorentina
Juventus: (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Cuadrado, Pogba, Khedira (61' Sturaro), Marchisio, Evra (75' Alex Sandro); Dybala, Mandzukic. All. Allegri
Fiorentina: (3-4-2-1): Tatarsanu; Tomovic, Gonzalo Rodriguez, Astori; Bernardeschi, Badelj, Vecino (84' Mati Fernandez), Marcos Alonso (84 Pasqual); Borja Valero, Ilicic (84' Rossi); Kalinic. All. Sousa
SCORE: 1-0, Ilicic (rig), 2'. 1-1, Cuadrado, 5'. 2-1, Mandzukic, 79'. 3-1, Dybala, 90+1'.
ARBITRO: Daniele Orsato (ITA) Ammoniti: Marcos Alonso 32', Pogba 50', Borja Valero 55', Ilicic 66', Mandzuic 71', Vecino 71', Pasqual 90'-
NOTE: Sedicesima giornata di Serie A 2015/16, si gioca allo Juventus Stadium, ore 20.45.

22.56 - Con una meravigliosa carrellata di immagini dallo Stadium dobbiamo lasciarci: anche per stasera dalla Serie A è tutto. Io sono Stefano Fontana e vi ringrazio per aver seguito questo meraviglioso match assieme a me. Ricordate, per tutto il meglio del calcio e dello sport internazionale restate sintonizzati su VAVEL Italia! Ciao!

21.45 - Sugli scudi Evra, Mandzukic e Cuadrado. Male Pogba e Bernardeschi, autori di troppi errori individuali. Tra i viola ottima prova per Valero e Ilicic, difficoltà anche per Marcos Alonso. Nel complesso due squadre molto organizzate, che hanno lottato molto a centrocampo col fisico. Alla fine a prevalere sono i guizzi di due campioni come Mandzukic e Dybala, che hanno sfruttato le uniche disattenzioni della difesa ospite. Pochi spazi per Kalinic, sempre chiuso ottimamente da Bonucci e Chiellini. Vittoria che accorcia la classifica ai piani alti: l'Inter vola a 36 ma dietro Fiorentina, Napoli, Juventus e Roma sono racchiuse in soli tre punti, da 32 a 29. 

21.43 - Grande prova di forza per la Juventus di Allegri che regge bene il possesso prolungato della Fiorentina riuscendo a rispondere subito alla doccia fredda iniziale di Ilicic e a non subire mai troppi rischi dalle parti di Buffon. Uno splendido Mandzukic, sacrificatosi dietro le quinte per tutto il match, difende un gran pallone che torna utile per Pogba e Dybala: ma è proprio il croato a chiudere di rapina sulla risposta di Tatarusanu. Nel primo dei quattro di recupero è Cuadrado a sfondare e a mettere dentro per Dybala, che fa fuori Rodriguez ed appoggia in rete.

90+4' TRIPLICE FISCHIO DI ORSATO, FINISCE QUI ALLO STADIUM: 3-1 JUVENTUS! 

90+1' - DYBALAAAA! GOOOOOL! GOOOOOL! LA CHIUDE LA JUVE! Lancio in avanti per Cuadrado che vince il rimpallo con Astori e serve dentro l'ex-Palermo, bravissimo e straordinariamente lucido a saltare secco Rodriguez verso sinistra e ad appoggiare con il sinistro sull'uscita di Tatarusanu: MERAVIGLIOSO DYBALA!

90' - Quattro di recupero assegnati, mentre Pasqual in inserimento sbraccia su Cuadrado lontano dalla palla: ammonito.

88' - Prova ad organizzare l'assalto finale la Fiorentina.

87' - Rossi allunga per Kalinic, anticipato quasi a peso morto da Bonucci.

84' - Triplo (TRIPLO!) cambio in contemporanea per Sousa, che butta dentro Pasqual, Mati Fernandez e Giuseppe Rossi. Fuori Ilicic, Vecino e Alonso. Dall'altra parte anche Allegri termina i cambi: standing ovation per Mandzukic che lascia il posto ad Alvaro Morata.

83' - Ancora Mandzukic con la girata di sinistro, si oppone col corpo Alonso.

82' - TATARUSANU! Palla dentro di Cuadrado e zuccata di Sturaro, grandissima parata in tuffo del portiere rumeno. Sarà corner, super pressione dei padroni di casa.

79' - GOOOOOOOOL! GOOOOOL! MANDZUKIIIIC! MANDZUKIIIIC! JUVE IN VANTAGGIOOO! Era pronto il cambio con Morata, ma nella sua ultima azione il croato difende palla e fa partire Pogba sulla trequarti: progressione centrale e palla larga sulla destra per Dybala: controllo meraviglioso e tocco ravvicinato intercettato da Tatarusanu. La palla rimane lì ed il più lesto ad arrivarci è Mario Mandzukic che di rapina fa due a uno!

77' - Primo blitz di Alex Sandro a centrocampo: percissopme e palla per Pogba, anticipato da Rodriguez.

76' - Badelj al volo dalla distanza non trova lo specchio. Nel frattempo esce un ottimo, ottimo Patrice Evra e tra gli applausi entra Alex Sandro che prende posto sulla sinistra.

75' - Sturaro esce in ritardo su Borja Valero e Marchisio è costretto a stenderlo: ammonito l'ex-Empoli.

74' - Nel frattempo si riscaldano intensamente Morata, Alex Sandro e Giuseppe Rossi

73' - Ancora asse Pogba-Evra in profondità, ottima chiusura in scivolata di Tomovic.

71' - Doppia ammonizione per Mandzukic e Vecino che bisticciano a centrocampo.

70' - MANDZUKIC! Su cross di Dybala il croato se la trova in fronte tutto solo e non riesce a girarla verso la porta. Grande occasione potenziale per la Juventus.

69' - Altra punizione poco fuori area per la Juventus: stavolta out di sinistra.

67' - Ilicic passa tra Chiellini e Marchisio e va giù: Orsato lascia correre ed il trequartista viola lo manda a quel paese. Arriva il giallo.

63' - Dybala calcia forte, Rodriguez in barriera devia ma Orsato ha una svista e assegna la rimessa dal fondo, considerando il tocco di uno juventino.

62' - Valero in ritardo su Dybala, punizione da distanza considerevole ma non proibitiva: 28 metri. Perfettamente centrale rispetto alla porta di Tatarusanu.

61' - Primo cambio nella Juventus: fuori Sami Khedira, che non ha i novanta minuti nelle gambe, dentro Sturaro.

60' - Cuadrado in percussione non si intende con Barzagli e la perde: sulla ripartenza veloce ancora fallo su Kalinic a centrocampo.

60' - Stop sbagliato di Pogba a centrocampo: non c'è con la testa il francese.

58' - Cross di Cuadrado riciclato da Pogba sul secondo palo: contro-cross teso di Evra con Dybala che esce sul primo palo e gira di sinistro, a lato di centimetri. Ottimo spunto per la Juventus.

57' - Altra, ennesima, sanguinosissima palla persa da Pogba: per sua fortuna nessuno arriva sul cross di Bernardeschi. Pessimo secondo tempo dell'ex-United.

57' - Alonso spinge ancora Cuadrado, fallo.

55' - Marcos Alonso salta netto Cuadrado e punta l'area: Khedira gli toglie il pallone e serve Marchisio. Fallo in ritardo di Borja Valero sull'azzurro, ammonito.

53' - Possesso prolungato della Viola, con la Juventus ad aspettare dietro la palla.

51' - Altro fallo in attacco di Paul Pogba, nervosissimo.

50' - Altra palla persa di Pogba he non ci sta e rincorre la sfera recuperandola in scivolata: la sensazione è che l'intervento su Borja Valero sia puito, ma Orsato non è d'accordo e sventola il giallo. Rivedendo il replay, avevano ragione i bianconeri a protestare veementemente.

48' - Due errori piuttosto banali consecutivi di Bernardeschi e Pogba, quattro in totale: il francese è leggermente beccato dai suoi tifosi.

47' - Pogba controlla sulla destra, scivola ma riesce a difendere il pallone su due avversari: è Bernardeschi poi a levargliela.

47' - Ilicic affonda e si accentra da destra, e prova a servire Kalinic col mancino filtrante: attentissimo Bonucci in chiusura.

46' - Venti secondi e subito ci prova Pogba da posizione improbabile: ancora una volta il destro è fuori misura.

46' SI RIPARTE! QUARANTACINQUE MINUTI PER DECIDERE LA PARTITA!

21.46 - Dopo lungo (e giustificato) riscaldamento, sono in campo gli stessi ventidue del primo tempo.

21.43 - Ecco le immagini del primo tempo!

21.35 - Primo tempo intensissimo, con molti palloni recuperati a centrocampo e pochi spazi negli ultimi sedici metri: le principali occasioni sono arrivate da spunti individuali o da tentativi dalla distanza. Risultato sbloccato da Ilicic su rigore conquistato da Bernardeschi al secondo minuto: al quinto arriva il pari di Cuadrado con pallonetto (probabilmente pensato come una sponda) di testa che beffa Tatarusanu.

45' FINISCE QUI IL PRIMO TEMPO! 1-1, TUTTO NEI PRIMI MINUTI! Al rigore di Ilicic risponde la zuccata di Cuadrado.

44' - Cross respinto su cui Bonucci calcia di prima: rasoterra impreciso ma non troppo. Applausi dai suoi tifosi.

43' - Orsato va a parlare con un irrequietissimo Sousa, e i gesti sono molto chiari: alla prossima protesta arriverà l'allontanamento dalla panchina.

43' - Altro contatto irregolare di Alonso, che proprio non trova le misure giuste a Cuadrado.

42' - Veronica di Valero a centrocampo: fallo di Marchisio.

40' - Cuadrado va lunghissimo per Evra che fa la sponda: ancora il solito Gonzalo Rodriguez a ripulire prima di tutti.

40' - Marcos Alonso già ammonito stende Cuadrado: punizione dalla trequarti destra per la Juventus.

39' - Kalinic giù due volte difendendo palla prima su Barzagli e Bonucci: Orsato valuta entrambi come contatti regolari spalla-spalla, ma la sensazione è che almeno uno dei due poteva essere sanzionato.

38' - Altissimo numero di palloni recuperati dalle due mediane in questa prima parte.

37' - Marchisio lungo per Dybala che la stoppa: bravissimo Tomovic a togliergliela in qualche modo per far ripartire i suoi.

36' - Altro tentativo di pescare il jolly dalla distanza: Pogba spara altissimo.

35' - Intensità alle stelle in questo momento: quanti contrasti a centrocampo! Mai violenti o scorretti, comunque.

34' - Chiellini si improvvisa regista e allarga per Evra: decisamente fuori giri.

32' - Ennesima ripartenza di Paulo Dybala: Alonso gli si appende alla maglietta e finisce sul taccuino, ammonito.

31' - Gran cross teso di Pogba, allontanato da Gonzalo che anticipa Mario Mandzukic.

30' - Stesso copione anche per Marcos Alonso, imbucato in profondità da Borja Valero: grande sforzo in copertura per Cuadrado e fallo dello spagnolo.

29' - Astori sventaglia lungo per Kalinic: Chiellini in anticipo difende bene palla e subisce fallo dal croato.

27' - Grande ripartenza di Dybala che cadendo cambia tutto trovando Pogba sulla sinistra: bel suggerimento filtrante per Evra, ma sul cross basso del 33 non c'è nessun compagno in agguato.

26' - Corner per la fiorentina, ma c'è fallo in attacco di Marcos Alonso che spinge in area piccola.

24' - Ripartenza organizzata della Juventus che si conclude con un sinistro di Dybala, ribattutto prima da Tomovic e poi addirittura da Mandzukic.

23' - Bellissima azione di prima della Fiorentina: Valero punta Evra con un destro-sinistro e cade dentro il limite destro dell'area. Bravo Orsato a non fischiare, il francese sembrava immobile.

22' - A ripartire è Dybala che di forza spunta e serve Cuadrado: a recuperare sul colombiano è indovinate chi? Josip Ilicic. Che sacrificio, quaranta metri di corsa e palla recuperata.

21' - Caos attorno al punto di battuta di una punizione guadagnata da Ilicic vicino al limite dell'area: Ilicic e Alonso si combattono il pallone, gli juventini si lamentano per la posizione, secondo loro troppo ravvicinata. Va Ilicic alla fine, barriera piena.

19' - Da fuori anche Vecino col destro: poco a lato di un tranquillo Buffon.

18' - Dybala batte basso per Cuadrado che tutto solo può calciare da posizione leggermente defilata al limite: palla in piena curva.

17' - In questa fase è la Juventus che prova a costruire: cross profondo ed impreciso di Chiellini, raccolto da Cuadrado che irretisce Marcos Alonso e guadagna punizione sulla fascia.

15' - Ilicic prova ad inventarsi una conclusione da 35 metri: lontanissima dai pali.

13' - DYBALA! Che azione! Meraviglioso guizzo da fermo dell'argentino dopo la sponda di Mandzukic: doppio dribbling ed incursione in area da destra, ma il destro è lento e centrale, blocca Tatarusanu.

13' - Bernardeschi va in slalom a centrocampo e va giù: nessun fallo.

11' - Primo inserimento di Kalinic che chiude il triangolo con Ilicic: tempestiva la chiusura di Chiellini, fallo laterale.

9' - Finalmente qualche secondo per rivedere le immagini del rigore: Bernardeschi entra molto velocemente in area palla al piede e cade platealmente, ma Chiellini non fa niente per evitare il contatto. Il dubbio rimane: i due si sono toccati? Difficile stabilirlo.

7' - Partita assolutamente frenetica: prima pausa per Mandzukic che cercando di intercettare un rinvio di Tatarusanu in scivolata prende un calcio (involontario) al volto e rimane a terra.

5' CUADRADOOOOOOO! LA JUVENTUS PAREGGIA! CHE GOL ASSURDO, CHE PARTITA ASSURDA! Pogba libera di tacco Evra sulla sinistra: il francese arriva sul fondo e crossa lungo. Cuadrado di testa sembra voler fare una sponda per Khedira al centro, ma la palla si alza e beffa Tatarusanu con un pallonetto perfetto.

4' - Ritmi altissimi ora, con la Juve che non ci sta e prova a cercare lo spunto.

2' - ILICIIIIIIC! GOOOOOOL! GRANDE TRASFORMAZIONE!

2' - RIGOREEEEE! Bernardeschi steso in ingresso in area da Chiellini, Orsato si consulta con l'addizionale e fischia il tiro dal dischetto!

2' - Juventus a pressare da subito, Kalinic steso in difesa del pallone.

1' FISCHIA ORSATO, INIZIA JUVENTUS-FIORENTINA!

20.45 - Risuona O' Gloriosa  allo Stadium! Saluti di rito, sorteggio e scambio dei gagliardetti. Juventus con la classica divisa bianconera a righe verticali, Fiorentina con classico viola totale.

20.40 - Temperatura polare a Torino, con solo due gradi ed umidità vicina al 90%!

20.38 - Riscaldamento terminato, una manciata di minuti al via.

20.30 - Uno sguardo agli spogliatoi! Tutto pronto per il calcio d'inizio.

20.22 - Riscaldamento allo Juventus Stadium!

20.16 - Sopralluogo dei padroni di casa di pochi minuti fa.

20.11 - Ecco l'arrivo dei giocatori allo Stadium, circa un'ora fa.

Fiorentina ​(3-4-2-1): Tatarsanu; Roncaglia, Rodriguez, Astori; Bernardeschi, Badelj, Vecino, Alonso; Borja Valero, Ilicic; Kalinic. All. Sousa

20.09 - Completamente confermati invece gli undici titolarissimi di Sousa: Tomovic vince il ballottaggio con Roncaglia in difesa. Bernardeschi e Alonso sulle fasce, Kalinic unica punta.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Cuadrado, Pogba, Khedira, Marchisio, Evra; Dybala, Mandzukic. All. Allegri

20.06 - Allegri varia di poco rispetto alle previsioni della vigilia: c'è Cuadrado e non Lichtsteiner. Ritrovato Khedira in mezzo al campo, davanti Dybala-Mandzukic. Evra e non Alex Sandro sulla sinistra.

20.05 - Partiamo subito con le formazioni ufficiali!

20.03 - Eccoci collegati! Tutto pronto allo Stadium: Juventus contro Fiorentina! Calcio d'inizio venti e quarantacinque.

Buonasera a tutti! Ancora Serie A: posticipo tradizionale in mezzo ai posticipi "british" di questa sedicesima giornata, la Juventus ospita la Fiorentina! Io sono Stefano Fontana e vi accompagnerò in questa partita sempre on air su VAVEL Italia!

Fiorentina seconda in classifica chiamata a tenere il passo dell'Inter, che ieri sera ha travolto l'Udinese a domicilio (0-4) portandosi a +4 sui viola. Juventus che invece vuole sfruttare il primo scontro diretto per scavalcare la Roma (impegnata a Napoli alle 18) e per portarsi a ridosso degli uomini di Sousa, che ora distano cinque lunghezze.

Il momento delle due squadre

Juventus che dopo un titubante inizio di stagione ha ingranato la marcia e non si ferma più: sei vittorie nelle ultime sette di campionato. Con un ritrovato Mandzukic e la fiducia ricambiata da Paulo Dybala, il potenziale offensivo dei bianconeri si è espresso in 15 reti nel periodo dopo lo 0-0 casalingo contro il Moenchengladbach (21 ottobre), a fronte dei soli 5 subiti. I 27 punti conquistati dai campioni d'italia in carica garantiscono un deludente quinto posto: la vetta dell'Inter è lontana ben nove punti. I bianconeri, oltre al Napoli, sono la squadra che fornisce più assist potenziali e che tira più volte verso la porta avversaria.

Fiorentina in forma smagliante, con una serie positiva ancora aperta: dopo le tre sconfitte consecutive contro Napoli, Lech Poznan e Roma (18, 22 e 25 ottobre) i viola hanno trovato ben sei vittorie e tre pareggi tra campionato e coppe, segnando diciannove gol e subendone solo sei. 30:12 invece il rapporto nell'intero campionato (solo la Roma ha segnato quanto i viola, subendo però sei gol in più), con 10 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte che hanno fruttato 32 punti ed il secondo posto in classifica. Nikola Kalinic miglior marcatore, con ben nove centri stagionali in Serie A, a cui se ne aggiunge uno su tre presenze di Europa League.

Le ultime dal campo

Massimiliano Allegri sorride per il rientro dalla squalifica di una pedina fondamentale del centrocampo: Paul Pogba. Smaltita l'influenza per Mandzukic, assente nella trasferta infrasettimanale di Siviglia; si rivedono tra i convocati anche Caceres, Khedira e Zaza. Ancora out per guai muscolari invece Asamoah, Hernanes e Pereyra. Tutto fa pensare al 3-5-2 per i bianconeri: Barzagli, Bonucci e Chiellini solito blocco italiano davanti a Buffon. Lichtsteiner ed Alex Sandro sembrano in vantaggio rispettivamente su Juan Cuadrado e Patrice Evra. Come detto, Pogba torna nel mezzo, accanto al solito Claudio Marchisio. Per il terzo slot saranno verificate le condizioni di Sami Khedira, altrimenti pronto Sturaro. Davanti la coppia è ormai insostituibile: Man-Dyb, Mandzukic-Dybala. Ancora panchina quindi per Alvaro Morata.

Paulo Sousa invece può contare sulla rosa al completo eccetto per Kuba Blaszczykowski, ancora sulla via del recupero dopo la lesione al bicipite femorale sinistro. Dovrebbero essere in campo quindi tutti i "fedelissimi" del tecnico portoghese: davanti ad una delle note assolutamente positive di questa stagione, Ciprian Tatarusanu, difesa a tre con Astori, Gonzalo Rodriguez ed uno tra Facundo Roncaglia e Nenad Tomovic (con il primo favorito). C'è Bernardeschi sulla destra, con Marcos Alonso in netto vantaggio nel ballotaggio con Pasqual per l'out opposto. Al centro solita mediana composta da Badelj e Vecino. Borja Valero e Josip Ilicic sono il supporto di lusso per il bomber Nikola Kalinic.

Le probabili formazioni

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pogba, Khedira, Marchisio, Alex Sandro; Dybala, Mandzukic. All. Allegri

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarsanu; Roncaglia, Rodriguez, Astori; Bernardeschi, Badelj, Vecino, Alonso; Borja Valero, Ilicic; Kalinic. All. Sousa

Le parole della vigilia

Massimiliano Allegri: "Le candidate per lo scudetto si vedranno a marzo, ma Juve-Fiorentina rappresenta uno snodo importante per il campionato. Un risultato positivo accorcerebbe i tempi di una risalita in classifica, ma il nostro obiettivo è quello di essere competitivi su tre fronti a marzo. Morata? Ha subìto critiche eccessive, ha sempre fatto gol in Europa ed è un attaccante di livello internazionale. Il rinnovo? Ha un contratto con la Juventus, poi le cose verranno decise in futuro. Gli sono state mosse critiche eccessive: ha sempre fatto gol in Champions, e non è una cosa di poco conto. A Manchester e Siviglia ha avuto buone occasioni, ma può capitare di non segnare, la sua è stata comunque una buona prestazione. Deve stare sereno, un periodo così può capitare."

"Trovarsi a ridosso delle prime in classifica a marzo significherebbe avere la possibilità di giocarsi le ultime 6 partite per la vittoria dello scudetto o per i 3 posti in Champions. La Fiorentina sta facendo un grande campionato con grande merito: nessuno si sarebbe aspettato di vederla così in alto in classifica. Se mi accontento di un pareggio? La partita va giocata , siamo in ritardo, dobbiamo fare una bella gara, e ovviamente un pareggio non sarebbe come fare tre punti. Khedira sta discretamente bene, così come Mandzukic, Evra, Padoin e Zaza: dovrebbero essere tutti a disposizione. Rugani? È pronto, se non gioca domani potrebbe giocare mercoledì in Coppa Italia. Domani è uno scontro diretto, sta a noi accorciare la classifica. La Fiorentina ha dato continuità, non ci si trova così alto per caso. Ha buona tecnica e giocatori di alto livello, vincere domani sarebbe un grande salto in classifica. Paulo Sousa? Ha fatto risultati con il Basilea e alla Fiorentina, avrà un futuro importante e le qualità per essere un ottimo allenatore. Kalinic ha le caratteristiche del grande bomber, Badelj e Vecino a centrocampo crescono bene. I viola non hanno la pressione di dover vincere per forza."

Paulo Sousa: "Abbiamo due giorni di riposo in meno, ma cinque punti in più. La Juve è in salute, purtroppo per noi, e sarebbe stato meglio trovarla prima. Ma sappiamo che la partita sarà bellissima. In questi anni quando sono tornato da ex nei vari luoghi, mi hanno tutti dimostrato sempre molto rispetto. Credo dipenda da come mi sono comportato come persona e come professionista. E’ sempre bello in ogni circostamza, anche da avversario, rivedere posti e persone che hanno fatto parte della tua vita. Mio padre mi ha insegnato l’orgoglio del nostro nome nel rispetto degli altri. Rispettare gli altri porta rispetto anche a te stesso. A Firenze mi hanno dato del “gobbo” all’inizio? Bisogna sempre dare il tempo di conoscere le persone, i giudizi vanno dati dopo un po’. Ho sempre cercato di essere subito chiaro ed onesto, coerente con le idee di gioco e di vittoria. Anche perché se vinci vieni sempre rispettato di più. Dobbiamo sostituire la prudenza e la paura con l’ambizione e il coraggio. Il primo pensiero è essere protagonista, sfruttare senza limiti ogni possibilità di vittoria. Allenare in futuro la Juve? Non ci ho mai pensato. Io sono molto contento di essere qui a Firenze, e voglio dare tutto quello che ho per dare ulteriore orgoglio a città e tifosi. La Juventus la più forte del campionato? Per me la Roma è la squadra con la rosa più equilibrata, ma la Juve ha la miglior fase difensiva di tutti. Ed ha la maturità nel gestire i tempi della partita oltre all’abitudine a vincere. Cosa servirà domani? Testa e cuore. Il cuore ti dà la spinta, la testa serve per la concentrazione. Nessuna parte deve essere più grande dell’altra".

I precedenti

Quella di stasera sarà la centocinquantatreesima sfida di serie A tra le due compagini. 70 vittorie bianconere, 50 pareggi e 32 trionfi viola fino ad oggi. La Fiorentina ha vinto in trasferta a Torino solo sei volte: venti pareggi e cinquanta sconfitte completano il quadro delle settantasei sfide in terra piemontese. Nella scorsa stagione le due squadre si sono affrontate a firenze il cinque dicembre (0-0) ed allo Stadium il ventinove aprile (3-2 firmato da Rodriguez su rigore -successivamente ne sbaglierà un altro -, Llorente, doppio Tevez e Ilicic a tempo scaduto).