Juventus in semifinale! Le parole dei protagonisti

La Juventus vince 1-0 all'Olimpico contro la lazio con la rete dell'ex Lichtsteiner e approda in semifinale di Coppa Italia

Juventus in semifinale! Le parole dei protagonisti
Juventus in semifinale! Le parole dei protagonisti

La Juventus di Massimiliano Allegri arriva in semifinale di Coppa Italia, dove affronterà l'Inter. Ai bianconeri basta la sola rete di Stephan Lichtsteiner per battere una Lazio poco incisiva in fase offensiva. 

Il primo ai microfoni di RaiSport è stato il capitano Bonucci: "Abbiamo trovato una buonissima squadra, la Coppa Italia è uno dei nostri obiettivi. Poteva finire con un risultato più netto, ma l'importante era vincere. La Juventus deve vincere sempre e bisogna sputare sangue per questa maglia. Servirà una grandissima squadra non soltanto negli 11. Con l'Inter sarà una bellissima semifinale, ma pensiamo al campionato adesso - Bonucci ha poi commentato così la situazione Napoli - Dobbiamo fare la corsa su noi stessi, con un Higuain così daranno filo da torcere fino alla fine".

Allegri ha poi parlato così della vittoria della sua squadra e non solo: "C'è da fare i complimenti alla Lazio. Hanno tenuto il ritmo alto soprattutto nella prima parte. Poi nella seconda parte non abbiamo praticamente concesso nulla a loro.  Turnover? Non mi piace usare questa parola perché ho una rosa competitiva. Non è facile lasciare qualcuno fuori perché tutti stanno bene. Caceres ha fatto una partita buona, così come Neto e Sturaro. Per andare avanti in tutte le competizione ci vuole che la rosa stia tutta bene. Ma bisogna restare umili. Adesso pensiamo al match di domenica. Con l'Inter sarà una bella semifinale, ma ora lo ripeto pensiamo alla Roma".

Mister Allegri ha poi commentato così il caso Sarri-Mancini: "Non mi permetto di giudicare quello che fanno gli altri. Bisogna trovarsi nelle situazione per analizzarle. Noi allenatori, comunque, dovrebbe mantenere un atteggiamento consono anche nei momenti di tensione. So che non è sempre facile, ma bisognerebbe fare questo". Sullo Scudetto: "Non è una corsa a tre. Le prime cinque del campionato possono vincerlo. Roma? Non sarà semplice batterla".