Juventus, si presenta Dani Alves: "Qui per aiutare il club a coronare il sogno Champions League"

Dani Alves, dopo l'ufficialità di ieri, ha parlato per la prima volta in conferenza stampa da giocatore bianconero.

Juventus, si presenta Dani Alves: "Qui per aiutare il club a coronare il sogno Champions League"
Dani Alves in conferenza stampa, twitter @juventusfc

Non solo Pjanic a caro prezzo, ampiamente giustificato dal valore del giocatore, la Juventus, ancora prima dell'apertura ufficiale del mercato, ha già chiuso un super acquisto a parametro zero. Da ieri, infatti, Dani Alves è ufficialmente un giocatore della Juventus e oggi è stato il  giorno  della presentazione in conferenza stampa.

Il terzino brasiliano ex Barcellona si è presentato così ai giornalisti, raccontando subito il suo obiettivo principale in maglia bianconera: "Mi piace sognare, sognare squadre grandi ed insieme a grandi giocatori. La Juve ha un grande sogno e io voglio aiutarla a farlo diventare realtà. La Juve è tanto che non vince la Champions League, sono anni che è leader in Italia ma in Europa ha voglia di trionfare come in Italia. Ha una storia importante e voglia far parte di questa storia. Penso che sarà un'esperienza interessante, viver in un altro paese è un altro tipo di calcio." Il 23 in onore di Lebron James come numero di maglia e un grande contributo in fatto di esperienza a livello internazionale, anche questo è Dani Alves.

Dani Alves con la maglia della Juventus, twitter @juventusfc
Dani Alves con la maglia della Juventus, twitter @juventusfc

Si parla poi dei motivi che lo hanno spinto a lasciare un club come il Barcellona: "La Juventus è una squadra che ha voglia di reinventarsi, sono sfide non solo per la squadra ma anche per il calcio italiano. All'estero il calcio italiano è la Juve. Vengo qui con questa grande voglia e gioia. Non mi piace fare la stessa cosa per tutta la vita, ad un punto mi stufo ed ecco perché ho deciso di cambiare. Ringrazio quindi la Juve per avermi dato questa possibilità. Ci divertiremmo tanto. Sono uno che si allena, che lavora molto. Non mi ritengo una stella del calcio." 

Parole anche su Pogba"Credo sia un giocatore importante, salvo qualche novita straordinario lo avrò come compagno. Ci sono altri giocatori importanti in questa squadra e sono contentissimo di poter condividere con loro questa nuova stagione. Gli obiettivi si raggiungono grazie all'unione di tutti. Mi identifico molto con lui, per come ci avviciniamo alla nostra professione, con divertimento e responsabilità."