Juventus, è tripla Joya

Nel primo test match della stagione Paulo Dybala si mette subito in mostra con tre gol. A segno anche Pjanic e Asamoah.

Juventus, è tripla Joya
Paulo Dybala (Getty Images)

E' scoccata l'ora di scendere in campo per la terza Juventus di Massimiliano Allegri. La prima amichevole stagionale è stata giocata tra le mura amiche di Vinovo, con le tribune gremite di tifosi, contro i dilettanti del San Mauro. A causa dei molti nazionali ancora assenti (gli italiani, Dani Alves, Mandzukic e Lichtsteiner sono attesi per il 20 luglio, più tardi Pogba ed Evra), per la prima gara dell'anno Allegri si è affidato al consolidato 3-5-2 con questi uomini in campo: Del Favero; Lemina, Marrone, Rugani; Alex Sandro, Lirola, Hernanes, Pjanic, Asamoah; Cerri, Dybala. Fa specie la mancanza di Neto nell'undici “titolare” a favore di Del Favero, mentre è un esperimento mai provato l'inserimento di Lemina nella linea difensiva. In chiave mercato è importante l'assenza di Pereyra, a conferma che esiste una trattativa con il Napoli riguardante l'argentino.

La prima squadra a passare in vantaggio è però il San Mauro che trova la via del gol dopo dieci minuti dal fischio d'inizio. Immediata la risposta bianconera con Asamoah che sigla il pareggio servito dal primo assist bianconero di Pjanic. Passa poco tempo e Allegri sperimenta il modulo col trequartista arretrando Lirola e Alex Sandro tra i quattro di difesa e avanzando Pjanic alle spalle di Cerri e Dybala. L'ex romanista dimostra subito di trovarsi a proprio agio nella nuova posizione prima colpendo un palo, poi trovando la sua prima rete bianconera con un tiro da fuori area. Da qui in poi è Joya Show. Dybala entra decisamente in partita con il primo gol dell'anno, un tiro a giro che ha bucato il portiere del San Mauro. Due minuti dopo arriva anche la doppietta, seguita poco dopo anche dal terzo gol del fuoriclasse argentino. Verso la fine dei 50 minuti previsti c'è spazio anche per l'esordio di Benatia. L'amichevole si conclude sul 6-1 per la Juventus (quinta rete di Padovan), ma le cose più importanti che Allegri può ricavare da questo test sono due: in primo luogo, Pjanic si trova a meraviglia ad agire dietro le punte; secondo, l'intesa tra il bosniaco ex Roma e Paulo Dybala è davvero molto alta e promette spettacolo durante l'arco della stagione.

Adesso i giocatori si godranno un po' di riposo fino a domattina, quando la Juventus partirà da Caselle in direzione Australia per disputare la Champions Cup. L'unico tra i bianconeri ad avere impegni pomeridiani è Mehdi Benatia che alle 14.30 sarà il protagonista della conferenza stampa organizzata nella sala stampa del centro di allenamento di Vinovo.