International Champions Cup, bene la Juve sul Tottenham: 2-1

Esperimento riuscito di 4-3-3 per i bianconeri: battuto il Tottenham in un test interessante a Melbourne per l'International Champions Cup.

International Champions Cup, bene la Juve sul Tottenham: 2-1
Pereyra batte il 5 a Benatia dopo la rete del 2-0. | Google.
Juventus
2 1
Tottenham Hotspur
Juventus: (4-3-3): Neto; Lirola (min. 79 Blanco), Benatia (min. 46 Marrone), Rugani (min. 79 Severin), Alex Sandro (min. 79 Coccolo); Lemina (min. 79 Macek), Hernanes, Asamoah (min. 66 Vitale); Pereyra (min. 46 Cerri), Dybala (min. 79 Rosseti), Pjanic (min. 66 Parodi).
Tottenham Hotspur: (4-2-3-1): Vorm; Trippier (min. 63 Harrison), Ball (min. 69 Amos), Carter-Vickers, Miller (min. 46 Yedlin); Mason (min. 46 Winks), Wanyama; Son (min. 46 Lamela), Carroll (min. 63 Edwards), Chadli (min. 46 Onomah); Janssen (min. 63 Walkes).
SCORE: 1-0, min. 7, Dybala. 2-0, min. 15, Benatia. 2-1, min. 69, Lamela.
ARBITRO: Williams (AUS) ammonisce Lirola (min. 83).
NOTE: International Champions Cup: al Melbourne Cricket Stadium va in scena Juventus-Tottenham Hotspur.

Arriva la prima vittoria della Juventus nell'International Champions Cup: 2-1 ai londinesi del Tottenham e test superato per i nuovi acquisti Pjanic (assist) e Benatia (gol). Da segnalare la prestazione di Lemina, Dybala in gol.

Le formazioni iniziali prevedono, per quanto riguarda la squadra bianconera, un 4-3-3 con Neto fra i pali; in difesa sulle corsie Lirola ed Asamoah, al centro la coppia Benatia-Rugani; Lemina, Hernanes ed Alex Sandro a centrocampo; in attacco Pereyra e Pjanic insieme al falso nueve Dybala. La risposta londinese con Vorm in porta; Trippier, Ball, Carter-Vickers e Miller in difesa; Mason e Wanyama in mediana; Son, Carroll e Chadli dietro all'unica punta Janssen.

Inizia alla grande la Juventus, sfruttando la prima chance al sesto minuto quando Dybala trova la prima giocata vincente della partita, dopo una palla recuperata e gestita bene da Pereyra: i bianconeri in vantaggio subito complice una difesa del Tottenham non impeccabile. E la Joya proverà il raddoppio poco dopo: un sinistro di controbalzo su un altro pallone recuperato e Vorm salva tutto in corner. Troppi errori difensivi dei londinesi: al 15' sugli sviluppi di un corner il cross perfetto di Pjanic trova il colpo di testa dolcissimo sotto l'incrocio di Benatia: nuovi acquisti in grande spolvero. Al 27esimo un corner per il Tottenham crea una chance pericolosa: colpo di testa di Son che però perde la posizione della porta e spedisce fuori. Non ci saranno altre chances nel primo tempo che si chiuderà con i bianconeri nettamente avanti per 2-0 e anche molto meglio disposti in campo.

Nella seconda frazione i bianconeri continuano a condurre il match: dopo 7 minuti Hernanes lancia Pjanic che taglia in due la retroguardia avversaria ma calcia alto. Al 69esimo però patatrac bianconero e Lamela trova il 2-1 in una situazione analoga a quella del gol di Dybala nel primo tempo, questa volta con errore di Hernanes. Qualche minuto più tardi un sinistro da fuori dello stesso autore del gol impegnerà Neto, che si farà trovare pronto. Stessa situazione al 92esimo, ma  terminerà così il match, con la vittoria dei bianconeri, la prima della tournée.