Asamoah o Lemina, la doppia opzione per Allegri nel ruolo di mezzala sinistra

I due giocatori si contendono l'ultimo posto rimasto a centrocampo in vista della gara contro il Sassuolo di Sabato.

Asamoah o Lemina, la doppia opzione per Allegri nel ruolo di mezzala sinistra
Lemina e Asamoah esultano con i compagni, spazioj.it

Alla ripresa del campionato contro il Sassuolo, Allegri dovrà probabilmente fare una scelta e lasciare fuori dalla gara contro la squadra di Di Francesco uno fra Asamoah e Lemina. Una decisione non semplice, soprattutto per quello che i due giocatori, pur con caratteristiche diverse, hanno fatto vedere in queste prime settimane di calcio giocato.

Il ghanese ex Udinese può essere considerato come una sorta di nuovo acquisto in casa bianconera. Colpito da una serie impressionante di problemi fisici, Asamoah non è quasi mai riuscito a mettere in mostra con continuità quelle che sono le sue doti e le sue qualità. Duttile e prezioso in un centrocampo come quello della Juventus di Allegri perchè si può disipegnare tanto come interno, quanto come esterno in caso di necessità. Nelle prime due giornate Asamoah ha trovato spazio nelle formazioni titolari della Juventus e le sue prestazioni sono state positive. Corsa, intensità, abilità nell'interpretare le due fasi di gioco, con inserimenti in fase offensiva e preziosi recuperi palla nella propria metacampo.

Anche Lemina ha trovato minuti importanti, soprattutto davanti alla difesa, viste le assenze in contemporanea, anche se per motivi diversi, di Marchisio e Pjanic, i due titolari del ruolo. Nomi non facili da sostituire, ma il giovane francese ha mostrato buone cose, soprattutto a livello tecnico, una caratteristica che piace molto ad Allegri, sempre molto attento a questo tipo di componente all'interno del suo gioco. Con il Sassuolo Pjanic dovrebbe fare il suo esordio dal primo minuto come regista e con Khedira intoccabile a destra rimane solo un posto a disposizione. Qui iniziano i dubbi di Allegri, indeciso se puntare sul dinamismo di Asamoah o sulla maggiora qualità nel giocare il pallone di Lemina. I prossimi allenamenti a Vinovo potranno sciogliere questo dubbio che, però, potrebbe anche trascinarsi fino alla vigilia della ripresa del campionato.