Juve, soluzioni al Cuadrado: dal terzino alla punta, un vecchio-nuovo jolly per Allegri

Oggi ricominciano gli allenamenti del colombiano con le tinte bianconere: l'analisi di tutte le disposizioni possibili con l'arrivo dell'ala (ma anche punta o terzino) nello scacchiere bianconero, compatibilmente con i nuovi acquisti.

Juve, soluzioni al Cuadrado: dal terzino alla punta, un vecchio-nuovo jolly per Allegri
uJuan Cuadrado in uno scatto durante la finale di Coppa Italia dello scorso anno. | Google.

E' stata un'estate lunga, lunghissima, quella di Juan Cuadrado. Vuoi che fra Copa America e inizio anticipato col Chelsea sia stata stancante fisicamente, ma l'ultimo acquisto della Juventus ha vissuto tre lunghi mesi estenuanti principalmente sotto l'aspetto mentale. Sì, perchè ha dovuto lottare, e anche parecchio, con la squadra inglese che detiene tutt'oggi il suo cartellino (in base a delle formule di trasferimento parecchio complicate). Il motivo e la voglia, chiaramente, quello di tornare il prima possibile con la maglia bianconera addosso. Tanti i fattori che hanno dimostrato quanto il calciatore fosse legato all'ambiente juventino, in primis le dichiarazioni, ma anche altri fattori meno rilevanti, come il fatto che l'immagine dei profili social del sudamericano siano sempre state marchiate con la presenza ingombrante della maglia bianconera, anche quando non aveva, ufficialmente, niente più a che fare con quest'ultima.

Insomma l'affetto dei tifosi e dell'ambiente, avrete capito, in questa telenovela estiva si è alzato parecchio, anche se il più contento di tutti si chiama Max Allegri. L'allenatore livornese, infatti, ha adesso a disposizione tutto ciò che può ricercare un tecnico: Cuadrado conosce lo spogliatoio, le tattiche, può fare l'ala, il terzino (indifferentemente su entrambe le fasce) e all'occorrenza la prima o seconda punta. Duttilità, energie fisiche e mentali: analizziamo però adesso, considerando anche nuovi arrivi e cessioni, come può cambiare la Juventus.

1) Il presente: 3-5-2.

Un possibile 3-5-2 con Cuadrado.

L'assenza di Marchisio spegne, almeno per il presente, le fantasie di Allegri: si riparte dal 3-5-2 per non sbagliare come nella scorsa stagione, quando l'inizio sembrava aver segnato tutto un lavoro costruito in 4 anni. Juventus che dunque potrebbe usare il suo jolly da titolare inserendolo sulla destra come alternativa ad Alves, visto il caos che si sta creando attorno a Lichtsteiner, oppure davanti al fianco di Higuain per dare un turno di riposo a Dybala. Difficilmente, almeno in avvio di campionato, vedremo qualcosa di diverso. Ma la Champions si avvicina, e lì la difesa a tre non ha mai portato grandi risultati...

2) La possibilità: 4-3-3.

4-3-3. Ciadrado terzino o ala?

Tutti i sostenitori bianconeri ricordano l'unica nota positiva di quella canzone suonata male che era stato l'avvio della scorsa stagione: l'1-2 a Manchester sul City, ed in quella partita la Juventus schierava un coraggioso tridente Cuadrado-Mandzukic-Morata. Essendo lo spagnolo andato via (lo sostituisce Marko Pjaca, unica ala sinistra di ruolo in rosa) ed il croato relegato ad alternativa ad Higuain, Allegri potrebbe anche pensare di mettere Dybala sulla destra leggermente adattato, come visto in qualche frangente l'anno scorso, per sfruttare l'esplosività del colombiano facendolo partire da terzino. Oppure l'argentino potrebbe andare in mezzo ed ecco che troviamo un tridente tutto dribbling e classe: Cuadrado-Dybala-Pjaca può far ballare tante difese. In attesa del ritorno di Marchisio, che potrebbe mischiare nuovamente le carte in tavola...

3) Il futuro possibile: 4-3-1-2.

4-3-1-2: terzino o punta?

Nel 2015 la prima Juventus di Allegri, seppur con una formazione ben diversa da quella che vedete in foto, arrivò fino in finale di Champions League usando questo stesso schieramento: chissà che non possa superare quell'ostacolo, che si rivelò troppo grande, questa squadra, questo 4-3-1-2 che, almeno sulla carta, è alieno. Anche in questo caso il colombiano partirebbe come alternativa di Dani Alves o Dybala, ma sarebbe una risorsa dal potenziale incredibile a partita in corso quando le cose si complicano. Fin qui abbiamo parlato di certezze: ora andiamo per supposizioni. E lo schieramento dell'ultima possibilità fa paura...

4) Il futuro supposto: 4-2-3-1.

Ok, è fortemente improbabile. Ma questo schieramento sarebbe un qualcosa di incredibilmente forte tecnicamente, nella totalità dei nomi, una squadra ispirata alla Nazionale Tedesca, per darvi un'idea del livello. Dybala leggermente sacrificato sulla destra (un po' come Muller), ma Pjanic e Cuadrado nei loro ruoli naturali e Higuain col solo compito di buttarla dentro, che gli riesce parecchio bene (anche qui il paragone sussiste con i vari fantasisti teutonici). Resta comunque una supposizione, ma qui Cuadrado potrebbe dare il meglio partendo da sinistra oppure potrebbe ancora supportare Dybala facendo il terzino come avevamo detto in precedenza parlando del 4-3-3.

Soluzioni al Cuadrado: l'unico problema che potrebbe avere il tecnico bianconero è l'imbarazzo della scelta...