Un super Higuain trascina la Juve: 3-1 sul Sassuolo

Il Pipita sblocca al 4' e raddoppia al 10', il tris lo firma Pjanic. Gara parzialmente riaperta da Antei.

Un super Higuain trascina la Juve: 3-1 sul Sassuolo
Juve-Sassuolo,
Juventus
3 1
Sassuolo
Juventus : (3-5-2): Buffon; Benatia, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pjanic, Khedira, Lemina, Alex Sandro; Higuain, Dybala. All.: Allegri
Sassuolo: (4-3-3): Consigli; Gazzola, Antei, Acerbi, Peluso; Pellegrini (57' Iemmello), Magnanelli, Duncan; Ragusa (80' Ricci), Matri (57' Missiroli), Politano. All.: Di Francesco
SCORE: 1-0, min. 4, Higuain. 2-0, min. 02, Higuain. 3-0, min. 27, Pjanic. 3-1, min. 33, Antei.
ARBITRO: Di Bello di Brindisi.
NOTE: Incontro valido per la terza giornata del campionato italiano di Serie A 2016/17 • Juventus Stadium, Torino • calcio d'inizio ore 18.00 circa

LE SCELTE- Scocca l'ora di Higuain e Pjanic dal primo minuto. Riposa Barzagli, gioca Benatia in difesa. A destra spazio a Lichtsteiner, confermato Lemina a metà campo. Qui Sassuolo: out Berardi e Defrel, in avanti il tridente Matri-Politano-Ragusa. Magnanelli guida il centrocampo, Duncan e Pellegrini gli interni. Acerbi e Antei i centrali in difesa.

IL FILM DEL MATCH- La Juventus parte fortissimo e nel giro di dieci minuti il punteggio è già di 2-0, grazie alla doppietta di Gonzalo Higuain. Al minuto 4 1-0: gran pallone di Dybala in profondità per Higuain, che fugge sulla destra, si accentra e scarica un siluro sul secondo palo con Consigli che nulla può. Passano sei minuti e il centravanti argentino fa 2-0: sponda di testa di Khedira per Higuain che, dal centro dell'area e in acrobazia, trafigge per la seconda volta Consigli.

Sassuolo tramortito e Juventus che non si ferma continuando a spingere sull’acceleratore. Anche Bonucci sfiora il tris, col 3-0 che arriva quasi puntuale al 27’ con la prima rete in bianconero di Pjanic: colpo di testa dell’ex Roma dal centro dell'area di rigore, il pallone si stampa sulla traversa e ritorna in gioco, ma nuovamente sui piedi del bosniaco che, da posizione ravvicinata, non sbaglia. Partita bella e frizzante, col Sassuolo che comunque non disdegna di andare avanti e trovare la rete dell’1-3 al minuto 33’: uscita a vuoto di Buffon su azione d'angolo degli emiliani, Alex Sandro prova a spazzare l'area, ma regala il pallone ad Antei che insacca. Nel finale di tempo i ritmi si abbassano e si va negli spogliatoi sul punteggio di 3-1 per la Juventus.

Nella ripresa la Juventus ricomincia a macinare gioco, sfiorando il poker con Pjanic al 57’: Dybala “mette” il bosniaco a tu per tu con Consigli, ma il suo tentativo di pallonetto, però, viene respinto da Consigli. Un minuto più tardi Di Francesco inserisce Missiroli e Iemmello per Pellegrini e Matri in vista anche della sfida di Europa League contro l’Athletic Bilbao. Nella stessa ottica (sfida settimana prossima al Siviglia), Allegri decide di dare respiro prima a Higuain, spazio a Mandzukic, poi a Khedira inserendo il “fischiato” Hernanes. Nel frattempo al 68’ è Lichtsteiner a divorarsi il punto del 4-1 dopo una “topica” difensiva degli emiliani, con Consigli ancora bravo ad evitare il peggio.

La Juventus abbassa i ritmi della partita, col Sassuolo che prova ad affacciarsi dalle parti di Buffon come al 74’ con Iemmello, con Bonucci che rimedia in angolo. Gli ospiti spingono e ad un minuto dal 90’ vanno ad un passo dal 2-3, ma il salvataggio sulla linea dell'esterno svizzero Lichtsteiner salva tutto, dopo che Politano aveva saltato anche Buffon.

Finisce così 3-1 dopo sei minuti di recupero, Juventus a quota nove in classifica e a punteggio pieno.