Juve: torna l'HD per battere il Lione

I bianconeri tornano a calcare i terreni di gioco europei, in particolare quello di Lione, per ottenere tre punti fondamentali nell'ottica del girone. Allegri si affida ad Higuain e Dybala.

Juve: torna l'HD per battere il Lione
Juve: torna l'HD per battere il Lione

Dopo aver ripreso la Serie A con la vittoria casalinga di sabato sera contro l'Udinese, per la Juventus è tempo di riprendere a correre anche in Europa. Per farlo i bianconeri di Max Allegri dovranno conquistare i tre punti contro il Lione nel primo dei due impegni contro i transalpini che, volente o nolente, segneranno in modo indelebile il cammino dei torinesi nella Coppa dalle Grandi Orecchie. Una sconfitta contro Lacazette e compagni comprometterebbe il girone bianconero, perchè difficilmente il Siviglia perderà punti nel doppio scontro con la Dinamo Zagabria, e ciò vorrebbe dire arrivare al Sanchez Pizjuan con l'obbligo di vincere per mantenere aperta la lotta al primo posto del gruppo.

Per evitare tutto ciò e quindi iniziare il confronto con i lionesi ottenendo tre punti, Allegri si affiderà alla formazione tipo, con Higuain e Dybala a guidare l'attacco bianconero, ma dovrà fare a meno di Mario Mandzukic. L'attaccante croato si è fermato per un risentimento muscolare dopo la partita contro l'Udinese ed è stato escluso dalla lista dei convocati per la trasferta in Francia. Al suo posto è stato chiamato il sedicenne Kean che raccoglie così la sua seconda convocazione consecutiva, nonché la prima in Champions League. A centrocampo ritorneranno titolari sia Khedira che l'ex Pjanic, entrambi freschi di riposo contro l'Udinese, e al loro fianco dovrebbe esserci Lemina, favorito su Hernanes, se non altro perchè il brasiliano ha giocato novanta minuti nella gara di sabato sera. Sulle fasce i dominatori bianconeri, Alves e Sandro, mentre la difesa tornerà a tre con Benatia, Bonucci e Barzagli a difendere la porta di Gianluigi Buffon.  

I convocati della Juventus per la sfida con il Lione | Facebook
I convocati della Juventus per la gara contro il Lione | Twitter

In casa Lione invece i problemi sono molti, in campo e fuori. Sul rettangolo verde i transalpini non stanno rendendo come previsto dai piani d'inizio stagione e si trovano in ottava posizione, a dieci punti dalla testa della classifica occupata dal Nizza di Mario Balotelli. I primi a non brillare tra i giocatori dell'OL sono colore che dovevano essere i trascinatori e gli uomini simbolo: Lacazette e Fekir. L'attaccante francese era infortunato fino a venerdì scorso quando Bruno Génésio lo ha convocato, senza però farlo scendere in campo, per la partita con il Nizza e dovrebbe partire dall'inizio contro la Juventus. Fekir invece è sicuro del posto per la partita di stasera, ma l'espulsione subita contro il Nizza ne ha messo in luce tutto il nervosismo e potrebbe patire oltre modo l'aggressività della linea mediana e difensiva dei bianconeri.

Al di fuori del campo di gioco, invece, i problemi riguardano la dirigenza del club che è totalmente spaccata. Da un lato della barricata c'è Gerard Houiller che si scontra per mezzo di televisione e stampa con l'altro consigliere del presidente Aulas, Bernard Lacombe. I due, come detto, si continuano ad attaccare da inizio stagione ed inoltre non si parlano, mettendo in difficoltà tutto lo staff dirigenziale e, certamente, non aiutando la squadra a rendere in meglio in campo.

La Juventus dovrà quindi approfittare di questo momento buio del Lione per accaparrarsi i primi tre punti, facendo però attenzione perchè i francesi allo Stade de Gerland riescono sempre a tirare fuori grandi prestazioni, basti ricordare le vittorie ottenute contro Bayern e Real negli scorsi anni.