Juve, i voti del big match del sabato sera contro il Milan: sfortunato Dybala, bene Buffon

Le pagelle di un match storico, che è tornato a dare tante emozioni. A sorridere sono i milanisti, bianconeri poco cinici in attacco, e nel secondo tempo si sente la mancanza di Dybala.

Juve, i voti del big match del sabato sera contro il Milan: sfortunato Dybala, bene Buffon
Juve, i voti del big match del sabato sera contro il Milan: sfortunato Dybala, bene Buffon

Niente da fare per la Juve che si ferma ancora a San Siro: seconda sconfitta in campionato nella scala del calcio per i bianconeri, che partono subito all'arrembaggio ma poi si adagiano. L'1-0 annullato a Pjanic per un furigioco passivo di Bonucci conta molto a livello psicologico e nel secondo tempo dopo l'infortunio di Dybala i bianconeri faticano a trovare spazi. Il gol del baby prodigio Locatelli, taglia le gambe a gli uomini di Allegri che non riescono a regire e si perdono su inutili conclusioni dalla distanza.

BUFFON 6,5 - Fa tutto quello che può, abbassa la saracinesca sul tiro di Suso ma non può nulla neppure una leggenda come lui sul gol di Locatelli. In questa sconfitta non ha colpe.

BARZAGLI 7 - Anche lui in questa sconfitta è incolpevole, limita al minimo uno scatenato Niang che prova a disorientarlo con qualche passo di "samba" ma ha troppa esperienza per abboccare.

BONUCCI 5,5 - Sarebbe una prestazione più che sufficente la sua, gestisce al meglio il capocannoniere rossonero Bacca ma nella ripresa fa qualche errore di troppo per uno come lui, prendendo un giallo forse non del tutto giusto. E' lui la causa per cui viene annullato il gol, ma su questo non si può rimproverargli niente.

BENATIA 6,5 - Un sostituto più che valido di Chiellini. E' pulito, solido e non commette sbavature.

DANI ALVES 5 - Serata non indimenticabile per l'ex Blaugrana: i compagni lo cercano spesso, ma non incide per niente sul match, da un veterano come lui abituato a giocare un clasico ci si aspetta molto di più, prende un giallo più che evitabile.

KHEDIRA 5,5 - Buono il suo lavoro a centrocampo, ma non non incide abbastanza sul match, fatta eccezione quando all'ultimo respiro tenta di prendere alla sprovvista Donnarumma, che ogni partita si dimostra sempre più solido.

HERNANES 4,5 - Travolto dal pressing e della cattiveria rossonera, disputa una partita da dimenticare, quasi assente in regia, si vede solo nella disperata conclusione da fuori che però non va buon fine.

PJANIC 5 - Riesce a sbloccare la partita con uno dei sui colpi migliori, ma gli viene annullato per offside di Bonucci. Si prende un ammonizione inutile e a centrocampo si vede a sprazzi: si divide tra buone giocate e buio totale, da lui ci si aspetta di più.

ALEX SANDRO 6 - Parte a mille e piano piano si adagia, ma a centrocampo sembra l'unico bianconero che voglia davvero vincere la partita. I pericoli per il Milan arrivano per la maggiore dalla sua fascia, ma è suo l'errore in chiusura su Locatelli.

DYBALA 6,5 - Davanti è il più ispirato, è subito un problema per la retroguardia rossonera che non si risparmia qualche colpo proibito: potrebbe essere lui l'uomo chiave del match ma purtroppo viene fermato da un problema muscolare.

CUADRADO 6 - Entra subito con un pesante compito, quello di non far rimpiangere l'infortunio di Dybala, e con la buona prestazione di Lione alle spalle: prova subito a ubriacare la difesa rossonera con le sue solite finte e le sue accelerazioni, aggiungendovi anche qualche conclusione, ma Donnarumma e compagni lo gestiscono bene.

HIGUAIN 5 - Da una punta della sua razza, ci si aspetta di più, ci si aspetta che queste partite le risolva da solo: è vero ha poche occasioni, ma quelle che ha le sciupa malamente, si fa valere con il fisico, ma un pezzo da novanta (milioni) come lui queste partite le deve giocare da protagonista.

STURARO S.V.

MANDZUKIC S.V.

ALLEGRI 5,5 - Per lui è una serata tutt'altro che facile: si vede annullare un gol regolare ed infortunarsi uno dei suoi cardini offensivi, due episodi che contano molto all'interno della partita. Tuttavia la sua Juve dopo l'1-0 non reagisce ed è paradossale come il reparto di centrocampo una volta uno dei punti di forza bianconeri, in questa parita sia uno dei reparti che più è mancato.