Juventus - Sampdoria: i precedenti

Dopo la débacle di San Siro, la Juventus è pronta a tornare a vincere. Per farlo i ragazzi di Allegri dovranno battere la Sampdoria e i precedenti sono certamente dalla parte bianconera.

Juventus - Sampdoria: i precedenti
Juventus - Sampdoria: i precedenti

Sono passati solo tre giorni dalla seconda sconfitta a San Siro della Juventus, ma i bianconeri sono già pronti per tornare in campo allo Stadium contro la Sampdoria di Giampaolo, fresca vincitrice del Derby della Lanterna.  

Tra i torinesi ed i blucerchiati si sono disputati ben 116 incontri nel campionato italiano, di cui, ovviamente, 58 sono stati giocati nella città sabauda. Il bilancio delle sfide tra le due società pende nettamente a favore della Juventus che comanda con trentaquattro vittorie a fronte dei soli cinque successi liguri e dei diciannove pareggi. La storia racconta di una partita che molte volte non ha lesinato spettacolo e gol, anche se il più delle volte sono stati i giocatori di Torino a divertirsi. La vittoria più larga dei bianconeri nei confronti dei sampdoriani non è recentissima, un 7-2 della stagione 50/51, ma il 5-0 dello scorso maggio si piazza al secondo posto di questa speciale classifica. Nell'ultimo confronto dello scorso campionato andarono a segno Evra, Chiellini, Bonucci e Dybala, autore di una doppietta, ma la partita era più che altro una festa per il quinto scudetto consecutivo della Vecchia Signora. La Juventus è riuscita a rifilare altri cinque gol ai doriani in altre due occasioni: una nel 48/49 e l'altra in un più recente scontro del 2009 in cui andò a segno sempre Chiellini, che pare avere un rapporto particolare con la squadra di Genova.  

Per i blucerchiati invece è sempre stato difficile strappare la vittoria ai padroni di casa e lo hanno sempre fatto con un gol di scarto, tranne nell'annata 95/96 quando si imposero per 0-3 nel vecchio Delle Alpi. Nei cuori doriani è però ben scolpita la vittoria datata 6 gennaio 2013 quando Mauro Icardi si rivelò al mondo pallonaro. In quella gara la Juventus passò in vantaggio con Giovinco, ma seppur in superiorità numerica si fece rimontare da uno scatenato Icardi che da quel momento è diventato la bestia nera della Juventus e anche di Buffon.