Juve, Pjanic e Lichtsteiner recuperano per la Supercoppa

Squadra in campo oggi a Vinovo per iniziare a lavorare in vista della Supercoppa di venerdì.

Juve, Pjanic e Lichtsteiner recuperano per la Supercoppa
Fonte immagine: juventus.com

Tra un rinnovo e l'altro - Sturaro, Rugani e Bonucci firmati, Dybala in arrivo - la Juventus vola con la testa a Doha, in attesa di approdarvi fisicamente nella giornata di domani. Dopo la vittoria in campionato contro la Roma, è tempo di pensare alla Supercoppa Italiana edizione 2016, a dicembre, a Doha, esattamente come due anni fa: quel giorno l'avversario fu il Napoli, e proprio i partenopei ne uscirono vincitori dopo i calci di rigore.

Obiettivo è cambiare il trend, ripetere la conquista dell'anno scorso contro la Lazio (2-0 con reti di Mandzukic e Dybala), ma stavolta di fronte c'è il Milan di Vincenzo Montella, quel Milan che a San Siro, il 22 ottobre, gelò i bianconeri con un gol di Locatelli.

Un ricordo non troppo dolce per Massimiliano Allegri, visto che nell'occasione si fece male anche Dybala: due mesi dopo l'argentino è pronto a tornare in campo da titolare, al fianco di Higuain. Le indicazioni saranno però più chiare nel corso della settimana, visto che l'allenamento odierno in mattinata non è stato in questi termini chiarificatore. Juventus.com, sito ufficiale della società, ne ha stilato il report:

"Dopo il riscaldamento, la squadra si è divisa in due gruppi: i giocatori impegnati sabato sera contro la Roma hanno sostenuto un lavoro di recupero energie, mentre il resto della truppa si è dedicata ai cambi di direzione. Quindi, ecco il pallone, per una serie di esercizi di tecnica".

Domani allenamento mattutino e poi viaggio diretto verso il Qatar. Sull'aereo saliranno con ogni probabilità anche Stephan Lichtsteiner e Miralem Pjanic, usciti acciaccati dal match di sabato sera: per lo svizzero si è trattato di un risentimento alla coscia destra, ma dovrebbe essere smaltito entro venerdì. Per il bosniaco invece una botta all'anca che non gli impedirà di scendere in campo alle spalle delle due punte.