Juventus, Asamoah dice no alla Coppa d'Africa

Il centrocampista ghanese della Juventus rinuncia alla competizione continentale che si svolgerà in Gabon dal prossimo 14 Gennaio. Il motivo? Non ha ancora raggiunto il top della sua forma fisica.

Juventus, Asamoah dice no alla Coppa d'Africa
Asamoah in maglia bianconera (Getty Images)

Dopo la delusione in Qatar, con la Supercoppa italiana volata per altri lidi, la Juventus è al lavoro per preparare il primo impegno ufficiale del nuovo anno, allo Juventus Stadium contro il Bologna. Vacanze ridotte al lumicino per gli uomini di mister Allegri, anche e soprattutto per i calciatori bianconeri convocati dalle rispettive nazionali per la partecipazione alla Coppa d'Africa, che aprirà i battenti il prossimo 14 Gennaio in Gabon.

Due i calciatori bianconeri che si imbarcheranno per il "continente nero" per partecipare alla massima competizione continentale africana: il difensore Mehdi Benatia, pilastro difensivo della nazionale marocchina, e Mario Lemina che farà gli "onori di casa" e difenderà in patria la maglia della nazionale gabonese. Una notizia positiva, che strappa un sorriso alla dirigenza juventina, è invece la rinuncia di Kwadwo Asamoah che ha chiesto al commissario tecnico del suo Ghana, l'israeliano Avram Grant, di essere esonerato dall'impegno.

Richiesta accettata dal selezionatore delle "Stelle Nere", non senza però storcere un po' il naso. Il motivo, che ha spinto Asamoah a prendere tale, sofferta, decisione va ricercato nelle condizioni fisiche dell’ex Udinese, non ancora al top dopo la lunga serie di infortuni che ha colpito il centrocampista del Ghana nel corso delle ultime annate. Dunque potrebbe essere per Massimiliano Allegri una notizia più che positiva, potendo quindi continuare a lavorare con il calciatore, magari rispolverandolo ed impiegarlo sulla fascia sinistra visto il ko occorso ad Alex Sandro. Il laterale brasiliano ex Porto ne avrà almeno fino a metà gennaio.

Il centrocampista ghanese, fino a questo momento in stagione è stato impegnato con il contagocce. Allegri sta centellinando il suo impiego per averlo, tra qualche settimana, al top della forma. Sono sei le presenze in campionato per un totale di 419 minuti in campo (nessun gol realizzato), mentre in Champions League ha all'attivo soltanto due gettoni di presenza.