Juve, arriva la Lazio: i precedenti sorridono

I bianconeri si apprestano a giocare la 21esima giornata del campionato in casa, dove ospiteranno la Lazio di Inzaghi: l'analisi dei precedenti.

Juve, arriva la Lazio: i precedenti sorridono
Dybala porta palla con Parolo e Biglia a cercare di fermarlo. Era il 20 aprile 2016, la Juventus vinse per 3-0. | ibtimes.com

Non ci sono scuse: la Juventus deve andare avanti. La quarta sconfitta rimediata nella scorsa giornata contro la Fiorentina in trasferta ha causato una serie di polemiche che hanno infastidito l'ambiente juventino, precedentemente molto sereno, alla vigilia di una sfida dall'esito assolutamente non scontato come quella contro la Lazio, che si giocherà domenica allo Stadium. La compagine allenata da Inzaghi sta viaggiando a ottimi ritmi in campionato e sfiderà gli uomini di Allegri dopo la vittoria in Coppa Italia sul Genoa: analizziamo i precedenti di questo scontro, oramai una classica del nostro calcio.

Considerando sia i match disputati a Roma sia quelli giocati a Torino, abbiamo già assistito ben 145 volte a questo match in Serie A. L'ultimo confronto risale al 27 agosto, quando all'Olimpico i bianconeri si imposero grazie alla rete di Khedira in un match tirato e con poche chances.

Il bilancio totale nella massima competizione nazionale è in favore della Signora, che ha vinto in ben 77 occasioni a fronte di 32 vittorie ospiti. 260 le reti segnate dai prossimi padroni di casa, a fronte di "soltanto" 160 degli avversari.

Aggiungendo il filtro che elimina tutte le partite non giocate in terra piemontese (ne rimangono quindi 72), possiamo evidenziare che i capitolini hanno vinto soltanto 8 volte sul terreno ostile (mai allo Stadium, dove hanno soltanto pareggiato in 2 occasioni e perso tutte le restanti). L'ultimo duello disputato a Torino è stato quello del 20 aprile, quando i biancocelesti subirono un sonoro 3-0 (gol di Mandzukic e doppietta di Dybala).

Impietosa la statistica dei gol segnati, per i laziali, in trasferta: 72, esattamente 1 a partita, contro i 160 dei loro avversari di domenica (2,22 per match).

Fuori dal torneo di Serie A già analizzato il discorso cambia e troviamo un maggiore equilibrio. 28 i match che rientrano in questo ambito, il vantaggio juventino è ristrettissimo: 11 vittorie contro 10, con 7 pari a completare il quadro. Cronologicamente l'ultimo precedente di questo insieme di partite passate è quello di un anno fa (20 gennaio), con la vittoria juventina di misura in Coppa Italia (0-1, rete di Lichtsteiner). Il conto dei gol segnati da una parte e dall'altra è di 39 a 31 (ovviamente in favore degli attuali campioni d'Italia).