La Juventus pensa al presente guardando al futuro

Il dg Marotta ha mantenuto la parola data ad inizio mercato: la Juventus non necessita di grandi colpi. E intanto ne assesta qualcuno per il futuro.

La Juventus pensa al presente guardando al futuro
La Juventus pensa al presente guardando al futuro

E' terminata ieri, 31 gennaio 2017, alle ore 23, la sessione invernale di calciomercato. Come annunciato dal dg Marotta, la Juventus non doveva piazzare grandi colpi in quanto la squadra era ritenuta già al completo, ma mister Allegri ha richiesto alla società bianconera un centrocampista il cui profilo è stato riconosciuto in Tomas Rincon, ventinovenne venezuelano preso a titolo definitivo dal Genoa. La Juventus verserà nelle casse genoane 8 milioni di euro, pagabili in tre esercizi, più uno eventuale di bonus, mentre con il giocatore è stato stipulato un contratto fino al 30 giugno 2020. Rincon non andrà sicuramente ad innalzare il tasso tecnico della squadra, ma, essendo dotato di grande forza fisica e senso della posizione, sarà un uomo importante per Allegri che potrà metterlo in campo quando servirà più caparbietà nella fase d'interdizione.

La Juventus pensa al presente, ma con lo sguardo puntato sul futuro. I bianconeri hanno infatti acquistato anche Riccardo Orsolini, esterno destro classe 1997 prelevato dall'Ascoli. La società piemontese verserà all'Ascoli 6 milioni di euro più altri 4 di bonus, mentre al giocatore è stata data l'opportunità di rimanere fino a fine anno con la maglia bianconera dell'Ascoli, con la quale sta facendo molto bene in Serie B. Stessa strategia è stata adottata con Mattia Caldara: il giovane difensore centrale, talento dell'Atalanta acquistato dai bianconeri per 15 milioni di euro, che possono arrivare ad un massimo di 20 con gli eventuali bonus, rimarrà a Bergamo.

Con il mercato in uscita, la Juventus perde un pezzo pregiato, un leader come Patrice Evra, il quale ha deciso di fare ritorno in patria, dove vestirà la maglia dell'Olympique Marsiglia. Non avrebbe mai voluto lasciare la Juventus, ma l'esplosione di Alex Sandro gli ha chiuso le porte per la titolarità e non ha avuto altra scelta che andarsene per giocare gli ultimi anni di carriera da protagonista.

Abbandonata la pista Kolasinac per gennaio, a luglio la Juventus dovrebbe piazzare colpi importanti: l'ad rossonero Galliani ha negato ogni voce sulla trattativa riguardo il giovane terzino Mattia De Sciglio e la Juventus. L'esterno rossonero resta però nella lista di Beppe Marotta, che intanto prenota Tolisso dal Lione, un affare che si concluderà per cifre che si aggirano intorno ai 40 milioni di euro. Voci di mercato come quella riguardante Gigio Donnarumma rappresentano al momento semplici sondaggi, nulla di reale, certo, al tavolo delle trattative. Con l'arrivo di Rincon, sembrano quasi chiuse le porte per il Profeta Hernanes che sta comunque rifiutando ogni richiesta di trasferimento, per ultima quella del San Paolo. La società paulista però non mollerà la presa fino al 4 aprile, giorno in cui chiuderà il mercato in Brasile.