Benatia, valore aggiunto o riserva di lusso?

Con il passaggio alla difesa a 4, Allegri è costretto a tenere in panchina ben tre difensori centrali. Che ruolo può avere Benatia in questa Juventus?

Benatia, valore aggiunto o riserva di lusso?
Fonte immagine: International Business Times

Mehdi Benatia è arrivato dal Bayern Monaco per ritornare in Italia, non alla Roma o all'Udinese (come in passato), ma in una squadra che punta a vincere tutto, anche se non ti garantisce il posto da titolare. Sia chiaro, con l'arrivo di Hummels e il posto da titolare fisso di Boateng, anche al Bayern Monaco avrebbe avuto difficoltà. Ma il suo desiderio era quello di tornare in Italia.
La Juventus, per poterlo riscattare, ha tempo fino al 30 maggio 2017, versando nelle casse del Bayern Monaco 17 milioni (che si aggiungono ai 3 di prestito) pagabili in due esercizi.
20 milioni per un difensore che dovrà compiere 30 anni quest'anno, potrebbero sembrare tanti. Magari Marotta cercherà il dialogo con il Bayern Monaco per abbassare le pretese, ma in ogni caso, prendere a 20 milioni un giocatore così forte, non è mai troppo.

Ad oggi, alcuni infortuni e la Coppa d'Africa, gli hanno impedito di poter essere continuo, sia negli allenamenti e sia nelle partite. Benatia ha finora raccolto 10 presenze (7 in campionato e 3 in Champions League), ma solo 5 sono state con un minutaggio completo (e 2 che si avvicinano agli 80 minuti).

Con la difesa a 3, Benatia poteva essere un'alternativa fenomenale, contando anche sulla presenza di Rugani. per far rifiatare qualcuno della BBC. Il passaggio al 4-2-3-1 chiude però diversi spazi, anche se i tanti problemi di Barzagli e l'incognita Chiellini - struttura muscolare tutt'altro che solida - lasciano ampia possibilità a tutti di trovare una maglia dal primo minuto, in particolare al marocchino, essendo tra i più adatti per ricoprire quel ruolo.

Con il ritorno di tutti e 5 i difensori, si ritornerà alla difesa a 3? La risposta difficilmente potrebbe essere positiva, visto l'ottimo rendimento che il nuovo sistema - peraltro molto europeo - sta garantendo. In attacco le alternative sono comunque poche (solo Pjaca in panchina), mentre in difesa si fatica a panchinare uno della BBC, più Rugani e Benatia. L'impressione è che, nel lungo periodo, la capacità soprattutto tecnica dell'ex Roma e Udinese potrebbe avere la meglio sulla fisicità, ad esempio, di Chiellini, specialmente parlando di Champions League. Barzagli, inoltre, potrebbe spostarsi a destra, svolgendo un lavoro già conosciuto, essendo simile a quello richiestogli nel 3-5-2.

Nel frattempo, Benatia si gode le parole di Marotta ("Probabilmente verrà riscattato") e continuerà a combattere e lottare per cercare il riscatto e il proprio spazio, in una squadra che vuole vincere tutto. Probabilmente, già da domenica sera a Cagliari lo si potrà rivedere dal primo minuto.