Il Chelsea spinge per Alex Sandro: la Juve vuole resistere, ma pensa a Spinazzola

Nelle prossime ore i Blues dovrebbero rilanciare per l'esterno brasiliano, i bianconeri pensano a cautelarsi, anche se l'intenzione sembra quella di non cedere.

Il Chelsea spinge per Alex Sandro: la Juve vuole resistere, ma pensa a Spinazzola
Fonte immagine: Il Giorno

Il Chelsea, secondo i rumors, fa davvero sul serio per Alex Sandro: dopo essersi visto rifiutare la prima offerta da 60 milioni di Euro dalla Juventus, voci affermano che Abramovich sia pronto per ritentare l'assalto, con 70 milioni sul piatto. La Juventus, dal canto suo, non molla la presa sull'asso brasiliano, il quale verrebbe ceduto solo soltanto sotto esplicita richiesta, la quale al momento non è ancora pervenuta sulla scrivania di Marotta, che dorme così sonni relativamente tranquilli. Intanto, però, si cautela parlando con l'Atalanta e con Davide Lippi di Spinazzola, bianconero in prestito ai nerazzurri fino al 30 giugno 2018.

Stando a quanto riferito da Gianluca di Marzio, la Juve avrebbe infatti individuato l'eventuale sostituto nell'esterno attualmente in forza al roster di Gian Piero Gasperini. L'accordo stipulato dai bianconeri con gli orobici un anno fa prevedeva una durata di prestito biennale: ovviamente l'Atalanta vuole fare valere le proprie ragioni e non ha alcuna intenzione di perdere un altro dei suoi gioielli dopo Gagliardini, Kessié e Conti. Il piano della società di corso GalFer sembrerebbe però chiaro: dovesse il Chelsea riuscire a strappare Sandro, il sostituto sarebbe Spinazzola. Un intreccio condito da condizionali a go go.

Oltre ai se relativi alle decisioni delle società, bisogna considerare anche quelli di natura tecnica, poiché Alex Sandro ha un'esperienza internazionale e una fisicità totalmente differenti rispetto a Spinazzola, il quale ha tutte le carte in regola per fare il salto definitivo, ma forse non da subito, ragion per cui un altro anno all'Atalanta gli gioverebbe. I bianconeri non possono inoltre permettersi di perdere il brasiliano per una questione di mancanza di sostituti, se l'Atalanta non dovesse piegarsi. Di fatto Marotta e Paratici sarebbero costretti ad un nuovo investimento sul mercato, oltre a quello - imprevisto - per colmare la partenza di Alves, ma sapendo che l'anno prossimo si ritroverebbero un potenziale titolare in casa. Poco importano(!) i 70 milioni che entrerebbero nelle casse della Juve: quest'anno le cessioni pesanti non sono necessarie e, per puntare dritti all'Europa, andrebbero evitate. Sempre che non sia il diretto interessato a chiedere l'uscita, ipotesi al momento poco probabile. Al momento...