Juventus, Matic si allontana. Tutto su Emre Can

Il serbo è in trattativa con il Manchester United che offre cifre irrinunciabili. Le mire della Juventus allora si spostano sul giocatore del Liverpool.

Juventus, Matic si allontana. Tutto su Emre Can
Juventus, Matic si allontana. Tutto su Emre Can

Sfuma l'approdo di Nemanja Matic in bianconero. Infatti, salvo clamorosi capovolgimenti di fronte, il centrocampista serbo attualmente in forza al Chelsea resterà in Premier compiendo un viaggio verso Nord, destinazione Manchester United

Josè Mourinho stravede per lui e lo aveva portato già nella prima sua esperienza Blues e poi confermato il suo ruolo nel 2014 quando lo riportò a Stamford Bridge per il definitivo salto di qualità dopo la parentesi al Benfica. Il portoghese ha offerto 50 milioni di euro al suo ex presidente, Roman Abramovich, che ovviamente non ha potuto rifiutare una cifra simile per un centrocampista ormai trentenne. Lo stesso discorso vale per Matic, a cui lo Special One offre uno stipendio monstre da 9 milioni di euro l'anno, una cifra che la Juventus non può avvicinare. 

Per questo motivo, il club sabaudo sta virando su un altro obiettivo per il proprio centrocampo: Emre Can. Il centrocampista tedesco è diventato quindi il primo obiettivo bianconero con Marotta pronto ad offrire 25 milioni di euro per portarlo allo Stadium. Il giocatore ha già espresso, tramite il proprio agente, il gradimento al trasferimento in bianconero, ma i Reds non sembrano voler fare passi indietro e continuano a chiedere 35 milioni, una cifra ritenuta troppo alta per un giocatore che andrà in scadenza nel prossimo Giugno. Per questo motivo restano calde le piste che portano ai due nomi accostati sin dal dopo Cardiff: Blaise Matuidi e Steven N'Zonzi. Le richieste per il centrocampista del Paris Saint Germain e per quello del Siviglia sono simili, circa 40 milioni. Una quotazione certamente più alta rispetto a quella di Emre Can, ma che tiene conto sia della caratura dei due giocatori, sia dei contratti che li legano alle rispettive società. Per Matuidi, il più difficile da portare a Torino, c'è anche da mettere in conto una freddezza nei rapporti tra le due società a causa dello sgardo Coman, mai dimenticato nei pressi della Tour Eiffel.