Juve-Fiorentina 1-0, le pagelle bianconere: Barzagli professore, super Bentancur e Cuadrado

Il capitano 36enne fornisce un'altra prestazione di pura sicurezza, più incerto Rugani. Ottimo centrocampo, bene gli esterni, meno gli argentini in avanti. Tutti i voti della serata.

Juve-Fiorentina 1-0, le pagelle bianconere: Barzagli professore, super Bentancur e Cuadrado
Fonte immagine: Twitter @MATUIDIBlaise

Non la miglior faccia della Juve, ma ciò che conta per i bianconeri sono i tre punti in più in classifica. La squadra di Massimiliano Allegri batte per 1-0 la Fiorentina all'Allianz Stadium, con gol di Mario Mandzukic e un sorprendente Bentancur. L'uruguagio, Barzagli e Cuadrado i migliori bianconeri. Di seguito le pagelle.

Szczesny, sv - Si sporca i guantoni soltanto una volta, in uscita. Per il resto, spettatore non pagante in controllo dei pali.

Sturaro, 6 - Sorprende nel primo tempo per come spinge e per come rientra, sempre tenendo la corretta posizione e senza sbilanciare la sua squadra. Anche nella ripresa c'è, ma in 10 minuti di follia tecnica rischia di cancellare il tutto. Se la cava. (dal 90+1' Lichtsteiner, sv)

Barzagli, 7 - Rimedia a tutti gli errori dei compagni mettendo toppe piuttosto ovunque. Solita (e solida) certezza. Da evidenziare uno scatto in avanti con dribbling a quattro avversari.

Rugani, 5.5 - Come al solito, gioca una partita mediamente buona, con un paio di disattenzioni che non possono essere permesse; questa volta si lascia scappare Simeone dopo aver perso palla. Rischia un altro paio di passaggi.

Asamoah 6.5 - Sfrutta benissimo la chance che gli regala Massimiliano Allegri, giocando una partita sontuosa, da vecchio Asa. Coperture  sempre puntuali, è anche ispirato offensivamente, anche se non perde l'abitudine di smarrirsi da solo in un fazzoletto.

Bentancur, 7 - Non sarà Pjanic (per ora), ma se il passo è questo la Juve può nel giro di pochi mesi dire di aver trovato un altro titolare. Bene in fase di possesso, anche se offre poca verticalità e cerca piuttosto l'appoggio semplice, meglio ancora quando deve difendere. Un paio di strappi memorabili.

Matuidi, 6.5 - Si trova piuttosto spesso a dover impostare causa lo schermo sul compagno di reparto classe 1997. Fa quel che può, preferisce la corsa alla verticalizzazione, ma chiude con 55 passaggi riusciti su 55 effettuati. Come sempre bene senza palla. Si procura anche il rosso a Badelj.

Cuadrado, 7 - Nel primo tempo sembra ancora un po' sonnecchiante, ma nella ripresa esplode del tutto e mette a ferro e fuoco la retroguardia viola. La palla dell'1-0 è precisa e intelligente, altre due volte prende il fondo e cerca l'uomo. Decisivo. (dall'82' Bernardeschi, sv)

Dybala, 5 - Si prende un turno di pausa non autorizzato ma comunque indolore: la Fiorentina tra le linee non lascia spazi, ma lui, che può svariare, esce troppo poco dalla morsa. (dal 75' Pjanic, 6 - Entra, rallenta il gioco, gestisce palla e punteggio.) 

Mandzukic, 6.5 - Un crescendo spaventoso dal gol in poi. Segna una rete pesante, ma la notizia è solo relativa. Risulta soltanto un po' lento in alcune situazioni, ma in altre è vitale.

Higuain, 5 - Ancora alla ricerca della condizione giusta, l'argentino incamera un'altra prestazione sotto tono. Si vede di più in area, ma ancora non basta. Potrebbe forse necessitare di un turno di riposo.

All. Allegri, 6 - Rimedia la prima cosiddetta "vittoria sporca" del campionato edizione 2017/18, sulle "cinque o sei che devi prenderti ogni stagione". Esclude titolari come Chiellini, Sandro e Pjanic, trova i due argentini imbrigliati, ma alla fine esce (un po' arrabbiato, all'inizio) con i tre punti, che erano l'unico obiettivo di serata.